Trent’anni di Fortezza

Volterra - 28/07/2020 : 26/09/2020

Anche quest’anno la Casa di Reclusione di Volterra e la Compagnia della Fortezza ci apriranno le porte con un percorso teatrale che si rinnova e ci stupisce di anno in anno.

Informazioni

  • Luogo: FORTEZZA MEDICEA
  • Indirizzo: Rampa di Castello, 4, 56048 - Volterra - Toscana
  • Quando: dal 28/07/2020 - al 26/09/2020
  • Vernissage: 28/07/2020
  • Generi: teatro

Comunicato stampa

#TRENTANNIDIFORTEZZA
progetto triennale 2018/2020
direzione artistica Armando Punzo
organizzazione generale Carte Blanche
a cura di Cinzia de Felice

Anche quest’anno la Casa di Reclusione di Volterra e la Compagnia della Fortezza ci apriranno le porte con un percorso che si rinnova e ci stupisce di anno in anno.
Dobbiamo tanto ai detenuti-attori per questi trent’anni di Fortezza, per tutto quello che hanno costruito, giorno dopo giorno, con tenacia e visione di futuro


Ringrazio loro e, con loro, gli agenti, gli operatori e le direzioni che si sono succedute nel corso del tempo per la loro lungimiranza, per aver sostenuto un’idea così grande e per aver contribuito, in maniera determinante, alla realizzazione di un carcere all’avanguardia, a livello internazionale, per le attività culturali e trattamentali.
Quest’anno, nel trentesimo anniversario della Fortezza, abbiamo fatto un passo avanti importantissimo atteso da anni per rafforzare questa straordinaria esperienza di professionalità e umanità.
Sono infatti iniziati i saggi archeologici per costruire il Teatro stabile in carcere e, al tempo stesso, sono in corso di definizione i passaggi necessari per realizzare la struttura.
Siamo soddisfatti di questo progetto e immaginiamo il Teatro stabile come un luogo di arte e cultura realizzato e vissuto da tutta la città. Sarà una città visibile e necessaria per, come scrive Italo Calvino, «cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all’inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio».
Giacomo Santi
Sindaco del Comune di Volterra

Una rete di progetti, un cantiere aperto che fa bene a Volterra e al territorio: sono il progetto e lo spettacolo Naturae al quale assisteremo nella Casa di Reclusione e il sogno possibile del Teatro stabile in carcere.
La Compagnia della Fortezza è una storia lunga più di trent’anni che incontra il futuro non soltanto con il Teatro stabile, ma anche grazie a un luogo di memoria condivisa presso la Biblioteca comunale della città dove avrà sede l’Archivio Storico della Compagnia della Fortezza, dichiarato nel 2014 “Bene di interesse storico archivistico di particolare importanza” dalla Soprintendenza archivistica per la Toscana.
La Compagnia della Fortezza e Carte Blanche sono molto altro ancora e rappresentano un vero e proprio bene comune. Come lo è la cultura che fa bene alla vita e che cura.
Mi riferisco al Progetto “Sogni e Bisogni”, che vede la cooperazione di 31 fra associazioni, enti e scuole del nostro territorio e che mira a contrastare la dispersione scolastica, prevenirne l’abbandono, abbattere l’isolamento sociale e culturale e arginare la povertà culturale attraverso attività orientate allo sviluppo della creatività e della progettualità e alla valorizzazione dei talenti.
Mi riferisco al Progetto “Per Aspera ad Astra” di ACRI-Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa / Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra volto a promuovere e rafforzare progetti attivi all’interno degli istituti penitenziari e aventi come obiettivo la formazione, il recupero, la rieducazione e la risocializzazione dei detenuti tramite il teatro, le arti e i mestieri propri dell’attività teatrale.
Tutto questo è fare rigenerazione umana grazie a itinerari innovativi e sperimentazioni concrete. La stessa rigenerazione umana che abbiamo voluto al centro del dossier di candidatura per Volterra Capitale Italiana della Cultura 2022: rigenerare spazi per renderli luoghi, rigenerare individui per renderli persone. Da trent’anni Carte Blanche e la Compagnia della Fortezza si prendono cura di tutto questo e noi siamo grati loro per gli obiettivi raggiunti e per quelli che conseguiremo insieme.
Dario Danti
Assessore alle Culture del Comune di Volterra

