Will Benedict – The Social Democrat

Milano - 16/02/2017 : 24/03/2017

La pratica eclettica di Will Benedict enfatizza il dialogo tra i diversi media: pittura, fotografia, video. L’artista indaga il mondo contemporaneo da molteplici punti di vista: le relazioni sociali, lo scenario politico, il rapporto con i mezzi di comunicazione.

Informazioni

  • Luogo: GIO' MARCONI
  • Indirizzo: via Tadino 20 20124 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 16/02/2017 - al 24/03/2017
  • Vernissage: 16/02/2017 ore 19
  • Autori: Will Benedict
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: martedì – sabato, 11 – 19

Comunicato stampa

Giò Marconi ha il piacere di annunciare “The Social Democrat”, la seconda mostra personale di Will Benedict in galleria.
La pratica eclettica di Will Benedict enfatizza il dialogo tra i diversi media: pittura, fotografia, video.
L’artista indaga il mondo contemporaneo da molteplici punti di vista: le relazioni sociali, lo scenario politico, il rapporto con i mezzi di comunicazione.
Da Giò Marconi Will Benedict presenta una nuova serie di opere appositamente prodotte per questa occasione


Le opere in mostra sono una successione di “quadri nel quadro” in cui Will Benedict assembla le possibilità espressive offerte dalla bidimensionalità: fotografia, pittura, disegno, acquerello e collage.
Percorrendo lo spazio della galleria scorrono volti, insegne, frammenti di città impressi su tele di piccole dimensioni a loro volta montate all’interno di pannelli monocromi più grandi.
Questa successione di immagini frammentate acquisisce un sorprendente senso di omogeneità grazie alle cornici in alluminio che danno continuità al percorso espositivo.
La mostra da Giò Marconi è presentata in concomitanza con la personale “Fiction is a terrible enemy” che Will Benedict inaugura alla Fondazione Giuliani di Roma venerdì 10 febbraio.
Se la mostra da Giò Marconi presenta la più recente produzione pittorica di Will Benedict, la Fondazione Giuliani si focalizza soprattutto sui video in modo che le due mostre insieme restituiscano un quadro esaustivo della attuale ricerca dell’artista.