Terra Arte XII edizione

Paternopoli - 08/08/2012 : 09/08/2012

Terra Arte riapre quest’anno il suo sipario, per la seconda volta consecutiva, nel centro storico di Paternopoli (Av). Il popolare evento artistico-musicale ideato e diretto da Luca Pugliese si appresta a celebrare la sua XII edizione con un palinsesto musicale e un cast di artisti visivi che confermano appieno la collocazione di Terra Arte tra le manifestazioni culturali d’eccellenza del Sud Italia.

Informazioni

  • Luogo: PIAZZA XXIV MAGGIO
  • Indirizzo: Piazza XXIV maggio - Paternopoli - Campania
  • Quando: dal 08/08/2012 - al 09/08/2012
  • Vernissage: 08/08/2012 ore 21
  • Generi: arte contemporanea, serata – evento, collettiva, musica
  • Biglietti: ingresso libero
  • Sito web: http://www.terrarte.org
  • Patrocini: Comune di Paternopoli e la sponsorizzazione del gruppo Pufin Power

Comunicato stampa

Terra Arte riapre quest’anno il suo sipario, per la seconda volta consecutiva, nel centro storico di Paternopoli (Av). Il popolare evento artistico-musicale ideato e diretto da Luca Pugliese si appresta a celebrare la sua XII edizione, nelle serate dell’8 e del 9 agosto 2012 (ore 21.00), con un palinsesto musicale e un cast di artisti visivi che confermano appieno la collocazione di Terra Arte tra le manifestazioni culturali d’eccellenza del Sud Italia.
Natura e ARTificio il tema della mostra, a cura di Fortunato D’Amico in collaborazione con Chiara Canali

A interpretarlo, oltre a Luca Pugliese e Riccardo Dalisi con le personali di pittura Dalla terra al cosmo in grandi formati e Disegnare medicina del cuore, saranno ben 14 videomakers: Carina Aprile, Domenico Buzzetti e Michela Pozzi, Silvia Capiluppi, Deproducers, Christiane Draffehn, Andrea Felice, Alessandro Girami, Alice Grassi, Pina Inferrera, Dario Migliardi, Roberto Mosca Ros, Nino Mustica, Andy Others, Daniele Pignatelli. Presaghi della svolta epocale annunciata dalla antiche profezie e testimoni della crisi che ha coinvolto establishment occidentale, questi artisti si interrogano sul disagio che stiamo vivendo e propongono, ciascuno a suo modo e con la propria poetica, critiche e alternative, talvolta suggerendo i possibili antidoti per la sopravvivenza. Il malessere della città postindustriale, la fuga nel bosco, il viaggio verso altri universi, la riscoperta degli elementi naturali, il recupero delle radici perdute, la riconquista di un equilibrio spirituale, la sospensione dal ritmo affannoso della contemporaneità… Pur nella varietà delle tematiche e dei punti di vista, lo sguardo collettivo converge verso un punto fisso: progettare e pensare, esteticamente ed eticamente, un nuovo habitat, una forma di esistenza non conforme ai modelli di consumo e alle regole che il mondo occidentale ha costruito e imposto.
Gli artisti ospiti presenteranno pubblicamente i loro lavori in occasione della conferenza inaugurale (mercoledì 8 agosto, ore 21.00), alla quale prenderanno parte, con il giornalista Peppe Iannicelli nel ruolo di moderatore, Fortunato D’Amico, Felice De Rienzo (sindaco di Paternopoli), Leopoldo Lombardi (presidente AFI) e Luca Pugliese. La serata di giovedì 9 agosto sarà inaugurata da un convegno sul tema Natura e Artificio (ore 21.00), moderato da Fortunato D’Amico. Tra i relatori, Renuccio Boscolo, clipeologo, esperto di semiologia delle arti rinascimentali, Francesco Correggia, responsabile CRAB (Centro Ricerca Accademia di Brera), Filippo de Filippi (responsabile Dipartimento di Design dell’Accademia delle Belle Arti di Brera).
Ben 7 i progetti musicali di questa edizione: Marzouk Ensemble, Ciccio Merolla in Merollasolo, Beppe Brotto, Quintorigo (mercoledì 8 agosto); Luca Rossi in Il Raccontaio, Canti e incanti di Sicilia (Katia Pesti, Giancarlo Parisi e Maura Guerrera); e, in anteprima assoluta, i Fluido Ligneo nella nuova versione Ethnic Orchestra (giovedì 9 agosto).
L’evento è organizzato dall’Associazione culturale Terra Arte in collaborazione con l’Associazione culturale Lo Zérre e con il patrocinio del Comune di Paternopoli e la sponsorizzazione del gruppo Pufin Power. L’ingresso è libero. Il tutto sarà contornato da degustazioni delle prelibatezze del territorio irpino.