Tommaso Medugno – Over the rainbow

Roma - 16/06/2021 : 27/06/2021

Lo Ostudio di Roma inaugura la sua attività espositiva con una mostra personale dell’artista Tommaso Medugno.

Informazioni

  • Luogo: OSTUDIO
  • Indirizzo: via Oreste Salomone, 3A 00177 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 16/06/2021 - al 27/06/2021
  • Vernissage: 16/06/2021 ore 17
  • Autori: Tommaso Medugno
  • Generi: arte contemporanea, inaugurazione, personale
  • Orari: Dal 17 al 20 giugno dalle 16:00 alle 20:00 26 e 27 giugno dalle 16:00 alle 20:00

Comunicato stampa

Lo Ostudio di Roma inaugura la sua attività espositiva con una mostra personale dell’artista Tommaso Medugno, pittore che, per questa occasione, espone una selezione di tele inedite frutto della sua più recente ricerca pittorica


Da un punto di vista compositivo, l’artista propone una serie di ritratti e doppi ritratti raffiguranti personaggi appartenenti ad un passato più o meno recente; i soggetti delle sue opere, dagli sguardi algidi e dalle posture severe, emergono da paesaggi di montagna apparentemente incongrui, mentre sono intenti a compiere semplici gesti appartenenti ad una quotidianità ormai perduta (come uno smash a tennis o scrivere appunti su un taccuino) o, come nei doppi ritratti, a “relazionarsi” con criptiche figure dalle sembianze zoomorfe.
In tutte le tele è presente un forte cromatismo psichedelico e pop.
Tommaso Medugno disarma proponendo visioni alterate e distopiche, un tempo sospeso che favorisce una dimensione metafisica e surreale del presente. I volti dei personaggi sono sovente ritratti di nazisti le cui orecchie blu, arancioni e verdi ci ricordano Kirchner, ma con un taglio più irriverente alla Grosz. Il colore dell’orecchio, organo dell’ascolto e di conseguenza della comunicazione e della comprensione, evidenzia il suo “non-funzionamento” ovvero l’interruzione della sua capacità. Non è del resto la completa mancanza di ascolto l’origine delle violenze più efferate?
Individui incapaci di ascoltare che si sono auto elevati alla cima del mondo, ecco quindi le montagne che l’artista ci propone quasi ossessivamente sullo sfondo delle sue composizioni. La vetta, meta per erigersi sull’ultimo gradino del mondo è metafora di uno sfrenato desiderio di potere che, inevitabilmente, porta con sé solitudine e isolamento.
Se nella pittura di Medugno i riferimenti al passato sono evidenti, non meno forti sono i richiami contemporanei. Mentre l’utilizzo del colore si rifà all’Espressionismo tedesco, la palette cromatica proviene dalle avventure animate degli statunitensi “The Simpsons” ed “Adventure Time”. Il fumetto e il cartoon underground sono infatti parte integrante della cultura estetica dell’artista almeno quanto De Chirico e Grosz.
Un’attitudine punk-dada nella quale un uomo-scimmia-marinaio è isolato su una montagna, ormai privo della sua nave, o un tennista che gioca ad una impraticabile partita con una racchetta senza corde.
Pur esprimendo una grande qualità pittorica e di disegno la pittura di Tommaso Medugno si posiziona nel fraintendimento, nell’ambiguità, nell’incomprensione e nel paradosso; serve un punto di vista fuori dal tempo e dallo spazio per poterla afferrare nella sua interezza, serve un salto Over the Rainbow.

Daniele Spanò



TOMMASO MEDUGNO
Nato a Roma nel 1976, nel 2000 si diploma in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Roma. Realizza i suoi lavori nello studio 54 di Roma
Tra le mostre principali:
“Co-Working Space” Gallery of Art Temple University, Roma 2015
“Persuasion” Galleria Menexa, Roma 2014
“Start Up” Rosso20sette, Roma 2012
“Il signore delle mosche” Galleria L’Union, Roma 2007
“Cowparade” Firenze 2005
“Gemine: Muse” Centrale Montemartini, Roma 2004



OSTUDIO è uno spazio di co-abitazione artistica di Daniele Spanò | Luca Brinchi | Anna Basti | Chiara Caimmi | Salvo Lombardo | Daria Greco | Valeria Testagrossa | Giulia Pietrozzini

_________________________________________________________________________

L’ingresso del pubblico alla mostra terrà conto delle normative vigenti COVID emanate dal ministero della salute.