Sisto Righi – Il viaggio

Borgo Maggiore - 28/11/2015 : 13/12/2015

Olii, ceramiche, i grandi piatti da muro, le sculture, le terre cotte e tutti gli indizi e i bagagli del suo viaggio umano e artistico, che ha disseminato nelle sale espositive, sono la sintesi visiva, materica, del suo lungo itinerario.

Informazioni

  • Luogo: WORK IN PROGRESS GALLERY
  • Indirizzo: Via Oddone Scarito, 40 - Borgo Maggiore
  • Quando: dal 28/11/2015 - al 13/12/2015
  • Vernissage: 28/11/2015 ore 17
  • Autori: Sisto Righi
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dal Martedi al Sabato 9.00-12.30 / 15.30-19.30 Domenica 15,30-19,30 - Lunedi chiuso
  • Patrocini: della Segreteria di Stato Istruzione e Cultura Repubblica di San Marino

Comunicato stampa

Il giorno 28 Novembre 2015 alle ore 17.00 si inaugura negli spazi di Work in Progress Gallery (Borgo Maggiore – Rep. San Marino) la mostra “IL VIAGGIO – Sisto Righi Scultore”, con i testi di Roberta Giovannini Onniboni e Andreina De Tomassi, a cura di FreeArts.

“Mi sembra che in quasi sessant'anni di vita tutto abbia felicemente congiurato per condurmi proprio qui, ha affermato l'artista sammarinese Sisto Righi. E questa sua antologica, che ha voluto titolare “Viaggio”, ne è la concreta conferma



Olii, ceramiche, i grandi piatti da muro, le sculture, le terre cotte e tutti gli indizi e i bagagli del suo viaggio umano e artistico, che ha disseminato nelle sale espositive, sono la sintesi visiva, materica, del suo lungo itinerario. Sisto è da sempre uomo in cammino: sia lungo le strade della vita, che come l'eroe delle fiabe ha dovuto superare ostacoli, accettare sconfitte, sperdimenti, accogliere vittorie e conquiste, sia lungo la via dell'arte che è stata, ed è, un'incessante ricerca di senso e di intima verità. (...)

Sisto continua a mettere le mani nella materia, nelle terre, nei colori, raccoglie relitti sulle spiagge, nei boschi, ha un suo dialogo animistico con gli alberi, sperimenta la cottura raku, s'immerge nella luce. (...) Le prime opere di Righi raccontano i suoi colori africani su grandi tele, pennellate selvagge, dense, strazianti, poi decide di temprarsi con la ceramica e con il fuoco, qui s'illanguidisce si stempera il colore, e decora i grandi piatti da muro o piccoli oggetti del quotidiano. Poi è la volta dei ricordi su legno. Dona anima a certi pezzi di legno, li veste e li investe del suo spirito animale, ricrea e forse sublima i ricordi. (...)

L'ultimo approdo, in ordine di successione, ma forse non sarà l'ultimo, è alla terra cotta naturale. Via i colori fiammeggianti, via gli idoli, via le sostanze plastiche, via le resine sintetiche, ora è il tempo dell'essenza, della purificazione, dell'autentico. Ora è tempo di immergersi nella foresta dei simboli primordiali, originali. (...) un'arte che sorge direttamente dai materiali, fuoriesce da un'urgenza creativa, tralascia la scuola, sceglie la strada, la vita, sempre in viaggio verso la libertà di essere se stessi. “ (Andreina De Tomassi)



Sisto Righi è nato nel 1958 a San Marino dove tutt’ora vive e lavora; ha viaggiato molto, ha lavorato in Africa per 5 anni come volontario, ha vissuto un anno con i barboni, poi lavorato a San Marino in psichiatria e nelle dipendenze patologiche come educatore. Ha appreso le prime nozioni di ceramica nel laboratorio Atelier. Poi ha smesso di lavorare e si è dato alla scultura che è la sua vera aspirazione. Ha incontrato Roberta Giovannini Onniboni, scultrice e artigiana di Pietrasanta che ha tutt’ora l’onore di frequentare e che è stata la sua insegnante nell’arte della scultura. Sisto ha studi in sociologia, ma ha partecipato a varie mostre collettive suscitando un notevole interesse. Tra le principali: Nott’Arte Repubblica di San Marino ottobre 2014/ agosto 2015; Visionari Works in Progress Gallery Repubblica di San Marino dicembre 2014; Arte senza Frontiere The Brick Lane Gallery Londra aprile 2015; Italy Art Tokio (IAT) Minato Mirai Gallery Tokio aprile 2015; Scintille d’Arte Ass. Internazionale dell'Arte Spoleto (PG) maggio 2015; Italy Art Tokio (IAT) – Italia Maf Forlì giugno 2015; Tra l’Imbra e l’Ambra Land Art al Furlo S. Anna del Furlo agosto 2015.