Urs Luthi / Maria de La O Garrido – Dialoghi. Part 1

Milano - 19/03/2015 : 10/04/2015

In mostra alcuni lavori significativi della produzione artistica di Urs Luthi, sulla base dei quali la giovane artista spagnola Maria de La O Garrido ha sviluppato una sua riflessione estetica. Viene così ad instaurarsi un interessante dialogo generazionale, a testimonianza di come l’arte contemporanea nutra se stessa in un continuo scambio di stimoli e riferimenti.

Informazioni

  • Luogo: TWENTY14CONTEMPORARY
  • Indirizzo: Via Luigi Mangiagalli 5 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 19/03/2015 - al 10/04/2015
  • Vernissage: 19/03/2015 ore 18,30
  • Autori: Urs Luthi, Maria de La O Garrido
  • Generi: arte contemporanea, doppia personale
  • Orari: Tuesday - Saturday // 11.00 am – 19.30 pm o su appuntamento

Comunicato stampa

Considerato uno dei maggiori esponenti dell’arte concettuale europea, Urs Luthi
ha sperimentato, nel corso della sua carriera tutte le forme di rappresentazione
artistica: dai famosi auto-ritratti degli anni ’70, alla pittura, fino alla scultura
e alle installazioni, sempre passando con coerenza attraverso un dialogo con il suo
eclettico alter-ego. Utilizzando l’auto-rappresentazione come capacità di farsi
spettatore di se stesso. La profondità della riflessione di Urs Luthi risiede
proprio in questo dualismo tra solennità ed ironia, in bilico, tra commedia
e tragedia, sull’insensatezza dell’esistere


L’umorismo, vestito d’ironia, la critica mordace, talvolta sfacciata e non priva
di ingegno visivo, è stata sempre presente nella storia dell’arte, ma oggi
l’ampliamento dei quadri di riferimento, come l’utilizzo di nuovi media,
in particolare la fotografia e il video, hanno ampliato le possibilità
di un’espressione più diretta di tutte quelle suggestioni, anche inutili o talvolta
negative, che percepiamo quotidianamente, contribuendo progressivamente a trasformare
l’umorismo in un vero e proprio elemento narrativo.

Il lavoro di Maria de La O Garrido raccoglie tracce di vita, sparse qua e là tra
memorie reali ed impossibili costruzioni di un’effettiva realtà. Lavora con l’immagine
in modo del tutto originale, attraverso l’utilizzo di vari mezzi fotografici e non:
collage, disegni, immagini recuperate ed oggetti, utilizzando questi medium come
strumento per costruire una sorta di eterna composizione di suggestioni e ritrovamenti.
L’immaginario creato da Maria è una selezione di elementi, presi da un infinito spettro
di luoghi e possibilità, per poi giustapporli, contestualizzarli e riallinearli
attribuendo loro un nuovo significato.

Urs Lüthi è nato a Lucerna nel 1947. Vive e lavora tra Monaco e Kassel, dove è stato
professore universitario dal 1994. Dal 1970, Lüthi ha esposto in importanti gallerie
europee come la Galerie Tanit a Monaco di Baviera; la Galerie Stadler a Parigi;
lo Studio Morra a Napoli; lo Studio d’Arte Cannaviello e lo Studio Marconi a Milano.
Nel 1974, ha preso parte a “Contemporanea”, la mostra avanguardista del 1970
organizzate da Achille Bonito Oliva nel parcheggio sotterraneo di Villa Borghese.
Le sue opere possono essere viste in molti musei, come alla Kunsthalle di Amburgo,
al Kunstmuseum di Berna, al Centre Pompidou e al Museo Nazionale d'Arte Moderna
a Parigi.

Maria de la O Garrido è nata a Linares, Andalusia, Spagna, nel 1985.
Ha studiato fotografia presso la scuola d’Arte di Granada, nel 2011 si è laureata
in Belle Arti presso il Politecnico di Valencia e sta ora conseguendo un master
alla Saint Martins di Londra. Il suo lavoro è stato esposto sia in mostre personali
che collettive in Spagna, nel Regno Unito, in Canada e in Messico