Tommaso De Angelis / Angela Lai – Quando la poesia è pittura

Milano - 13/01/2016 : 26/01/2016

Mostra di pittura e poesia di: Tommaso De Angelis e Angela Lai.

Informazioni

  • Luogo: STATUTO 13
  • Indirizzo: Via Statuto 13 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 13/01/2016 - al 26/01/2016
  • Vernissage: 13/01/2016 ore 18,30
  • Autori: Tommaso De Angelis, Angela Lai
  • Curatori: Massimiliano Bisazza
  • Generi: arte contemporanea, doppia personale
  • Orari: dalle h 11 alle h 19 dal martedì al sabato

Comunicato stampa

Il lavoro artistico presentato da Tommaso De Angelis è stato profondamente ispirato dalla poesia introspettiva di Angela Lai. Il concetto di bidimensionalità emerge non solo osservando gli acrilici del pittore De Angelis, bensì introiettando le sensazioni dell'anima, della spiritualità grazie all'ausilio della parola poetica dove i versi di Angela Lai accompagnano sapientemente il colore che è movimento, sentimento



Un progetto funzionale tra le due realtà: quella pittorica e quella poetica appunto, che si amalgamano perfettamente in una “ricetta” creativa dove Angela Lai ha ritrovato un movimento intrinseco alla sua anima tramite l'espressione coloristica dei lavori artistici di Tommaso De Angelis.

Tutta la poetica converge verso l'idea che ciò che conta è la bidimensionalità dell'arte e il colore è processo creativo che conduce alla forma ma che riporta inevitabilmente al colore stesso, creando un circolo virtuale che va al di là dell'idea di Arte Figurativa o Arte Astratta, molto al di là.

Angela Lai ha ritrovato una profonda unione mistica. La poetessa crede profondamente che ognuno di noi sia la proiezione del “Tutto”, dell' “Uno” - che tanto ci riporta al pensiero neoplatonico, ndr. - Le affinità elettive tra i due artisti, Lai e De Angelis, si scoprono consolidate dal reciproco percorso di chiara matrice steineriana che convoglia la conoscenza dell'uomo ponendolo, assieme all'espressione artistica, al centro del “Tutto” e dove scienza e misticismo sono la sintesi reciproca.



Quando la poesia è pittura dunque; ci è consentito approdare a un Universo parallelo e di poter rivivere la propria spiritualità nella quale l'estrinsecazione del “sentire” di ogni singolo individuo senziente è libera di esprimersi in ogni dove e in ogni forma, con estrema libertà.