Stefano Bergamo – Opere

Avellino - 09/01/2012 : 20/02/2012

Macchine sempre congestionate in un traffico estenuante, stressante, impietoso che non lascia via di scampo. Macchine risucchiate in un vortice senza fine che sembrano subire passivamente il loro status. Macchine che con il loro volume creano dune sabbiose, ovunque macchine, ovunque traffico.

Informazioni

Comunicato stampa

In questa personale verranno presentate le ultime opere di Stefano Bergamo nelle quali sarà possibile rintracciare il suo personale stile ironico e sardonico. Macchine sempre congestionate in un traffico estenuante, stressante, impietoso che non lascia via di
scampo. Macchine risucchiate in un vortice senza fine che sembrano subire passivamente il loro status. Macchine che con il loro volume creano dune sabbiose, ovunque macchine, ovunque traffico.
E così Stefano Bergamo denuncia in maniera impietosa questa ‘calamità’ che siamo, nostro malgrado, costretti a subire quotidinamente.

Biografia
Stefano Bergamo
Il giovane artista leccese nasce a Leverano nel 1970

Laureato in economia si specializza in management per la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale presso I.S.U.F.I. di Lecce.
Nel 2006 viene selezionato come finalista “ Premio Arte Mondadori “, nel 2008 gli viene pubblicata un’opera al “ Premio Celeste.
Numerose sono le sue partecipazioni a mostre collettive e personali sul territorio nazionale.
Fra le tante ricordiamo: “Le città dipinte” Galleria Rosso Cinabro, Ostia (Rm), “One planet” Palazzo Marcotulli Rieti, “Corse e rincorse” Nola (Na) e “Accordi e disaccordi anulari” Cava de’Tirreni (Sa), “One way” Studio Galleri, Piacenza; “Traffic” SpazioArte Studio7, Rieti