Sino alla fine del mare

Gagliano del Capo - 22/02/2019 : 24/02/2019

L’evento “Sino alla fine del Mare” porterà al publico i risultati della terza ed ultima fase del progetto diresidenza artistica centrata sull’indagine delle Terre Estreme, atraverso 3 giorni di spettacoli visivi e musicali, letture ed instalazioni artistiche organizate a Gagliano del Capo.

Informazioni

  • Luogo: LASTATION
  • Indirizzo: Piazzale Stazione 2 - Gagliano del Capo - Puglia
  • Quando: dal 22/02/2019 - al 24/02/2019
  • Vernissage: 22/02/2019 ore 12 Frantoio Ipogeo, Via Fratelli Ciardo, 98 (Dentro negozio Sportissimo)
  • Generi: arte contemporanea, presentazione
  • Sito web: http://www.ramdom.net/sino-alla-fine-del-mare-2018-19/

Comunicato stampa

SINO ALLA FINE DEL MARE
Residenze artistiche nelle Terre Estreme.

Dopo la prime due fasi di lavoro conclusesi rispettivamente ad Ottobre e Dicembre, Sino alla fine del Mare, Residenze artistiche nelle Terre Estreme, progetto sostenuto da SIAE | Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura e MiBAC, riapre per la terza ed ultima fase di lavoro



La prima fase si è basata sulla necessità di stabilire delle coordinate e dei codici in un tempo brevissimo e volutamente lento che ha necessariamente indotto a delle forzature nelle relazioni tra gli artisti, il territorio e il suo paesaggio (geografico e antropologico) generando un’esperienza che si è limitata a raccogliere informazioni e conoscenze di diversa natura.
La seconda ha, invece, visto un approfondimento del tema del paesaggio attraverso strumenti, o punti di osservazione, messi a disposizioni da alcuni professionisti esterni. Con Michele Romanelli (Psicologo) si è infatti ragionato sulla definizione conflittuale di territorio e comunità; con Radical Intention (Maria Pecchioli e Aria Spinelli), attraverso una procedura metodologicamente sperimentale, sulla possibilità di rintracciare una possibile relazione tra la terra estrema del reale e la terra estrema del sogno (Radical Intention); e infine con Massimo Carozzi sulla dimensione sonora. Una dimensione che seppur priva di immagini, ne ha paradossalmente ampliato la potenza emotiva e, in assenza di indicazioni geografiche precise, ha spostato il piano del racconto particolare all’universale.

Infine, la terza fase vuole restituire, quasi come atto di gratitudine rispetto al territorio del Capo di Leuca, l’esperienza fatta in una forma di presentazione tesa a coinvolgere i cittadini stessi di Gagliano del Capo.
Riccardo Giacconi + Carolina Valencia Caicedo presenteranno, in forma di passeggiata collettiva, l’inizio di un radio documentario dal titolo Scarcagnuli parte di un progetto a lungo termine sui paesaggi sonori e le testimonianze orali di specifiche comunità; mentre Lia Cecchin O.L.G.A, un’installazione che si attiva con la partecipazione degli abitanti del luogo e che, avvalendosi di un app preesistente (FlashFace) per la costruzione di identikit vuole ragionare sul tema del ricordo partendo dal forte passato migratorio che ha visto le passate generazioni trasferirsi altrove per cercare fortuna.

Questa fase vedrà poi la presentazione della performance/lecture En Route to the South - parallel migrations di Elena Mazzi + Rosario Sorbello. Una performance che si pone come ulteriore sviluppo di un progetto in progress in corso dal 2015 basato sulla giustapposizione tra la pratica dell’apicoltura nomade e il fenomeno della migrazione umana.



Tutti gli artisti saranno infine coinvolti in una discussione pubblica del loro lavoro, moderata dai curatori Claudio Zecchi e Paolo Mele, presso Lastation.

Chiuderanno la terza fase della residenza le performance Donato Epiro e Roberto Memoli.

L’intero progetto verrà documentato in una pubblicazione che, oltre a ripercorrere i mesi di residenza e accogliere i progetti editoriali realizzati appositamente da tutti gli artisti invitati, cercherà di fare il punto sul tema delle cosiddette Terre Estreme da cinque anni al centro dell’indagine portata avanti da Ramdom. Il libro sarà edito da Viaindustriae.

Sino alla fine del Mare (2018-2019) è un progetto realizzato da Ramdom con il sostegno del MiBAC e di SIAE, nell’ambito dell’iniziativa Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura.

PROGRAMMA:

22 Febbraio ore 12
Frantoio Ipogeo, Via Fratelli Ciardo, 98 (Dentro negozio Sportissimo)

En Route to the South – parallel migrations performance/lecture di Elena Mazzi+Rosario Sorbello
___

23 Febbraio
Partenza presso il Bar 2000 alle ore 16.30
Scarcagnuli, passeggiata sonora con Riccardo Giacconi e Carolina Valencia Caicedo

Bar Central, ore 18.00
OLGA di Lia Cecchin
___

24 Febbraio
Lastation, ore 16:30
Conversazione pubblica presso Lastation con i curatori Claudio Zecchi e Paolo Mele e gli artisti

Lastation, ore 18:30
Performances musicali di Donato Epiro e Robero Memoli





INFO:

Ramdom
Ramdom è un’associazione di produzione culturale e artistica a Gagliano del Capo, in provincia di Lecce.
Fondata nel 2011 dal curatore Paolo Mele e dall’artista Luca Coclite, promuove progetti d’arte contemporanea con respiro internazionale in dialogo con il territorio del Salento, come Indagine sulle Terre Estreme e DEFAULT, attraverso mostre, installazioni d’arte pubblica, residenze, workshop ed incontri.
Lastation, la sua base operativa e spazio espositivo, si trova al primo piano della Stazione Ferroviaria Gagliano - Leuca, ultima attiva nel sud - est d’Italia.

http://www.ramdom.net/sino-alla-fine-del-mare-2018-19/ http://sinoallafinedelmare.ramdom.net/ http://www.ramdom.net/
http://lastation.it/