Sergi Barnils – Cel Nou

Pietrasanta - 19/04/2014 : 18/05/2014

La mostra presenta una nuova serie di opere nelle quali il disegno viene declinato, su tele e tavole, sempre con la tecnica dell’encausto: la qualità materica e opaca della cera, che ricopre strati di pittura e talvolta collages, diventa una lavagna su cui tracciare immagini stilizzate fino all’astrazione.

Informazioni

  • Luogo: MARCOROSSI ARTECONTEMPORANEA
  • Indirizzo: Piazza G. Bruno, 3, 55045 - Pietrasanta - Toscana
  • Quando: dal 19/04/2014 - al 18/05/2014
  • Vernissage: 19/04/2014 ore 18
  • Autori: Sergi Barnils
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: da mercoledì a domenica 11,00 - 13,00 / 16,00 – 20,00

Comunicato stampa

La Galleria MARCOROSSI artecontemporanea di Pietrasanta è lieta di presentare, dopo tre anni, una personale dell’artista catalano Sergi Barnils intitolata Cielo Nuovo, in catalano Cel Nou.
La mostra presenta una nuova serie di opere nelle quali il disegno viene declinato, su tele e tavole, sempre con la tecnica dell’encausto: la qualità materica e opaca della cera, che ricopre strati di pittura e talvolta collages, diventa una lavagna su cui tracciare immagini stilizzate fino all’astrazione


In ogni quadro di Barnils, sia in quelli dove il colore acceso predomina, sia nei monocromi, il disegno e la geometria dialogano con la pittura e le stratificazioni della materia e i suoi simboli diventano una vera e propria scrittura, “una grafia sentimentale” come l’ha definita Luca Beatrice.
I titoli in catalano delle opere di Barnils sono sempre densi di rimandi mistici, fiabeschi, spesso ripresi dalle Sacre Scritture, infatti, nella sua astrazione formale, Barnils non dimentica mai la narrazione dei suoi sogni e delle sue fantasie, nascoste in quelle superfici interamente ricoperte di segni.
La mostra di Pietrasanta presenterà inoltre una serie di arazzi di grandi dimensioni, monotipi firmati e autenticati dall’artista, che rappresentano un’interessante novità nella sua produzione artistica.
.
Sergi Barnils è nato in Africa Equatoriale nel 1954, vive e lavora a Barcellona. Fra le esposizioni recenti più importanti, si ricordano le mostre personali a Palazzo Racani Arroni di Spoleto nel 2002 (La Morada Inmutable, a cura di Martina Corgnati), Doxologies alla Galleria Maragall di Barcellona. Nel 2007 gli viene dedicata una mostra pubblica curata da Vladek Cwalinski e Stefano Fugazza allestita nella suggestiva cornice di Castell’Arquato (PC). Nel 2008 espone a Clusone al Museo del Complesso dei Disciplini. Nel 2009 Barnils viene invitato ad allestire una personale al Museo di Palazzo Principi di Correggio (RE). Nel 2011 la Fondaciò Caixa Terrassa di Barcellona gli dedica un’antologica, Envers la Ciutad Esplendent, curata da Luca Beatrice, ed espone una personale, Maragda, alla Galleria Marcorossi di Milano. Sue opere sono conservate nei musei di Girona, Barcellona, Praga, Spoleto, Instanbul e Logroño.