VII Conferenza Nazionale dei musei d’Italia

Milano - 21/11/2011 : 21/11/2011

Sarà un omaggio al centocinquantesimo anniversario dell’unità d’Italia il tradizionale appuntamento autunnale con gli “stati generali” dei musei italiani, che prevede partecipazioni di grandissimo rilevo e si pone un obiettivo ambizioso: tracciare per la prima volta un profilo della vicenda museologica nazionale ed aprire alle prospettive per il futuro.

Informazioni

Comunicato stampa

Il 21 novembre 2011 Milano torna ad essere la capitale della museologia italiana
VII Conferenza Nazionale dei musei d’Italia
Musei d’Italia. L’Italia dei musei.
150 anni di storia e di storie
Milano, Fondazione Stelline, 21 novembre 2011
Sarà un omaggio al centocinquantesimo anniversario dell’unità d’Italia il tradizionale appuntamento autunnale con gli “stati generali” dei musei italiani, che prevede partecipazioni di grandissimo rilevo e si pone un obiettivo ambizioso: tracciare per la prima volta un profilo della vicenda museologica nazionale ed aprire alle prospettive per il futuro


Così afferma il Presidente di ICOM Italia Alberto Garlandini: “Nel secolo e mezzo che ci separa dall’Unità d’Italia il panorama museale del nostro Paese è profondamente cambiato, delineando una realtà che si presenta sicuramente altra e distante rispetto a quella di allora, tanto quanto l’Italia di oggi è lontana dal Paese del 1861. Ciò non impedisce di riconoscere nell’esperienza contemporanea elementi di continuità e di ritrovarvi i molti e diversi lasciti del secolo e mezzo di storia dell’Italia e dei suoi musei. In un tempo e in una società dalla memoria sempre più corta, ricostruire questa storia, far emergere i tratti più significativi delle quattro grandi stagioni di questi ultimi centocinquant’anni consente di capire meglio i caratteri originali della realtà museale italiana attuale, la sua spiccata specificità e la sua variegata e straordinaria ricchezza”.
A questa prospettiva storica, che sarà affrontata nel corso della mattinata, si affianca una apertura verso il futuro dei musei e delle professioni dei musei, visti nel loro collegamento con gli altri istituti e professioni della cultura.
In una logica di integrazione e di convergenza istituzionale e professionale, i professionisti dei musei, delle biblioteche e degli archivi daranno il via, nel corso delle sessione pomeridiana, a una riflessione comune sulla tutela e valorizzazione del patrimonio culturale nel Terzo Millennio.
La kermesse milanese organizzata da ICOM Italia, il comitato nazionale della più importante associazione museale al mondo, con più di 30.000 iscritti nei cinque continenti, rappresenta il principale momento d’incontro annuale a livello nazionale per i professionisti del settore, un’occasione fondamentale per confrontarsi e interrogarsi sul futuro dei musei e del patrimonio culturale.
A margine dell’iniziativa, verrà inoltre siglata una dichiarazione di intenti tra ICOM Italia e il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale per iniziative di valorizzazione e tutela del patrimonio culturale diffuso.
L’evento, promosso dalla Conferenza Permanente delle Associazioni Museali Italiane, da AIB (Associazione Italiana Biblioteche) e ANAI (Associazione Nazionale Archivistica Italiana), è organizzato da ICOM Italia, in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Lombardia – Direzione Cultura, Fondazione Stelline, con il patrocinio di Provincia di Milano, Comune di Milano – Cultura, Expo, Moda, Design.