The Big Draw!

Torino - 16/10/2011 : 16/10/2011

Unico museo in Italia a partecipare a The Big Draw!, il più grande festival di disegno al mondo, la Fondazione apre tutti i suoi spazi ad un grande happening dedicato ad un pubblico di tutte le età.

Informazioni

  • Luogo: FONDAZIONE SANDRETTO RE REBAUDENGO
  • Indirizzo: Via Modane 16 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 16/10/2011 - al 16/10/2011
  • Vernissage: 16/10/2011 dalle 15 alle 19
  • Generi: performance – happening

Comunicato stampa

L'ARTE LASCIA IL SEGNO

Domenica 16 ottobre alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

Orario dalle 15.00 alle 19.00. Le attività sono libere e gratuite. Non è richiesta la prenotazione.

Unico museo in Italia a partecipare a The Big Draw, il più grande festival di disegno al mondo, promosso dal network internazionale “The Campaign for Drawing”, la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo apre, domenica 16 ottobre 2011, tutti i suoi spazi ad un grande happening dedicato ad un pubblico di tutte le età



L'arte lascia il segno

The Big Draw è un percorso di laboratori ispirati al tema L'era del disegno. Per la Fondazione è anche un'occasione per raccogliere riflessioni, opinioni, tracce, immagini sul valore dell'arte e della cultura. Passare la parola ai visitatori, a coloro che l'arte la guardano e la vivono, è il nostro modo per cercare nuovi punti di vista sull'importanza della cultura nella vita di tutti i giorni.

Come scrivono gli organizzatori di The Campaign for Drawing: "Disegnare aiuta a pensare, a inventare, a comunicare, al di là delle età e delle abilità".

Tra i differenti laboratori proposti domenica 16 ottobre in Fondazione, i partecipanti potranno lavorare a un grande disegno collettivo, una parete da riempire di segni e di pensieri intorno alla domanda "Che segno lascia l'arte?".

La creatività come modo per affrontare questioni importanti è particolarmente efficace come dimostra il progetto Save the Arts (www.savethearts-uk.blogspot.com), una campagna promossa da autorevoli personalità e prestigiose istituzioni culturali britanniche (tra cui Tate, Serpentine Gallery, ICA, Royal Academy) in cui gli artisti sono stati gli autori di un'inedita strategia di comunicazione a favore dell'arte contemporanea.

I laboratori proposti dalla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo domenica 16 ottobre dalle ore 15 alle ore 19 sono gratuiti.

Durante la giornata dedicata a The Big Draw è possibile visitare la mostra Un'Espressione Geografica. Unità e Identità dell’Italia attraverso l’Arte Contemporanea. La mostra (fino all'8 gennaio 2012) è organizzata e promossa da Fondazione Sandretto Re Rebaudengo e Banca Fideuram per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia. Curata da Francesco Bonami, presenta le opere di venti artisti stranieri, ognuno ispirato da una regione d'Italia.

I mediatori culturali d'arte della Fondazione saranno a disposizione durante l'orario di apertura per accompagnare i visitatori nella visita alla mostra (servizio gratuito).

The Campaign for Drawing - Campagna per il disegno

Nel 2009 la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo è entrata a far parte del network internazionale di “The Campaign for Drawing” (www.campaignfordrawing.org), un progetto nato in Inghilterra, che sostiene il disegno come strumento di crescita e creatività alla portata di tutti.

Ogni anno a ottobre il dipartimento educativo organizza “The Big Draw!”, una domenica interamente dedicata al disegno: le attività sono libere, gratuite e invadono l'intera Fondazione: dal bookshop e l'aula didattica dove si disegna con l'aiuto di giovani artisti e studenti dell'Accademia, alla caffetteria dove si può fare merenda disegnando. Ogni anno la proposta cambia, in base al tema generale del progetto, che coinvolge centinaia di musei e istituzioni culturali in tutto il mondo.

Domenica 16 ottobre: The Big Draw 2011 – L'era del disegno.

Il tema del 2011 è “The Drawing Age” (“L'era del disegno”): le postazioni per disegnare saranno allestite in tutta la Fondazione - ingresso, bookshop, caffetteria, giardino – e lo staff del dipartimento educativo sarà presente per facilitare l’approccio e condurre le attività di laboratorio, in collaborazione con alcuni studenti dell'Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova.

All’ingresso verrà distribuita una mappa della Fondazione, su cui individuare le proposte e scegliere quella che piace di più.

La mappa:

BOOKSHOP

Alberi genealogici

Conosci la storia della tua famiglia? Fino a quale parente sapresti ricostruirla? Da chi hai preso i tuoi bellissimi occhi? E i capelli? E quel particolare talento per il disordine? Completa il tuo albero genealogico e divertiti a creare incroci fantastici nel passato della tua famiglia!

BOOKSHOP

Che segno lascia l’arte?

C’è un grande foglio appeso alla parete: avvicinati e

lascia il tuo segno con un’idea, un suggerimento,

un’immagine... pensa a che cosa significa per te frequentare un museo e partecipa così al dibattito aperto sullo stato attuale della cultura.

Le tue parole e i tuoi disegni verranno raccolti intorno alla domanda “Che segno lascia l’arte?”: sarà un lavoro collettivo fatto con le opinioni di chi frequenta e ama i luoghi dell’arte contemporanea, condiviso anche sulla pagina Facebook della Fondazione: http://www.facebook.com/fondsrr

CAFFETTERIA

Merenda d’arte

Questa volta a merenda macchiare la tovaglia è un ordine! Usa tè, caffè e tisane insieme a matite e colori e personalizza la tua tovaglietta per una perfetta colazione all’americana. Prima di iniziare, puoi andare in mostra a vedere come l’artista Katerina Šedá ha realizzato tovaglie dipinte, ricamate e disegnate che raccontano la geografia di due paesi.

AULA INTERNET

Pensa al cielo e...

Visto che tempo fa fuori? Se potessi decidere tu, vorresti fulmini che sfrecciano nel cielo o un luminoso arcobaleno?Immagina di poter custodire fiocchi di neve e raggi di sole in un cassetto e di tirarli fuori quando vuoi tu. Puoi iniziare a disegnarli oggi, e appenderli al soffitto: una luce speciale li illuminerà creando una spettacolare installazione luminosa.

AULA DIDATTICA

Geograf ie immaginarie

Fatti ispirare dalle conversazioni tra gli artisti che hanno viaggiato in Italia per creare le opere della mostra “Un’Espressione Geografica”:

le trovi in consultazione nella stanza, insieme al materiale per disegnare il tuo itinerario. Puoi arricchirlo di note e storie, indirizzi e siti, ricordi personali e suggerimenti per gli altri visitatori. Non preoccuparti dei confini stabiliti, del Nord e del Sud: proviamo insieme a dar forma a una grande geografia collettiva, un ideale viaggio in Italia fatto di associazioni, distanze e racconti.

GIARDINO

L’era del disegno

Scopri in mostra come l’artista Ibon Aranberri ha recuperato misteriosi segni preistorici tracciati nella pietra, e li ha portati qui nella forma di documenti, ricalchi e fotografie. Poi divertiti a cercare antichissimi fossili sui muri esterni della Fondazione, ricalcali sulla carta velina e crea il tuo personale archivio di segni.