Ugo Simeone – Sigillo

Torino - 18/01/2018 : 03/03/2018

Partendo da alcune delle tavole che Giordano Bruno incise per i suoi scritti filosofici, Ugo Simeone presenta in questa nuova opera, dal titolo Sigillo, cinque grandi fotografie.

Informazioni

  • Luogo: WEBER & WEBER ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
  • Indirizzo: Via San Tommaso 7 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 18/01/2018 - al 03/03/2018
  • Vernissage: 18/01/2018 ore 18
  • Autori: Ugo Simeone
  • Generi: fotografia, personale
  • Orari: da martedi a sabato, ore 15.30 – 19.30

Comunicato stampa

Partendo da alcune delle tavole che Giordano Bruno incise per i suoi scritti filosofici, Ugo Simeone presenta in questa nuova opera, dal titolo Sigillo, cinque grandi fotografie.

Le icone matematiche di Bruno accadono nello sguardo, dove ogni interpretazione e' un atto creativo capace di moltiplicare i significati del segno all'infinito.

Si ripresentano sotto forma di cieli stellati le segrete alchimie della creazione che, alla maniera di Bruno, mostrano il congegno nascosto dell'universo attraverso tracciati invisibili. Diventa essenziale concentrarsi nello sguardo per accogliere la visione dell'interiorita', dall'immagine sensibile a quella mentale



Nei suoi rozzi diagrammi di stelle e di raggi, Bruno lega in una geometria, tanto lineare quanto ideale, le magiche suggestioni naturali del paesaggio, il cielo e l'aria come luoghi dell'irreale e della fantasia. Allo stesso modo queste nature morte appaiono composte da schemi, tracciati, insieme visibili e invisibili, analoghi a costellazioni, il cui linearismo evoca un ordito emergente dal nero di fondo.

Le immagini si perdono nei contrasti dei pieni e dei vuoti: strutture che valgono tanto quanto segni, fasci luminosi in forme traslucide. Nella sua propria luce l'oggetto sospeso traspare nell'idea della carta gualcita, mentre nella visione d'insieme trame di luce ci aprono a spazi non euclidei.

E se Bruno, nella dispositio, colloca i dati mnemonici prima che essi diventino immagini, Simeone dispone una sorta di mappa del cielo notturno, che ci dona la possibilita' di intravedere, come in una traccia, la struttura che connette tutte le cose.

Giovanni Rossetti