Terre Diverse

San Giovanni la Punta - 08/09/2012 : 08/10/2012

L’originalità e la particolarità dell’evento consistono nel mettere insieme arte e teatro, e nel dare la possibilità a tutti i giovani impegnati nelle espressioni artistiche di affermarsi e partecipare attivamente nella società mostrando le proprie capacità.

Informazioni

  • Luogo: PARCO DELL'ARTE - FONDAZIONE LA VERDE LA MALFA
  • Indirizzo: Via Sottotenente Nicolosi 29 - San Giovanni la Punta - Sicilia
  • Quando: dal 08/09/2012 - al 08/10/2012
  • Vernissage: 08/09/2012 ore 18
  • Curatori: Silvia Lucia Sampugnaro
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: da lunedì a venerdì dalle ore 17.00 alle 19.00 su appuntamento telefonando al n. 095 7178155 – 338 5078352 – il 6 ottobre 2012 in coincidenza della giornata del contemporaneo AMACI è visitabile dalle ore 16.00 alle ore 19.00.

Comunicato stampa

Da Sabato 8 settembre 2012 dalle ore 18.00 in poi, presso la Fondazione La Verde La Malfa è possibile visitare la mostra d’arte contemporanea “Terre diverse” a cura di Silvia Lucia Sampugnaro mentre alle ore 21.00 andrà in scena lo spettacolo teatrale della compagnia “Neon Teatro” L’incanto con la regia di Monica Folloni.

L’originalità e la particolarità dell’evento consistono nel mettere insieme arte e teatro, e nel dare la possibilità a tutti i giovani impegnati nelle espressioni artistiche di affermarsi e partecipare attivamente nella società mostrando le proprie capacità



Alla manifestazione, realizzata in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Catania, partecipano i giovani artisti: Melissa Magnoli, Maria Parisi, Cetty Previtera, Luigi Smeraldi, Maria Vittoria Torrisi e Giovanna Vinciguerra dell’Accademia di Catania e Francesco Carreca e Salvo Sorci dell’Accademia di Palermo, studenti laureandi scelti dagli specifici professori delle diverse materie artistiche.

“Terre diverse” è il titolo che la Fondazione La Verde La Malfa ha voluto dare alla mostra e ha chiesto ai giovani artisti attraverso i loro professori Natale Platania e Franco Nocera di prendere in considerazione tutte quelle realtà che a livello sociale e culturale sono sempre state soggette a discriminazioni e pregiudizi. Il senso della diversità tocca diverse figure della società: lo straniero, l’omosessuale, la donna, il genio, il portatore di handicap, e persino l’artista, infatti, molte produzioni artistiche di spessore sono state spesso abbattute dalla critica perché non corrispondenti a dei criteri prestabiliti.

Attraverso questo mostra vale la pena fare una riflessione socio-culturale che riconosce nella diversità una necessità inevitabile nella vita, un valore e una ricchezza da tutelare per favorire lo scambio e la crescita umana.