Valeria Murgia – Viaggio Bidirezionale

Solarussa - 24/11/2012 : 02/12/2012

Valeria Murgia presenta la mostra fotografica Viaggio Bidirezionale, in cui il viaggio è proposto verso due direzioni che sembrano, a prima vista, contrapposte e differenti, ma che in fondo, si intrecciano e si compenetrano.

Informazioni

  • Luogo: ASKOSARTE
  • Indirizzo: Via Trento 16 - Solarussa - Sardegna
  • Quando: dal 24/11/2012 - al 02/12/2012
  • Vernissage: 24/11/2012 ore 18
  • Autori: Valeria Murgia
  • Generi: fotografia, personale
  • Orari: dalle 18.00 alle 20.30

Comunicato stampa

Nel Project Space Askosarte di Solarussa, dal 24 novembre al 2 dicembre 2012, Valeria Murgia presenta la mostra fotografica Viaggio Bidirezionale, in cui il viaggio è proposto verso due direzioni che sembrano, a prima vista, contrapposte e differenti, ma che in fondo, si intrecciano e si compenetrano.
Un viaggio “fuori” raccontato dalla immagini vere e intense offerte dalla strada, cammino obbligatorio per raggiungere l’autenticità e per costruire la propria autonomia.
E in parallelo, un viaggio “dentro”, più tormentato di quello della scoperta, ma necessario per il ri-trovamento di se stessi


Entrambe le tensioni sono indagate in questa narrazione: la street, diventata anche il filone dominante dell'ultima produzione di Valeria, fatta di polvere, di asfalto e di persone, dove assistere alle cose più interessanti e dove, richiamando la citazione di Bukowski, la gente è il più grande spettacolo del mondo. E non si paga il biglietto.
E la pulsione introspettiva, che attraverso la fotografia assume i contorni dell'autoanalisi, in cui gli scatti di oggi, inevitabilmente, ri-salendo la memoria, diventano piccole chiavi per accedere alle emozioni più nascoste.

Valeria Murgia si specializza in fotografia e grafica pubblicitaria all’Accademia di Belle Arti di Milano, si trasferisce poi a Firenze dove approfondisce gli studi sulla fotografia e la grafica. Al suo rientro in Sardegna il suo sguardo si sofferma sul passato della sua terra, fatto di volti, rovine e tradizioni. Affascinata dal mondo dello spettacolo e dei concerti, partecipa a vari seminari e workshop.
Attualmente continua la sua ricerca artistica sperimentando sempre nuovi temi, dove finzione e realtà si fondono e dove convivono le parti della fotografia che maggiormente l’attraggono.