Washing by watch – Fabrizio Bellomo

Lecce - 29/12/2013 : 29/12/2013

Washing by watch, una rassegna di videoart e photo screening co-curata da Valeria Raho e Francesca De Filippi all’interno della Lavanderia Jefferson. Ospite di questo nuovo appuntamento Fabrizio Bellomo.

Informazioni

Comunicato stampa

Le premesse servono a poco: in casi come questo vale solo l’esperienza. Il rumore delle auto e il chiacchiericcio del supermarket indiano a pochi passi, l’odore dei detersivi, lo schermo che fluttua nel bel mezzo della Lavanderia Jefferson: si prova per credere Washing by watch (abbr. WbyW), una rassegna di videoart e photo screening, co-curata da Valeria Raho e Francesca De Filippi per DamageGood, e pensata per discutere di progetti intermediali e fotografici indipendenti in ambito nazionale ed internazionale



Pensata con una cadenza mensile, Washing by watch è una rassegna piccola, orgogliosamente piccola realizzata in collaborazione con l’associazione Collaboratori Particolari e Lavanderia Jefferson del documentarista Filippo “Pippo” Cariglia, che ospita l’evento. Vive di prestiti e baratti, una buona dose di improvvisazione, qualche disagio, molta voglia di fare. Le proiezioni e le presentazioni dei progetti durano giusto un ciclo, 60 minuti, a freddo, per una questione green.

In questa prima edizione si fa il punto sugli autori pugliesi, ma in realtà il dato geografico interessa poco: gli ospiti della rassegna sono stati individuati per l’interesse del percorso di ricerca artistica e delle pratiche messe in atto. In questo senso, Washing by watch è una rassegna locale, ma non localistica, il cui leitmotiv è legato al concetto di paesaggio, indagato tra memoria e presente, la rappresentazione in relazione ai contesti e allo spazio, non solo urbano.

Ospite di questo secondo step, previsto per domenica 29 dicembre, è Fabrizio Bellomo, barese classe 1982, artista, regista, curatore e ricercatore indipendente, per discutere di fotografia contemporanea e, nello specifico, di un suo lavoro incentrato su Carroponte, una fabbrica di Bari chiusa negli anni Novanta e ancora in stato di abbandono, presentato per Art Around, un progetto di arte pubblica promosso dal Mufoco di Cinisello Balsamo (Milano).

In calendario sono previsti focus su Rossella Piccinno (domenica 5 gennaio 2014), Gianluca Marinelli (domenica 26 gennaio 2014), e così via sino a primavera, su Daniele Guadalupi, Nico Angiuli, Michele Cera e Sandro Mele. Saranno presenti gli autori.


Info e contatti:
[email protected]
http://damagegood.tumblr.com
http://www.urkaonline.it/specials/washing-by-watch/

Contatti per la stampa (non pubblicare)
Valeria Raho
340.6212127

////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////
BIO

Fabrizio Bellomo
Artista, regista, curatore e ricercatore indipendente. Nel 2012 viene selezionato per il 34e Cinemed Festival International du Cinéma Méditerranéen de Montpellier e vince a Roma il Premio Celeste con il video 32 DICEMBRE; nello stesso periodo viene selezionato dal Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo per il progetto d'arte pubblica ART AROUND immagini per lo spazio pubblico. Nel 2011 cura, con Bruno Barsanti, il progetto d'arte pubblica AMARELARTE nel porto antico di Bari, viene invitato da Luca Panaro alla mostra SULLA FOTOGRAFIA presso la Rocca Malatestiana di Fano e da Francesco Zanot alla mostra MILANO, UN MINUTO PRIMA presso la Fondazione Forma di Milano. Nel 2013 viene selezionato per VIDEO.IT presso la fondazione Merz di Torino. Al momento è impegnato nella realizzazione del suo primo lungometraggio e contemporaneamente nella curatela di un particolare progetto, a metà strada fra rassegna video e saggio editoriale, PROSECCO E POP CORN realizzato grazie alla collaborazione di Chiara Buzzi in una galleria milanese.