Finisce qui il progetto dei Trent’anni, tre anni di celebrazioni necessarie per dar corpo e concretezza a un luogo immateriale da segnare sulla mappa infinita della Compagnia della Fortezza, un territorio inesplorato fatto di idee, opere e progetti, di ricerca, di bellezza e armonia. Questo finale, il lasciarsi alle spalle questa emozionante avventura intellettuale e umana, coincide, per il chiaro disegno di un’idea più grande di noi, con l’inizio dei saggi archeologici preliminari all’avvio dei lavori per la realizzazione del Teatro Stabile in carcere a Volterra. Si riparte quindi per una nuova avventura, per una nuova spedizione che ci condurrà ancora più lontano, fino ai limiti più estremi della nostra mappa ideale, per dare forma a un territorio sconosciuto oggi ancora inimmaginabile. Ringrazio i rappresentanti degli Enti e delle Istituzioni che ci sostengono e i miei compagni di viaggio che dall’inizio mi hanno permesso di affrontare questo viaggio di amore.
Armando Punzo

#TRENTANNIDIFORTEZZA
Trent’anni di Fortezza, tre anni di iniziative, progetti e azioni artistiche che, con diversi linguaggi, sono servite a raccontare quanto è stato fatto, ma soprattutto a rendere evidente quanto ancora sarà necessario e si potrà fare.
Trent’anni durante i quali più volte ho, e abbiamo, avuto la sensazione di lanciarci nel vuoto pur di realizzare i nostri sogni, senza paura, e sorretti solo dalle nostre visioni.
Siamo ancora qua, e dopo oltre trent’anni, ci sentiamo ancora come dei giovani che muovono i primi passi, in un cammino ancora lungo da percorrere, con entusiasmo, energia e sempre pervasi da un briciolo di sana incoscienza.
Per sventare l’orribile rischio della museificazione e dell’incasellamento di genere che, da sempre, accuratamente, con fermezza, rifuggiamo, abbiamo innescato percorsi e progetti nelle direzioni più svariate e impensate, ci siamo “frammentati” e resi “semi” per la nascita di nuove esperienze, abbiamo lavorato perché il “metodo” fosse un’ispirazione, un modello di vita, più che un rigido protocollo da non mettere in discussione. Le nostre azioni artistiche, a partire dal carcere, hanno portato trasfigurazione e meraviglia nei luoghi, rigenerato spazi e persone. Abbiamo vissuto nei teatri e nelle città come se avessimo dovuto abitarli per tutta la vita. Abbiamo incontrato migliaia di compagni di viaggio, giovani, anziani, bambini, persone comuni, ai quali abbiamo aperto le nostre braccia e donato il nostro cuore. Alcuni ci hanno abbandonato lungo il percorso, ma tanti sono sempre accanto a noi e in giro nel mondo portano dentro di loro e nelle loro azioni, il senso profondo del nostro fare teatro.
Cinzia de Felice



PROGRAMMA

PROGETTO NATURAE
28 luglio / 2 agosto – ore 16.00 – Fortezza Medicea / Casa di Reclusione – Volterra
NATURAE. LA VITA MANCATA – 1° QUADRO
drammaturgia e regia Armando Punzo
ingresso su autorizzazione. La partecipazione allo spettacolo si svolgerà nel rispetto delle previsioni dei DPCM recanti misure per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19
8 / 9 agosto – ore 17.30 e ore 21.30 – Padiglione Nervi Ex Salina di Stato – Saline di Volterra
NATURAE. LA VALLE DELL’ INNOCENZA – 2° QUADRO
drammaturgia e regia Armando Punzo
SPETTACOLO SITE SPECIFIC
ingresso con prenotazione obbligatoria. La partecipazione allo spettacolo si svolgerà nel rispetto delle previsioni dei DPCM recanti misure per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19

