Social-E! Immagini della socialità in Italia fra Liberty e Art dèco

Seravezza - 10/07/2021 : 10/10/2021

Fondazione Cirulli continua a collaborare con istituzioni museali alla progettazione di mostre fuori sede. Al Palazzo Mediceo di Seravezza, patrimonio Unesco, inaugura il 10 luglio la mostra “Social-E! Immagini della socialità in Italia fra Liberty e Art dèco”.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO MEDICEO
  • Indirizzo: Via XXIV Maggio 22 - Seravezza - Toscana
  • Quando: dal 10/07/2021 - al 10/10/2021
  • Vernissage: 10/07/2021
  • Generi: arte contemporanea

Comunicato stampa


Fondazione Cirulli continua a collaborare con istituzioni museali alla progettazione di mostre fuori sede. Al Palazzo Mediceo di Seravezza, patrimonio Unesco, inaugura il 10 luglio la mostra “Social-E! Immagini della socialità in Italia fra Liberty e Art dèco”, a cura di Nadia Marchioni, realizzata con oltre cento opere provenienti dall’archivio della Fondazione.

L'esposizione racconta le diverse forme espressive del Novecento per evocare l'importanza di gesti, emozioni e visioni che la pandemia ha a lungo messo in pausa, e che lentamente stiamo tornando a vivere e ad apprezzare



Ricercando fra i maggiori artisti italiani del secolo scorso quali Leonardo Bistolfi, Aroldo Bonzagni, Duilio Cambellotti, Leonetto Cappiello, Erberto Carboni, Marcello Dudovich, Lucio Fontana, Luigi Gigiotti Zanini, Giovanni Guerini, Virgilio Marchi, Leopoldo Metlicovitz, Bruno Munari, Mario Sironi, la mostra offre attraverso le sue otto sezioni espositive una visione di grande pregio estetico su alcuni aspetti della nostra cultura e della nostra socialità: i viaggi, gli intrattenimenti, le esposizioni, lo sport, il vivere quotidiano, le feste e gli incontri in città.

La programmazione di Fondazione Cirulli nasce dalla volontà di promuovere e sostenere la trasversalità e la diffusione dell’arte sul territorio. In questo senso la collaborazione con Palazzo Mediceo di Seravezza nella sua attenzione a un turismo attento, partecipe e sostenibile, si rispecchia nei valori della Fondazione.

Fino a domenica 10 ottobre 2021.