Trash boarding

Bologna - 13/03/2015 : 22/03/2015

La mostra Trash boarding raccoglie dunque le opere di nove artisti sul tema del riciclaggio e dello smaltimento dei rifiuti relazionato all’inquinamento ambientale, con l'obiettivo di creare un percorso visivo che stimoli la riflessione su questa problematica questione e che illumini le coscienze.

Informazioni

  • Luogo: PIAZZA XX SETTEMBRE
  • Indirizzo: Piazza XX settembre - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 13/03/2015 - al 22/03/2015
  • Vernissage: 13/03/2015 ore 15
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: Venerdì 13, sabato 14, domenica 15 e lunedì 16 marzo dalle 15.00 alle 23.00 Martedì 17, mercoledì 18 e giovedì 19 dalle 12.00 alle 23.00 Venerdì 20 dalle 15.00 alle 23.00 Sabato 21 dalle 9.00 alle 23.00 Domenica 22 dalle 15.00 alle 23.00
  • Sito web: http://www.lawunderprod.com
  • Email: info@lawunderprod.com

Comunicato stampa

TRASH BOARDING




a cura di La Wunder
in collaborazione con Legambiente; Libera; Comitato IoLotto; YarT Photography.
In Piazza XX settembre (BO) accanto al gazebo di Legambiente.
Dal 13 al 22 marzo, in occasione della settimana della Cittadella della legalità organizzata da Libera


ORARI:
Venerdì 13, sabato 14, domenica 15 e lunedì 16 marzo dalle 15.00 alle 23.00
Martedì 17, mercoledì 18 e giovedì 19 dalle 12.00 alle 23.00
Venerdì 20 dalle 15.00 alle 23.00
Sabato 21 dalle 9.00 alle 23.00
Domenica 22 dalle 15.00 alle 23.00
Gli artisti:
Apparati Effimeri Pep Marchegiani Mariano Franzetti Rosanna Montanaro
Michela Franzoso Daniele Pasci Mauro Pagnano Cristina Portolano

Malì Erotico

La mostra prende spunto da alcune riflessioni generali sul tema dei rifiuti, sviluppatesi a partire da alcuni noti fatti di cronaca degli ultimi anni. Dal fiume Lambro a Porto Marghera, dalla Terra dei Fuochi al disatro dell'Ilva di Taranto a tanti altri casi di sversamento illegale e diffusione di sostanze tossiche provenienti dai grandi centri industriali, il Bel Paese è vittima di inutili promesse di recupero ambientale. Indipendentemente da ciò che può fare il cittadino singolo, finchè si manterranno le attuali politiche, sarà difficile risolvere il problema del ripristino e smaltimento di rifiuti e dei danni a essi collegati.
In generale si può affermare che le risorse naturali già ampiamente sfruttate dall’attuale sistema economico, basato su un modello di crescita fondato sul produttivismo e il consumo, sono ulteriormente messe in pericolo dalla produzione di tonnellate di spazzatura che contaminano quotidianamente il pianeta a scapito della nostra salute.
I rifiuti industriali sono ancora oggi oggetto di un commercio internazionale e viaggiano per lunghissimi percorsi, rendendo difficile la loro tracciabilità. La corruzione e l'alleanza tra le organizzazioni criminali e la politica aggrava la complicata situazione.

In relazione all’imprescindibile questione delle eco mafie, sembra quantomeno doveroso ricordare la storia della morte di Ilaria Alpi, uccisa il 20 marzo 1994 a Mogadiscio da un commando di sette persone con l'operatore Miran Hrovatin. In quel periodo la giornalista conduceva un'indagine sui traffici illegali di rifiuti che vedeva l'Italia come crocevia di traffici internazionali e materie radioattive provenienti dai paesi del nord Europa e destinati a raggiungere le coste dell'Africa e dei paesi asiatici.
La mostra Trash boarding raccoglie dunque le opere di nove artisti sul tema del riciclaggio e dello smaltimento dei rifiuti relazionato all’inquinamento ambientale, con l'obiettivo di creare un percorso visivo che stimoli la riflessione su questa problematica questione e che illumini le coscienze.
Inoltre il 16 marzo alle ore19.30 con il Comitato IoLotto, presso la sede di Legambiente di Piazza XX settembre (BO), verrà mostrato il corto della regista Michela Franzoso I tulipani sul cratere girato, in collaborazione con Matteo Fraterno, ai piedi del Vesuvio durante il periodo dell'emergenza spazzatura in Campania, seguirà un didattito sul tema dello sversamento dei rifiuti industriali nel nostro paese.