23 / 30 luglio – Fortezza Medicea / Casa di Reclusione – Volterra
MASTERCLASS DI ALTA SPECIALIZZAZIONE CON LA COMPAGNIA DELLA FORTEZZA
La masterclass di alta specializzazione con la Compagnia della Fortezza rivolta a operatori artistici è una delle azioni previste dal progetto PER ASPERA AD ASTRA – COME RICONFIGURARE IL CARCERE ATTRAVERSO LA CULTURA E LA BELLEZZA, sostenuto da ACRI – Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa
(partecipazione su selezione. La call è chiusa)

30 luglio – ore 18.30 – Anti Social Social Park / Parco Archeologico E. Fiumi – Volterra
PER ASPERA AD ASTRA – COME RICONFIGURARE IL CARCERE ATTRAVERSO LA CULTURA E LA BELLEZZA. UN GRANDE PROGETTO DI RIGENERAZIONE UMANA
presentazione del progetto nazionale di rete a sostegno del teatro in carcere a partire dal modello operativo della Compagnia della Fortezza, sostenuto e promosso da ACRI – Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa. Intervengono: Giorgio Righetti – Direttore Generale di ACRI / Roberto Pepi – Presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra / Armando Punzo – Regista e direttore artistico Compagnia della Fortezza / rappresentanti di Fondazioni di origine bancaria, associazioni teatrali partner del progetto e istituzioni locali
ingresso libero fino al raggiungimento della capienza massima consentita nel rispetto delle previsioni dei DPCM recanti misure per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19

29 luglio – ore 18.30 – Teatro di San Pietro – Volterra
INAUGURAZIONE DEL RISTRUTTURATO TEATRO DI SAN PIETRO
grazie alle azioni di riqualificazione del Progetto Sogni e Bisogni/Impresa Sociale Con I Bambini

dal 29 luglio – ore 18.30 – Teatro di San Pietro – Volterra
IN LUCEM
LE PAROLE / I SUONI / I CORPI / L’IDEA
un viaggio nel tempo e nello spazio, dalla rappresentazione alla visione di un’idea
videoinstallazione di Luca Serasini / progetto sonoro di Andreino Salvadori / cura Cinzia de Felice
ingresso libero fino al raggiungimento della capienza massima consentita nel rispetto delle previsioni dei DPCM recanti misure per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19

a seguire
dalle 19.30 in poi – Parco Archeologico E. Fiumi – Volterra
HAPPY ENDING PARTY
nell’ambito di Anti Social Social Park – VaiOltre!
ingresso libero fino al raggiungimento della capienza massima consentita nel rispetto delle previsioni dei DPCM recanti misure per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19

dal 27 luglio al 10 agosto
VIA DALLA PAZZA FOLLA – bookshop
Un bookshop tematico allestito nella storica Libreria de l’Araldo di Volterra (via Ricciarelli 30). Un luogo sospeso in cui rifugiarsi, tra libri e oggetti vintage, per scomporre e ritrovare le drammaturgie degli spettacoli della Compagnia della Fortezza, approfondendo argomenti e tematiche tramite una selezione speciale di volumi e opere
ingresso libero fino al raggiungimento della capienza massima consentita nel rispetto delle previsioni dei DPCM recanti misure per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19

15 / 16 / 22 / 23 / 29 agosto – ore 17.00 in onda su STORIE TEATRALI 50 – Rai Radio 3 Pantagruel
VOGLIO SOGNARE UN UOMO E IMPORLO ALLA REALTÀ
parole, musiche e suoni dal teatro della Compagnia della Fortezza diretta da Armando Punzo
racconto sonoro in cinque capitoli
a cura di Cinzia de Felice
drammaturgia musicale Andrea Salvadori

26 settembre – ore 17.00 – Biblioteca Comunale di Volterra
INAUGURAZIONE DELL’ARCHIVIO STORICO DELLA COMPAGNIA DELLA FORTEZZA
intitolato all’Avvocato Augusto Bianchi Rizzi

nell’occasione verrà presentata la mostra
DENTRO LA STORIA
la storia della Compagnia della Fortezza in un racconto fotografico di Stefano Vaja
La mostra resterà in esposizione permanente nei locali dell’Archivio Storico e sarà sempre visitabile negli orari di apertura della Bibilioteca Comunale
ingresso libero fino al raggiungimento della capienza massima consentita nel rispetto delle previsioni dei DPCM recanti misure per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19