The eye of the collector

Bologna - 28/01/2012 : 05/02/2012

Arte Fiera Art First 2012 dedica un evento speciale alla video arte, coinvolgendo uno tra i più importanti collezionisti al mondo di questo genere: Manuel de Santaren. L’occasione è la mostra The Eye of the Collector, a cura di Julia Draganovic e Claudia Löffelholz, LaRete Art Projects.

Informazioni

Comunicato stampa

he Eye of the Collector
Opere di Video Arte dalla Collezione Manuel de Santaren
A cura di Julia Draganovic e Claudia Löffelholz, LaRete Art Projects per Arte Fiera Art First
MAMbo - Villa delle Rose, Via Saragozza 228-230, 40135 Bologna

29 gennaio – 5 febbraio 2012
Inaugurazione Sabato 28 gennaio, ore 18 – 24
Domenica 29 gennaio, ore 10 – 18
Lunedì 30 gennaio – Domenica 5 febbraio, ore 12 – 19

Arte Fiera Art First 2012 dedica un evento speciale alla video arte, coinvolgendo uno tra i più importanti collezionisti al mondo di questo genere: Manuel de Santaren. L’occasione è la mostra The Eye of the Collector, a cura di Julia Draganovic e Claudia Löffelholz, LaRete Art Projects, allestita dal 29 gennaio al 5 febbraio a Villa delle Rose, sede espositiva dell’Istituzione Galleria d’Arte Moderna di Bologna (ingresso libero, inaugurazione sabato 28 gennaio, ore 18-24).

De Santaren è un vero e proprio mecenate della “time based art”: egli traduce infatti la sua passione di collezionista in un’opera di sostegno di queste forme artistiche a livello internazionale, attraverso importanti donazioni alle collezioni di musei come il Guggenheim di New York, oltre che il supporto dei giovani artisti e una intensa attività di promozione e diffusione pubblica della conoscenza e fruizione delle opere di new media e video art. The Eye of the Collector offre a Bologna l’opportunità di conoscere uno spaccato significativo della ricerca che anima la sua collezione, con una selezione di 11 opere di alcuni dei più importanti artisti internazionali che si confrontano con il video: Maria José Arjona, Niklas Goldbach, Jesse Aron Green, William Lamson, McCallum and Tarry, Hans Op de Beeck, Chrischa Venus Oswald, Luigi Presicce, Isabel Rocamora, Janaina Tschäpe.

“Il potere travolgente del visivo che non ha bisogno della parola per spiegarsi - i video della collezione di Manuel de Santaren si basano su questo.” affermano le curatrici “Queste opere sono la prova che corpi e immagini in movimento sono elementi essenziali di un linguaggio video efficace. Non serve molto più di questo, ma niente è più difficile da raggiungere della semplicità. La selezione di video presentati in The Eye of the Collector dimostrerà una vasta gamma di modi in cui l'immagine in movimento, senza parole, riesce a destare divertimento o ammirazione, emozione, tenerezza o ribrezzo, confusione o – illuminazione!”

Manuel de Santaren è un collezionista che vive tra Boston e Washington DC, particolarmente interessato a opere di new media e video arte. La sua vasta collezione contiene opere focalizzate principalmente su performance, appropriazione dell'immaginario dei mass media e animazione. Manuel de Santaren è Co-Chair del Comitato per la Fotografia del Solomon R. Guggenheim Museum di New York, dove ha sostenuto l'acquisizione e l'inclusione di opere video nella collezione permanente. De Santaren è anche nel Board of Trustees del Museum of Fine Arts di Boston e partecipante attivo del comitato per l'arte contemporanea, per il quale mette a disposizione la sua conoscenza e passione per la time based art. Inoltre, de Santaren è membro dell'Executive Board della Fondazione Cisneros Fontanals di Miami, Florida.

In occasione della mostra è realizzata una pubblicazione (Italiano/Inglese) con testi di Manuel de Santaren, Julia Draganović, Elena Forin, Claudia Löffelholz, Federica Patti.
The Eye of the Collector
Opere di Video Arte dalla Collezione Manuel de Santaren

Maria Josè Arjona, Niklas Goldbach, Jesse Aron Green, William Lamson, McCallum and Tarry, Hans Op de Beeck, Chrischa Venus Oswald, Luigi Presicce, Isabel Rocamora, Janaina Tschäpe.

A cura di Julia Draganovic e Claudia Löffelholz, LaRete Art Projects per Arte Fiera Art First.

29 gennaio – 5 febbraio 2012
Inaugurazione Sabato 28 gennaio, ore 18 – 24
Domenica 29 gennaio, ore 10 – 18
Lunedì 30 gennaio – Domenica 5 febbraio, ore 12 - 19
Ingresso libero
MAMbo - Villa delle Rose, Via Saragozza 228-230, 40135 Bologna
Opere in mostra
Maria José Arjona. The Beauty of the Four-legged Animal, 2009. 4 channel video on monitors, non-synchronized, no sound.
Niklas Goldbach. The Nature of Things, 2011. Video Installation with stereo sound, Full HD, 202’.
Jesse Aron Green. Ärztliche Zimmergymnastik, 2008. Video Still. HD Video Installation with sound, 80'.
Bradley McCallum & Jacqueline Tarry. Cut, 2006. HD video with sound, 4'00''.
William Lamson. Action for the Paiva, 2011. Video Installation with sound, Full HD, 25'09''.
Hans Op de Beeck. The Stewarts Have a Party, 2006. Video with sound, 4'19''.
Chrischa Venus Oswald. HAUTNA---t, 2005-06, Video with sound, 2'47''.
Luigi Presicce. La benedizione dei Pavoni, 2011. Performance per due bambini, abitazione privata Porto Cesareo (LE). HD, no sound, 11'.
Isabel Rocamora. Body of War, 2010. Single channel video S16mm mastered onto HD hard drive, with sound. 20’49”.
Janaina Tschäpe, Lacrimacorpus, 2004. Single channel DVD projection with sound, 3'36'' / Untitled (Scream), From Series: Blood Sea, 2004. Single Channel DVD, no sound, 5’34”.