Sue Kennington

Trapani - 06/09/2014 : 06/10/2014

Prima mostra in galleria di Sue Kennington, artista Inglese che lavora tra Londra e la Toscana.

Informazioni

Comunicato stampa

I magazzini dell'Arte sono lieti di presentare la prima mostra in galleria di Sue Kennington, artista Inglese che lavora tra Londra e la Toscana.


dal testo critico di Sue Hubbard

......La chiarezza della luce italiana intesse tutta la nostra comprensione della
cultura visiva occidentale.
Da Cimabue e Duccio a Giotto una manciata di pittori toscani ha cambiato il
nostro modo di comprendere la luce e il colore


Sue Kennington, nonostante uno studio concettuale dell'arte, (ha studiato
alla Goldsmiths) si è stabilita in questo luogo remoto della toscana e ha
sviluppato una sua personale sensibilità della luce italiana.
Le vedute intorno a Siena, vicino al suo studio, somigliano ancora ai
paesaggi rurali del quattrocento quasi come in un affresco di Ambrogio
Lorenzetti ( pensiamo all'allegoria del Buono e del Cattivo Governo) con le sue tenui sfumature blu e rosa o le diverse sfumature degli ocra.
A differenza dell'arte più naturalistica di Firenze, Il senese ha una visione
direi piu' mistica.
Come per esempio in Duccio - il maestro per eccellenza senese – che con i suoi
dipinti “onirici” esplora la profondità dello spazio e il senso del divino
attraverso il colore.
Il lavoro di Sue Kennington è quindi un'indagine sulla luce e sul colore
fatta all'interno della pittura contemporanea.
Anche se lei viene da una famiglia di pittori (è la nipote di Eric Kennington,
noto per i suoi ritratti e le immagini della Prima Guerra Mondiale ) è arrivata
in ritardo alla pratica della pittura avendo lavorato come scenografa per molti anni.
Ma anche li' l'elemento principale del suo lavoro era la luce.
Il trasferimento in Italia ha permesso a Sue Kennington di allontanarsi e
oltrepassare un certo tipo di pittura celebrativa ( Bert Irving e Gillian Ayres
come esempio) lasciandosi andare ad un linguaggio piu' romantico ed espressivo
fatto di velature e tratti geometrici......




L'idea di aprire uno spazio dedicato all'arte contemporanea a Trapani nasce nel 2008.
i fondatori Franco Mazzucchelli (Milano) e Antonio Sammartano (Trapani)vogliono con questa idea , promuovere, programmare ed organizzare iniziative culturali e manifestazioni artistiche di rilevanza internazionale.
L’obbiettivo primario dell’associazione è quello di creare un ponte diretto tra l’arte, i suoi autori e il pubblico, con iniziative volte a far conoscere le opere così come nascono e come avviene la loro evoluzione estetica; nonché a stimolare confronti e riflessioni sui diversi linguaggi, trasversali, spesso in comunicazione, che fanno capo a ogni tipo di espressione artistica.
Chiunque senta la curiosità di conoscere da vicino il processo creativo attraverso l’impegno, le motivazioni, le performance degli artisti, senza intermediari, può trovare nello spazio dell’associazione una sicura accoglienza, con la possibilità, attraverso questo progetto, di provare a ‘mettersi in gioco’, di sperimentare e di esprimere il proprio bisogno di comunicare attraverso l’arte, confrontandosi direttamente con gli artisti/autori.
A tale scopo la galleria organizzera' numerose attività e offrira una serie di servizi per gli amanti dell'arte.