Torcularia Book Festival. Festival della conoscenza

Langhirano - 05/06/2021 : 11/06/2021

Il TorculariaBookFestival. Festival della conoscenza, inserito nel programma di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020+21, ospiterà importanti figure del panorama culturale italiano con incontri e Lectiones Magistrales.

Informazioni

Comunicato stampa

Dopo i lunghi mesi di chiusura dovuti alla pandemia e di fermo obbligato di iniziative, spettacoli ed eventi, ecco che i primi segnali della tanto attesa ripartenza stanno arrivando. Segnali la cui forza positiva riesce a regalare quel senso di programmazione che si era andato spegnendo nell’ultimo anno e mezzo. E proprio in questo clima di timida riapertura si inserisce una delle prime occasioni culturali da vivere in presenza

A ospitarla, una location d’eccezione, il cui suggestivo fascino storico, culturale e leggendario rimane immutato nei secoli: il Castello di Torrechiara

Per sette giorni, dal 5 all’11 giugno 2021, il TorculariaBookFestival. Festival della conoscenza, inserito nel programma ufficiale di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020+21 all’interno del progetto complessivo Val Parma e dintorni. I sapori della cultura, restituirà all’abitato di Torrechiara il ruolo di centro di produzione e divulgazione del sapere. Lo stesso ruolo che ebbe nel Quattrocento, quando, per volontà di Pier Maria Rossi (1413-1482), vide sorgere un borgo fortificato, una badia benedettina e un castello.
Sede per alcuni decenni, nella seconda metà del XV sec., di una corte raffinata, ospitò poeti, narratori, musici e pittori, in un clima di entusiasmo per le lettere e le arti che anticipò di un quarantennio i frutti più maturi del Rinascimento parmense, quelli del Correggio e Parmigianino.
Fu lui a commissionare opere d’arte, architettura e letteratura, quale uomo di vasta cultura, sensibile alle moderne istanze umanistiche, eppure educato secondo il modello medievale delle sette artes liberales.
Già in epoca romana alcuni pensatori avevano cercato di “imbrigliare” il sapere in un sistema predefinito di conoscenze. L’età di mezzo elevò questa suggestione a norma, stabilendo in sette le discipline fondamentali, suddivise in trivio (grammatica, retorica, dialettica) e quadrivio (aritmetica, geometria, musica, astrologia).
Proprio da questa suggestione nasce il progetto del Festival. Sette giornate dedicate ad altrettante arti liberali, opportunamente attualizzate in linguistica, letteratura, filosofia, matematica, architettura, musica e astronomia.

“Torcularia Book Festival. Festival della conoscenza, inserito tra gli eventi di Parma Capitale della Cultura 2020 + 2021, si terrà per la prima volta a Torrechiara all’interno del Castello, messo gentilmente a disposizione dal Polo Museale Regionale. – spiega Giordano Bricoli, Sindaco di Langhirano - Vedrà la partecipazione di illustrissimi ospiti del mondo culturale italiano che, attraverso i loro approfondimenti e le loro riflessioni, ci accompagneranno nel mondo dei libri e non solo. Torrechiara tornerà così a essere un centro di divulgazione del sapere come lo fu nel 400. Accanto al nucleo centrale del Festival, si svolgeranno numerose iniziative collaterali, organizzate grazie alla straordinaria partecipazione di privati cittadini, associazioni e attività, che arricchiranno queste giornate sul territorio. Tengo a sottolineare che questo evento rappresenta anche un modo per uscire dalle difficoltà di questo ultimo anno oscurato dalla pandemia”.
Parole di grande apprezzamento e collaborazione da parte dell’Architetto Giorgio Cozzolino, Direttore Regionale Musei Emilia Romagna: "La Direzione Regionale Musei Emilia Romagna ha da subito sostenuto con grande interesse il TorculariaBookFestival, Festival della conoscenza, organizzato dal Comune di Langhirano per l’importanza artistica dell’iniziativa che vede come protagonisti delle lectiones magistrales personalità di fama nazionale nella suggestiva cornice del Castello di Torrechiara che già nel ‘400 fu sede di una corte raffinata e centro di produzione e divulgazione del sapere grazie all’ospitalità data a poeti, narratori, musici e pittori."

Un progetto di grande respiro che, proprio in virtù del suo ruolo culturale, è stato fin da subito annoverato tra le iniziative di Parma Capitale della Cultura. Un progetto nei confronti del quale l’Assessore alla Cultura di Parma Michele Guerra ha voluto porre l’attenzione: “Ho sempre detto che riusciremo a essere davvero Capitale Italiana della Cultura se sapremo coordinare le forze del Capoluogo con le forze del nostro territorio, naturalmente Torrechiara è il luogo per eccellenza della storia, della tradizione e della cultura nella nostra provincia. Il Torcularia Book Festival è l'evento giusto per poter valorizzare quel patrimonio storico e architettonico, per poter allo stesso tempo tenere il passo con il dibattito del tempo che scorre per i libri, per le riflessioni degli studiosi, per le forme di dialogo e confronto che vengono articolate dentro questo Festival. – spiega l’Assessore Guerra - Sarà un'occasione estiva che ci riporterà anche agli incontri in presenza, che ricondurrà al centro il concetto di incontro, ovvero il fulcro della nostra vita culturale. L'estate scorsa eravamo proprio vicino al Castello di Torrechiara per inaugurare il Sentiero d'arte, per sviluppare un progetto pubblico-privato che potesse portare le persone in mezzo alla natura, in mezzo alle architetture storiche e in mezzo a quel progetto che fa della riflessione culturale la chiave dell'intero nostro dossier e di quella che speriamo sia l’eredità di Parma Capitale Italiana della Cultura. Siamo quindi convinti che nonostante i contingentamenti, la presenza di ospiti così importanti a Torrechiara sia non solo un segno di attenzione, ma di rinascita. Spero che il Festival diventi per il nostro territorio un appuntamento continuo e fisso, capace di attirare sempre più spettatori”.

