Un’estate al mare

Tortoreto Lido - 01/08/2013 : 15/09/2013

Ogni artista presenta cinque opere che con i loro colori ti avvolgono in una follia di suoni/colori che si scontrano, si separano, si confondono, si incontrano rendendo singolarmente e collettivamente partecipi i visitatori/spettatori.

Informazioni

  • Luogo: PIZIARTE
  • Indirizzo: Via Sardegna 3 64018 Tortoreto Lido - Tortoreto Lido - Abruzzo
  • Quando: dal 01/08/2013 - al 15/09/2013
  • Vernissage: 01/08/2013 ore 20
  • Generi: arte contemporanea, collettiva

Comunicato stampa

“Un’estate al mare” è una mostra che propone cinque artiste : Loredana Cacucciolo, Stefania Fabrizi, Arianna Piazza, Sam Punzina, Gisella Spinella.
A cura di Manuela Cucinella e Patrizia Alice Cucinella
Ogni artista presenta cinque opere che con i loro colori ti avvolgono in una follia di suoni/colori che si scontrano, si separano, si confondono, si incontrano rendendo singolarmente e collettivamente partecipi i visitatori/spettatori.:
Con LOREDANA CACUCCIOLO il profumo del tempo passato invade gli ambienti. E’ vivo il ricordo, è alto il pathos…lo spettatore si lascia andare, coglie l’attimo che ignaro il tempo pensava di aver rapito


La pittura di STEFANIA FABRIZI è potente ed energica. “Concependo il solo sguardo come atto creativo, ovvero come possibilità di re-disegnare il passato e insieme di pre-figurare l’oscuro destino dell’umanità, Stefania Fabrizi diventa l’Occhio attraverso cui lo spettatore può finalmente “vedere con la mente” dell’artista, vivere le sue paure e i suoi sogni, condividere dubbi e incertezze e riflettere sulla base di esperienze diverse.
Essenzialità ed immediatezza caratterizzano lo stile di ARIANNA PIAZZA, mentre le cromie, diventano suono ed armonia, modulate da ritmi musicali che si concretizzano nella visione di forme nuove ed accattivanti. Un’espressione pittorica che nasce dal colore,dalla ricerca continua della forma e che esprime nello stesso tempo la necessità di un disegno preparatorio attraverso un modulo artistico narrativo.
SAM PUNZINA affida alle sue figure plastiche e fluttuanti il compito di sconfiggere l’ottusa resistenza che ci incatena al mondo materiale, per guidarci nel “meraviglioso inesistente” in cui la fantasia creatrice sembra rifugiarsi. “insalata, papaveri, fragole, nuvole, ossa di luna,” sono lo spunto colto dalla realtà da Sam, che mentre gioca con le parole oltre che con l’arte, si abbandona ad un simbolismo che preme in un’unica direzione: affermare e rintracciare il primato assoluto della espressione ludica, velatamente lirica, lievemente ironica, di quotidiani momenti di vita che spesso sfuggono alla nostra attenzione.
GISELLA SPINELLA reinventa la natura. Una natura magica ed esoterica nella quale l’artista pare nascondere gli stati d’animo.L’acqua è una delle caratteristiche della pittura di Gisella Spinella. E se non è il mare sono gli stagni: con donne distese ai bordi di uno specchio d’acqua intente a leggere un libro.In questa sua galleria un posto a se hanno le figure domestiche.Riprodotte per lo più in piccoli quadri: opere che commuovono per la loro delicatezza”la cagnetta, il gatto di casa, che non ci sono più, ma che, ritratti, sono stati come eternati.” Miracolo dell’arte.