Vincenzo Frattini / Viviana Valla – Inside and outside the wall

Caserta - 12/11/2016 : 08/01/2017

Le radici del lavoro di Vincenzo Frattini e di Viviana Valla sono da ricercare nella prassi metodologica della pittura analitica e dell’astrattismo geometrico; i due artisti, giungono, tuttavia, ad un equilibrio coloristico e formale restituito attraverso la realizzazione di composizioni caratterizzate da una apparente semplicità e da materiali e mezzi non convenzionali.

Informazioni

  • Luogo: NICOLA PEDANA ARTE CONTEMPORANEA
  • Indirizzo: piazza Matteotti 60 (int. Palazzo Palladini - piano terra) - Caserta - Campania
  • Quando: dal 12/11/2016 - al 08/01/2017
  • Vernissage: 12/11/2016 ore 19
  • Autori: Vincenzo Frattini, Viviana Valla
  • Curatori: Luca Palermo
  • Generi: arte contemporanea, doppia personale
  • Orari: dal martedì al sabato 10.00 -13.00 / 16.30 – 20.00 venerdì 16.30 – 20.00

Comunicato stampa

Vincenzo Frattini/Viviana Valla
Inside and outside the wall
a cura di LUCA PALERMO

12 novembre 2016
ore 19:00
Nicola Pedana Arte Contemporanea
Piazza Giacomo Matteotti, 60 Caserta




Si inaugurerà sabato 12 novembre alle ore 19, presso la galleria Nicola Pedana Arte Contemporanea di Caserta, la doppia personale di Vincenzo Frattini (Salerno, 1976) e Viviana Valla (Voghera, 1986)

La scelta di puntare su artisti non ancora storicizzati, ma già conosciuti nei circuiti dell’arte contemporanea, rispecchia la volontà progettuale del gallerista Nicola Pedana, di intraprendere un percorso volto al lancio e alla promozione di artisti i cui lavori hanno le potenzialità per impattare positivamente il sistema dell’arte.
Le radici del lavoro di Vincenzo Frattini e di Viviana Valla sono da ricercare nella prassi metodologica della pittura analitica e dell’astrattismo geometrico; i due artisti, giungono, tuttavia, ad un equilibrio coloristico e formale restituito attraverso la realizzazione di composizioni caratterizzate da una apparente semplicità e da materiali e mezzi non convenzionali.
Per Viviana Valla carte recuperate, post-it e scotch impattano la superfice della tela come qualcosa da esplorare dal fondo alla superfice; al contrario per Vincenzo Frattini l’utilizzo del trapano e del colore invitano lo spettatore ad oltrepassare la superfice per andare sempre più nella profondità delle opere.
Il titolo della mostra definisce, dunque, le metodologie di indagine portate avanti dai due artisti, incentrate sul mostrare e sul nascondere, sull’indicare e sull’alludere, come risposta alla società contemporanea sempre più schiava dell’apparenza e della superficialità dell’essere.
Durante il vernissage saranno presenti gli artisti.