W.A.Ve. 2015

Venezia - 17/07/2015 : 24/07/2015

Mostra finale dei W.A.Ve. 2015 rimarrà allestita presso le sedi Iuav dell’Ex Cotonificio S. Marta e dei Magazzini Ligabue.

Informazioni

Comunicato stampa

È stata inaugurata oggi, alla presenza del rettore Amerigo Restucci e dei coordinatori Alberto Ferlenga e Serena Maffioletti, la XIV edizione di WAVE, i workshop estivi di progettazione architettonica dell’Università Iuav di Venezia: il momento più atteso dagli studenti di architettura e un’esperienza didattica ancora inimitata nel panorama universitario internazionale, a cui ogni anno partecipano 30 fra i migliori architetti e studi di architettura attivi in Italia e all’estero



Si tratta di un vero e proprio campus internazionale che coinvolge circa 1800 studenti, dal primo al terzo anno di studi, in un grande atelier collettivo di progettazione guidata e che si concluderà il 17 luglio con una mostra dei progetti elaborati in tre settimane di lavori intensivi: fra questi, una giuria internazionale e composta da Gonçalo Byrne (Portogallo), Fabrizio Barozzi (Italia), da poco insignito del premio Mies Van Der Rohe, Marianne Burkhalter (Svizzera) premierà le opere migliori.

Quest’anno il filo conduttore dei 30 workshp di progettazione sarà la nozione di heritage, ovvero il rapporto tra passato e presente in luoghi in cui la storia abbia lasciato segni architettonici importanti: il tema per eccellenza di una città come Venezia.
“Abbiamo scelto gli architetti che rappresentano le tendenze più diversificate dell’architettura nel panorama mondiale – ha dichiarato Alberto Ferlenga. “Sono rappresentati quattro continenti, con presenze che provengono dai paesi dove stanno accadendo gli eventi più significativi nell’architettura, quali il Sudamerica e l’Africa”.
Per Serena Maffioletti, coordinatrice con Ferlenga dei workshop, “colpisce l’intelligenza con cui gli architetti stranieri hanno identificato le tematiche più significative per la città di Venezia, interpretando il tema dell’heritage come tradizione di un continuo rinnovamento, proiezione verso il futuro di una città in grado di accogliere le sfide della contemporaneità”.
Numerosi workshop, infatti, saranno dedicati a Venezia: per il Lido, interpretato come “albergo diffuso”, il gruppo guidato da Bettina Götz e Richard Manahl (Artec Architekten) progetterà unità abitative destinate a turisti, a residenti ma anche a profughi; il workshop di Francesco Cellini lavorerà sul disegno dell’ingresso ai giardini della Biennale; Roberta Albiero accompagnerà gli studenti alla creazione di un nuovo accesso all’Arsenale Nord, mentre l’eredità di Poveglia, isola adottata dai Veneziani ma ancora in attesa di una destinazione a usi collettivi, sarà il tema esplorato dal gruppo guidato da Guido Morpurgo e Annalisa De Curtis. La sfida di un nuovo stadio da calcio a Venezia sarà affrontata dal cileno Sebastian Irarrazaval, mentre Renato Rizzi condurrà gli studenti a una riprogettazione di Piazzale Roma, la “porta occidentale” della città.
E saranno oggetto di esplorazioni progettuali anche il tema delle grandi navi, il ponte della Libertà, la rete delle isole, il forte di Sant’Andrea, il Lazzaretto nuovo.

Come per una mini-Biennale dell’architettura, numerosi sono gli eventi collaterali organizzati da Iuav che coinvolgeranno la città, in particolare il quartiere di Santa Marta, in occasione di WAVE:
Fashion at Iuav, con la 24 ore “L’Italia è di moda” il 2 luglio e il graduation show il 3 luglio;
il seminario “Dal food planning al vertical farming nel progetto del paesaggio” il 3 luglio al cotonificio;
“The cloister Talks”, la serie di dieci appuntamenti con gli architetti protagonisti dei workshop nel chiostro dei Tolentini;
il festival internazionale del teatro Venice Open Stage con 13 serate gratuite aperte alla città nel campazzo di San Sebastiano.
E altro ancora, giornalmente segnalato dal blog dei workshop:
wave2015iuav.com/

WAVE
Workshop di Architettura Venezia
29 giugno > 17 luglio 2015
Cotonificio Veneziano / ex Magazzini Ligabue
Inaugurazione: lunedì 29 giugno 2015, ore 12
Auditorium del cotonificio

17 luglio 2015
Inaugurazione della mostra:
Cotonificio Veneziano / ex Magazzini Ligabue
Premiazione: chiostro dei Tolentini