Stresa Festival 2019

Stresa - 14/07/2019 : 08/09/2019

Orchestre sinfoniche, ensemble e solisti di rilievo internazionale sono i protagonisti dell’estate sul Lago Maggiore. Alla musica, cardine delle proposte concertistiche, si uniscono la danza, il cinema, la letteratura e il teatro.

Informazioni

Comunicato stampa

Stresa Festival 2019


Scoprendo il presente - Discovering the present

58ª edizione

Direttore Artistico Gianandrea Noseda



Dal 14 luglio all’8 settembre orchestre sinfoniche, ensemble e solisti di rilievo internazionale sono i protagonisti dell’estate sul Lago Maggiore. Alla musica, cardine delle proposte concertistiche, si uniscono la danza, il cinema, la letteratura e il teatro




Tra i nomi di spicco di questa edizione risaltano il grande pianista Maurizio Pollini che torna al Festival dopo 50 anni per una serata speciale che si preannuncia essere indimenticabile, la violinista Akiko Suwanai che rende omaggio a J.S. Bach nella cornice suggestiva dell’Eremo di Santa Caterina del Sasso, il pianista francese Pierre-Laurent Aimard impegnato in un recital nell’esclusivo Salone degli Arazzi di Palazzo Borromeo sull’Isola Bella, Vittorio Sgarbi che propone una lectio magistralis sulla pittrice Artemia Gentileschi, affascinante figura al centro di uno spettacolo di videoart.


Tra i complessi sinfonici ricordiamo la Russian National Orchestra diretta da Mikhail Pletnëv insieme al solista Nikolai Lugansky, tra i più importanti pianisti nel panorama mondiale, l’ Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi che suonerà musiche in prima assoluta accompagnando la proiezione del film muto La caduta della casa Usher di Epstein (1928), l’Orchestra della Toscana e l’Orquesta de Cadaqués diretta da Gianandrea Noseda durante la serata inaugurale.


Completano il programma il jazz di Avishai Cohen, John Surman, Danilo Rea e molti altri artisti, feste a tema sulle isole Bella e dei Pescatori e il progetto speciale di Teresa Salgueiro, voce solista dei Madredeus che realizzarono l’indimenticabile colonna sonora del film Lisbon Story di Wim Wenders (1994), che presenta un repertorio vario con canzoni originali e arrangiamenti di brani tradizionali.