A lavorare in stretta sinergia con Comune e Centro Culturale di Langhirano con il ruolo di Direzione Artistica del Festival, Mariangela Guandalini e sua figlia Eleonora Guandalini, collaboratrici della casa editrice Guanda per l'organizzazione di eventi e la promozione di autori.

"Avevamo cominciato a progettare Torcularia nell'autunno del 2019 quando tutto era ancora lontano. Tante idee, tante proposte, tanto entusiasmo. Poi lo tsunami. Il vuoto dentro e fuori, ma nel silenzio timoroso di giornate tutte uguali, non abbiamo mai smesso di continuare a progettare, di tenere i contatti con quelli che sarebbero stati i nostri ospiti, di continuare a credere con fermezza che ciò che la cultura rappresenta nella vita di un uomo, non sarebbe mai svanito e anzi, ci avrebbe condotto fuori dal tunnel. – racconta Mariangela Guandalini - Adesso, con un anno di ritardo, eccoci qua. Torcularia, le sue eccellenze intellettuali, le parole eterne dei sommi poeti, l'importanza della nostra lingua, il fascino delle scienze, i tratti dell'architettura dei grandi, la magia della musica sono ritornati tutti al loro posto, qui al castello per noi, per voi."

"Sembrava ormai quasi impossibile riuscire a radunare a Torcularia, per una intera settimana, alcuni dei più prestigiosi e più rappresentativi nomi della cultura italiana. È di questo che avevamo tutti bisogno. – sottolinea Eleonora Guandalini - Immergerci nelle parole di chi sa comunicare, per lenire la paura, dissipare le ombre e trovare una nuova spinta ad andare avanti.
Gli amici hanno risposto, superando ogni possibile intoppo e sono pronti a regalarci dal vivo quelle emozioni che, per lungo tempo, avevamo accantonato. Beccaria, Dorfles, Odifreddi, Galimberti, Mancuso, Barbero e tanti altri nomi eccellenti si alterneranno nel magico palcoscenico naturale che è il Castello di Torrechiara, per significare coi loro interventi, quanto importante sia poter rinascere".


Punto centrale del progetto è il libro, intorno al quale si muoveranno tutte le attività. Il TorculariaBookFestival. Festival della conoscenza si svilupperà in un ricco calendario di incontri con scrittori, giornalisti e accademici a cui si affiancheranno delle lectiones magistrales: la voce del presente che si unisce all’insegnamento del passato. Tutti gli eventi saranno aperti al pubblico, con partecipazione gratuita previa prenotazione e fino a esaurimento dei posti.

Un’esperienza immersiva nel mondo dell’editoria che si completerà con l’iniziativa “LIBRI IN CERCA DI LETTORI”: volumi di ogni genere, opportunamente “abbandonati” nelle vie di Torrechiara, da sfogliare, consultare, leggere, oppure fare propri.

Il Festival sarà introdotto da un evento di apertura, lo Spettacolo “Corpo Liturgico_Requiem” in programma venerdì 4 giugno alle 19, presso Badia Benedettina di Santa Maria della Neve – Chiostro; due eventi di chiusura, sabato 12 giungo nel Cortile d’Onore – Castello di Torrechiara: alle ore 11 presentazione del volume "Il Castello di Torrechiara. Le origini, gli anni del cantiere rossiano, le trasformazioni successive" dell'architetto Luciano Serchia, mentre alle ore 15 presentazione del volume “La Cantilena di Gerardo Rustici” a cura dell’autore dott. Gabriele Rozzi.

TORCULARIA OFF: INIZIATIVE COLLATERALI SUL TERRITORIO

Torcularia Book Festival sarà anche un evento condiviso da tutto il territorio, alla scoperta delle sue attrazioni culturali, paesaggistiche, ludiche ed enogastronomiche. Un evento "diffuso" con un ricco calendario di iniziative collaterali organizzate da aziende e attività locali. Tutti i dettagli sul programma di Torcularia Off: https://bit.ly/3uW0KJG

TORCULARIA KIDS

Spazio anche alle iniziative letterarie dedicate ai più piccoli con il Festival di letteratura per bambini e ragazzi, in programma dal 5 al 12 giugno. Una settimana di incontri, laboratori e spettacoli con autori e illustratori da tutta Italia. Per maggiori informazioni: http://assaporaparma.it/it/eventi/festival-letteratura-per-bambini-a-torrechiara