Venti leggeri

Bologna - 21/06/2013 : 05/10/2013

Questa collettiva di venti artisti contemporanei – dal locale all'internazionale – vuole rivalutare l'idea della leggerezza come possibile risposta al momento politico che stiamo vivendo, in una visione personale [quella dell'artista, che non è leggera per antonomasia] che ci può far riflettere verso quella direzione.

Informazioni

Comunicato stampa

VENTI LEGGERI
a cura di/curated by Carola Pandolfo Marchegiani, Stefano W. Pasquini, Stefano Stagni e/and Paolo Frascaroli

Alex Meszmer & Reto Müller, Angelo Pretolani, Bruno Mangiaterra, Daniela Spagna Musso, Donatella Schilirò, Elena Nemkova, Emiliano Zucchini, Eva Marisaldi, Felix Gonzales Torres, Gabriele Romagnoli, Jack Pierson, Maurizio Mercuri, Meg Rotzel, Monica Carrozzoni, Mustafa Sabbagh, Natalija Ribovic, Patrizia Giambi, Sara Benaglia, Simão Bacamarte (con Maddalena Perrone e Alessia Rollo), Volodymyr Bilyk

“Leggero” è un aggettivo che può avere una connotazione positiva o negativa, a seconda del contento in cui lo si usa

Musicalmente, spesso è usato come dispregiativo, lo stesso vale alle volte per il contesto artistico o culturale. Questa collettiva di venti artisti contemporanei – dal locale all'internazionale – vuole rivalutare l'idea della leggerezza come possibile risposta al momento politico che stiamo vivendo, in una visione personale [quella dell'artista, che non è leggera per antonomasia] che ci può far riflettere verso quella direzione. La mostra è organizzata con la collaborazione dell'Associazione PSQ1 e della Paolo+Stefano_Digital•Imaging e sarà visitabile su appuntamento fino al 5 ottobre, per concludersi con un finissage in occasione della Giornata del Contemporaneo organizzata dall'AMACI.
Nella minigalleria ToyWith.it Simone Rondelet presenterà un nuovo lavoro di cui ancora non sappiamo nulla.

“Light” is an adjective that can have a positive or negative connotation, depending by the context in which is used. In music, it's often used detrimentally, as often in art or cultural contexts. This collective exhibition of twenty contemporary artists (from the local to the international), titled “Light Winds / Twenty light ones” is an attempt to reevaluate lightness as a possible answer to the political moment we live in, in a personal vision [the one of the artist, very seldom light] that can take us into that direction. The exhibition is organized with the collaboration of PSQ1 and Paolo+Stefano_Digital•Imaging, and can be viewed by appointment until October 5th, with a finissage for the Day of the Contemporaryorganized by AMACI. In the ToyWith.it minigallery Simone Rondelet will be showing new work of which at the moment we know nothing about.