Una Storia – Amalia Pica

Roma - 23/11/2012 : 23/11/2012

Dopo Marcello Maloberti, Olaf Nicolai e Mario Garcia Torres sarà l’artista argentina Amalia Pica ad incontrare il pubblico romano.

Informazioni

Comunicato stampa

Il MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma e >DEPART FOUNDATION sono lieti di presentare il terzo appuntamento con Una Storia: un ciclo di cinque incontri con altrettanti artisti di fama internazionale appartenenti a diverse generazioni, per ripensare il classico format del talk d’artista. Una Storia è un progetto a cura di Luca Lo Pinto.

Dopo Marcello Maloberti, Olaf Nicolai e Mario Garcia Torres sarà l’artista argentina Amalia Pica ad incontrare il pubblico romano venerdì 23 novembre, alle ore 18.30 all’Auditorium del MACRO

L’ultimo appuntamento con Una Storia sarà il 14 dicembre con il maestro John Stezaker (Worcester - Inghilterra nel 1949).

Nata in Argentina nel 1978 durante la così detta “guerra sporca”, ovvero sette anni di campagna contro i sospetti dissidenti e sovversivi, Pica ha sviluppato il suo lavoro per sondare i limiti e i fallimenti del linguaggio. Si è particolarmente interessata al ruolo dell'artista come medium di messaggi al pubblico, come colui che può tradurre il pensiero in azione, l’idea in oggetto.
Il suo lavoro è una riflessione ottimista sul significato dei momenti significativi e a volte fugaci delle nostre esperienze condivise, per questo motivo spesso nelle sue opere sono incorporati elementi che richiamano eventi legati ai momenti di festa come bandiere, striscioni, coriandoli, e arcobaleni; attraverso questi ed altri materiali semplici, a volte casualmente trovati,, Pica crea sculture ed installazioni esteticamente godibili e concettualmente rigorose.

Amalia Pica (Neuquén Capital, Argentina, 1978) attualmente vive e lavora a Londra. Dopo aver studiato presso l'Instituto Universitario Nacional del Art e l'Escuela Nacional de Bellas Artes di Buenos Aires, è stata in residenza alla Rijsakademie di Amsterdam nel 2004-2005. Tra le mostre personali ricordiamo: Chronic Listeners, Kunsthalle St Gallen (2012); Amalia Pica: UMMA Projects, alla University of Michigan Museum of Art (2011); C-sale presso la Malmo Konsthall, Svezia (2010). Nel 2013 sono previste le mostre presso il List Visual Arts Center del MIT di Cambridge (MA) e il Museum of Contemporary Art, di Chicago (US); la Kunsthalle Lissabon di Lisbona, il Museo Nacional De Bellas Artes, di Neuquen (Argentina) e il Museo Tamayo di Città del Messico (Messico). Le mostre collettive includono: Hayward Gallery, London (2010); Kunsthalle Basel (2008); Encuentro Regional de Arte, Montevideo (2007); Stedelijk Museum, Amsterdam (2007); Platform Garanti, Istanbul (2006) e la Biennale di Liverpool (2006). Pica ha partecipato alla 54ma Biennale di Venezia (2011) ed è stata inclusa nella seconda Triennale The Ungovernables del New Museum (New York). Nel 2011 ha vinto premio CIFO della Cisneros Fontanals Art Foundation, Miami.


Una Storia si propone di individuare chiavi di lettura insolite e alternative ai percorsi ampiamente riconosciuti e consolidati come “classici” della storia dell’arte italiana e internazionale. A tale scopo sono stati invitati cinque protagonisti del panorama artistico contemporaneo le cui narrazioni offriranno non solo spunti di riflessione sulla storia dell’arte ma anche, e soprattutto, interessi e punti di riferimento dei protagonisti dell’arte di oggi.

Parole, immagini, suoni e video saranno gli elementi attraverso i quali si svilupperanno le narrazioni affascinanti e sorprendenti di ciascuno degli artisti: cinque veloci viaggi attraverso il tempo e la storia; cinque “storie dell’arte” in bilico tra una dimensione più intima e personale e una più collettiva e familiare.