The Living Art porterà a Spazio Ferramenta una performance, un video e anche un momento di incontro e discussione.

Informazioni

Comunicato stampa

Spazio Ferramenta il 15 settembre alle ore 18.30 inaugurerà la nuova stagione con il progetto itinerante The Living Art. Dopo essere passati per Bologna, Venezia e Vicenza non poteva non toccare Torino, città molto attenta all’arte contemporanea.

Un viaggio attraverso performance e living art che si snoda come una lunga azione portando nelle varie città l’idea di una mostra senza confini. Una struttura articolata composta dal viaggio, dagli incontri e dal confronto con tutti i partecipanti che saranno presenti ogni volta a questa azione, diventando così parte fondamentale del progetto



The Living Art porterà a Spazio Ferramenta una performance, un video e anche un momento di incontro e discussione. Una tavola rotonda durante la quale sarà presentato il tema della mostra Senza Confini. Fondamentale sarà il confronto con il pubblico partecipante, invitato e incoraggiato a prendere parte alla discussione. La riflessione e il dialogo porteranno nuove idee, tasselli importanti che si aggiungeranno alla mostra Senza Confini.

Il tour è infatti un percorso che avrà come punto di arrivo e di convergenza la mostra finale che si terrà presso lo Spazio Shed di Schio, all’interno dello storico Lanificio Conte, l’8 e il 9 ottobre 2016 e una maratona non-stop di 48 ore con performance, workshop e conferenze. Gli artisti e il pubblico potranno vivere lo spazio intimamente, giorno e notte, in un’esperienza collettiva.

Durante la serata che si terrà a Spazio Ferramenta saranno presentate la performance: I don’t like my size di Mariarosa Vio e Andrea Tagliapietra e il loro video Inside. I due artisti insieme a Damiano Fina formano il Collettivo Persona.d