Vinicio Momoli – Piani(di)colore

Roma - 15/05/2017 : 22/05/2017

Progettazione e rigore sono alla base dell’intero percorso artistico di Vinicio Momoli, in una ricerca che affonda le radici nel minimalismo, corrente sorta negli anni Settanta da cui ben presto prende le distanze introducendo una vasta gamma di colore e liberandosi dalle rigidezze tipiche dell’astrazione geometrica.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA SIMMI
  • Indirizzo: Via Dei Soldati 20 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 15/05/2017 - al 22/05/2017
  • Vernissage: 15/05/2017 ore 18
  • Autori: Vinicio Momoli
  • Curatori: Barbara Vincenzi
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dal lunedi al sabato 9,30 /13,30 - 15,00/19,30 -Domenica su appuntamento

Comunicato stampa

Si inaugura Lunedì 15 Maggio “Piani(di)colore” personale di Vinicio Momoli; la mostra a cura di Barbara Vincenzi, sarà presentata alle ore 18,00 alla presenza dell’artista, presso la centralissima Galleria Simmi in Via dei Soldati, 27 - Roma. La mostra rimarrà aperta fino al 22 Maggio.
Progettazione e rigore sono alla base dell’intero percorso artistico di Vinicio Momoli, in una ricerca che affonda le radici nel minimalismo, corrente sorta negli anni Settanta da cui ben presto prende le distanze introducendo una vasta gamma di colore e liberandosi dalle rigidezze tipiche dell’astrazione geometrica


Classe ’42, padovano di origine, Momoli va compreso appieno nell’attenta lettura della sua duplice natura: di architetto/designer e artista. Si svela così un tragitto più ampio che lo trova già attivo negli anni Settanta in America e Francia e, poi successivamente calca la scena artistica in Canada e Spagna. In questa mostra sono presenti una ventina di opere che testimoniano gli ultimi tre anni di lavoro in cui utilizza esclusivamente la gomma: l’ordine primario viene in parte superato dall’elasticità e corposità della materia. Le sagome si modellano come una ‘pelle’ sul supporto, superando i rigidi concetti, stratificandosi in piani e tracimando al di fuori delle cornici, per effetto di gravità proiettandosi verso l’esterno.
Sin dagli esordi Vinicio non si è mai sottratto al colore, ma anzi la sua vitalità lo porta ad usare una tavolozza squillante e ad osare rischiosi contrasti, tra gialli e fucsia o rossi e lapislazzuli, in cui coniuga abilmente l’equilibrio visivo e l’eleganza formale verso una prospettiva multipla. Anche i rossi e neri diventano importanti tra massicce sporgenze e piani lisci o lievemente solcati, in un codice variegato da leggere. ( Barbara Vincenzi)
Galleria Simmi - galleriadartesimmi.it