Stop and go

Roma - 05/04/2016 : 22/07/2016

La mostra Stop and go. L’arte delle gif animate intende esplorare l’uso artistico ‎di questa tecnologia, offrendo un panorama ampio e diversificato dei diversi ‎approcci attualmente adottati dalla comunità artistica internazionale.

Informazioni

Comunicato stampa

Roma, marzo 2016 – smART - polo per l’arte presenta STOP AND GO. L’arte delle gif animate, a cura di Valentina Tanni e Saverio Verini.
Leggere, affascinanti e ipnotiche, le gif animate sono un vero e proprio ‎fenomeno della nostra epoca. L’acronimo che le definisce sta per Graphic ‎Interchange Format, un formato di file in grado di gestire immagini in movimento ‎all’interno delle pagine web creato nel 1987 dalla Compuserve. Molto popolari ‎negli anni Novanta, le gif sono state poi sostituite da software più moderni ‎come Flash e successivamente dai video


È proprio in corrispondenza di questo ‎declino, tuttavia, che il loro uso artistico si è fatto più intenso. Gli artisti ‎apprezzano infatti questo formato per la leggerezza, l’accessibilità, la ‎flessibilità e la tangenza con i mondi della fotografia e del ‎cinema.
La nascita e la diffusione dei social network ha favorito negli ultimi ‎anni una diffusione massiccia e virale delle gif, utilizzate non solo come ‎piattaforma creativa, ma anche come elemento linguistico all’interno delle ‎conversazioni online, al pari delle più note emoticon. ‎
La mostra STOP AND GO. L’arte delle gif animate intende esplorare l’uso artistico ‎di questa tecnologia, offrendo un panorama ampio e diversificato dei diversi ‎approcci attualmente adottati dalla comunità artistica internazionale.
La ‎collettiva comprende i lavori di otto artisti, scelti tra i maggiori esponenti del ‎genere: Bill Domonkos (Toledo, Ohio, 1959), Zack Dougherty (Mountain View, California, 1989), Roberto Fassone (Savigliano, Cuneo, 1986); Carla Gannis (Durham, North Carolina, 1970), Lorna Mills (Canada), Okkult Motion Pictures (Marco Calabrese - Tricarico, Matera, 1985 & Alessandro Scali - Torino, 1972), Chiara Passa (Roma, 1973), James Kerr/Scorpion Dagger (Montréal, Canada, 1978).
Ogni autore presenterà il proprio lavoro ‎attraverso un allestimento dinamico, trasferendo ‎queste opere “native” del web all’interno dello spazio espositivo di smART – polo per l’arte.
Per maggio è in programma un incontro aperto al pubblico con i curatori Valentina Tanni e Saverio Verini, per approfondire alcuni temi legati all’utilizzo delle gif in ambito artistico. All’appuntamento saranno presenti alcuni degli artisti protagonisti della mostra per un approfondimento dei lavori esposti.
È inoltre in programma un workshop pratico sulla creazione di gif animate, tenuto dal gruppo torinese Okkult Motion Pictures nel periodo di apertura di STOP AND GO.