Stefano De Luigi – iDyssey

Roma - 06/02/2015 : 27/02/2015

Arriva a Officine Fotografiche, iDyssey, il progetto fotografico del pluripremiato fotografo Stefano De Luigi che attraverso i suoi scatti ripercorre, via mare e via terra, il tragitto dell'eroe Ulisse narrato nell'Odissea da Omero: 12 tappe che attraversano il Mediterraneo, da Troia a Itaca, dalla Turchia alla Tunisia, all’Italia alla Grecia.

Informazioni

  • Luogo: OFFICINE FOTOGRAFICHE
  • Indirizzo: Via Giuseppe Libetta 1 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 06/02/2015 - al 27/02/2015
  • Vernissage: 06/02/2015 ore 19
  • Autori: Stefano De Luigi
  • Curatori: Laura Serani
  • Generi: fotografia, personale
  • Orari: Dal lunedì al venerdì 10.30-13.30 / 14.30-19.00 sabato e domenica chiuso
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Arriva a Officine Fotografiche, iDyssey, il progetto fotografico del pluripremiato fotografo Stefano De Luigi che attraverso i suoi scatti ripercorre, via mare e via terra, il tragitto dell'eroe Ulisse narrato nell'Odissea da Omero: 12 tappe che attraversano il Mediterraneo, da Troia a Itaca, dalla Turchia alla Tunisia, all’Italia alla Grecia



La mostra, a cura di Laura Serani, inaugura venerdì 6 febbraio alle 19, ed è parte del progetto multidisciplinare La metafora del viaggio al tempo di Internet, ispirato all'Odissea, realizzato da Officine Fotografiche Roma con il sostegno di Roma Capitale - Assessorato alla Cultura, Creatività, Promozione Artistica e Turismo - Dipartimento Cultura - Servizio Spettacoli ed Eventi.


Il progetto fotografico
iDyssey è un progetto fotografico e multimediale che mira a collegare tra loro i due estremi della nostra civiltà: passato e presente. La più antica testimonianza della nostra eredità culturale, raccontata e rivisitata con il più contemporaneo dei media. Un’ Odissea contemporanea raccontata solo con l’ausilio di due iPhone.
Nella società contemporanea la rivoluzione informatica ha drasticamente cambiato la trasmissione delle informazioni e del sapere. Come il computer è diventato protagonista della nostra vita, così gli smartphone dominano sempre più i vari mezzi di comunicazione. Con uno smartphone in tasca tutti possono essere dei narratori.
Stefano De Luigi, immaginando un lavoro sui luoghi dell’Odissea ne perpetua la relazione con le tecnologie d’avanguardia, ieri le prime pellicole, oggi i supporti digitali, nuovi compagni ideali di viaggio, di cui esplora le infinite possibilità. Abituato a lavorare per progetti editoriali di lungo respiro, attento osservatore dell’evoluzione della società, De Luigi ha ripercorso il Mediterraneo operando un parallelo permanente tra il mondo classico e quello odierno.


Il fotografo
Stefano De Luigi (Colonia, 1964) è fotografo professionista dal 1988. Vive a Parigi e dal 2008 fa parte dell’agenzia VII. È stato quattro volte vincitore del World Press Photos, in diverse categorie, nonché di prestigiosi premi come il Moving Walls della Fondazione Soros ed il Days Japan International Photojournalism Award. I suoi reportage sono pubblicati dai più importanti magazine internazionali tra cui Stern, Paris Match, Le Monde2, Time, The New Yorker, EyeMazing, Geo, Vanity Fair, L’Espresso, Internazionale, El Pais, Sunday Time Magazine.