StARTers – Sharon Friedler

Siena - 26/02/2013 : 26/02/2013

Coreografa, ballerina, docente di Arti Performative e direttore del Dance Program allo Swarthmore College (Pennsylvania), Friedler è attualmente ospite del Siena Art Institute, dove lavorerà per sei settimane ad un progetto con gli studenti all'interno del corso di “Art & Society”.

Informazioni

  • Luogo: SIENA ART INSTITUTE
  • Indirizzo: Via Tommaso Pendola 37 53100 Siena - Siena - Toscana
  • Quando: dal 26/02/2013 - al 26/02/2013
  • Vernissage: 26/02/2013 ore 18
  • Autori: Sharon Friedler
  • Generi: incontro – conferenza

Comunicato stampa

La danza per stimolare l'impegno e il coinvolgimento diretto della comunità come motori di crescita e cambiamento sociale. E' questo il filo conduttore e il principio ispiratore del percorso artistico di Sharon Friedler, protagonista dell'appuntamento di martedì 26 febbraio con “StARTers – Assaggi d'arte”, il calendaro di incontri con l'artista del Siena Art Institute (ore 18, via Tommaso Pendola, 37, ingresso libero)


Coreografa da 25 anni, ballerina, docente di Arti Performative e direttore del Dance Program allo Swarthmore College (Pennsylvania), attualmente ospite del Siena Art Institute, dove lavorerà ad un progetto con gli studenti all'interno del corso di Art & Society, Sharon Friedler illustrerà al pubblico di “StARTers” il suo percorso professionale e artistico, ma racconterà anche l'impegno di un'altra artista con cui ha in comune l'approccio all'arte come strumento di crescita e cambiamento sociale: Teya Sepinuck, fondatrice e direttrice del Theater of Witness, un'esperienza nata per dar voce a chi vive ai margini della società attraverso progetti che coinvolgono i carcerati e i loro familiari, chi ha subito violenze e chi le ha perpetrate, gli immigrati, i profughi, gli anziani e chi ha vissuto il dramma della guerra. Due testimonianze del potere dell'arte di agire da veicolo di conoscenza, di riflessione, di cambiamento della società chiamando in causa, e rendendo protagonista, la società stessa.
Dopo l'incontro con Sharon Friedler, “StARTers” proseguirà fino a giugno con altri 13 appuntamenti con artisti, critici e storici dell'arte con cui approfondire il ruolo e le responsabilità dell'arte nella società moderna. La prossima chiacchierata, in calendario martedì 5 marzo alle 18, vedrà protagonisti gli artisti fondatori del progetto di micro residenza artistica Madeinfilandia, introdotti dal critico d'arte Pietro Gaglianò.
Tutti gli incontri di “StARTers – Assaggi d'arte” sono ad ingresso libero e gratuito. Il calendario completo è disponibile sul sito www.sienaart.org
Sharon Friedler
Da oltre 25 anni Sharon Friedler lavora come coreografa sia con ballerini professionisti che con compagnie di danza universitarie. Docente di Arti Performative e direttore del Dance Program allo Swarthmore College (Pennsylvania), tiene corsi di storia e teoria della danza, coreografia, arte e cambiamento sociale, danza moderna ed è condirettore del gruppo di danza e percussioni, all'interno del quale insegna danze tradizionali del Ghana. Collabora anche con le iniziative del programma di study abroad dello Swarthmore College in Ghana, Italia, Irlanda del Nord e Polonia, lavorando per fornire agli studenti occasioni per entrare in contatto e cimentarsi con la danza tradizionale e contemporanea di quei paesi e procurare loro opportunità di lavoro in cui l'arte sia strumento di cambiamento sociale. Friedler è anche coautrice del libro Dancing Female: Lives and Issues of Women in Contemporary Dance (1997). Ha studiato al Colby College e ha conseguito un master alla Southern Methodist University. Ha insegnato nelle Università del Missouri e del Minnesota.