Walter Lazzaro – Giorno della Memoria

Milano - 28/01/2013 : 09/02/2013

Poste Italiane pone in uso, per il ‘Giorno della Memoria’ 2013, un annullo speciale realizzato con un disegno di Walter Lazzaro eseguito nel campo concentrazionario di Biala Podlaska.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA LAZZARO BY CORSI
  • Indirizzo: Via Cenisio 50 (20154) - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 28/01/2013 - al 09/02/2013
  • Vernissage: 28/01/2013 ore 11
  • Autori: Walter Lazzaro
  • Curatori: Adriano Corsi
  • Generi: disegno e grafica
  • Orari: da lunedì a venerdì 8-14 sabato 8-12

Comunicato stampa

UN DISEGNO DI LAZZARO PER POSTE ITALIANE

Poste Italiane pone in uso, per il ‘Giorno della Memoria’ 2013, un annullo speciale realizzato con un disegno di Walter Lazzaro eseguito nel campo concentrazionario di Biala Podlaska dove tra il 1943 e il 1944 ha vissuto in prima persona l’atroce esperienza della deportazione.
‘Sofferenza’ è il titolo del disegno, scelto per questo particolare evento, che mette in rilievo l’indiscutibile capacità artistica del Maestro anche in condizioni estreme e diviene testimonianza indelebile del periodo storico e dell’umana follia


L’annullo sarà disponibile il 28 gennaio presso lo Spazio Filatelia di Poste Italiane in via Cordusio 2 a Milano e applicato su una particolare cartolina dedicata.
La stessa cartolina con l’annullo si troverà anche presso l’Archivio Lazzaro in via Cenisio 50 a Milano.
Lo Spazio Filatelia di via Cordusio 2 a Milano, in concomitanza con l’impiego dell’annullo speciale, ospita la mostra documentaria “Biala Podlaska n. 55930” composta da: lettere di corrispondenza tra “ l’internato” e la famiglia e disegni che Lazzaro ha eseguito nei Lager di Biala e di Langwasser. Testimonianze di vita quotidiana nei lager: la fame, il rancio, la desolazione del luogo e dei volti dei compagni di prigionia. Pochi ed essenziali tratti di matita esprimono la sintesi del dolore, della sofferenza e della disperazione.
Le immagini e le lettere non necessitano di commento alcuno. Comunicano da sole, nella loro intensa drammaticità, per giungere immediatamente alla ragione e al cuore del visitatore e divengono monito per l’umanità.