Seravezza Fotografia 2014

Seravezza - 22/02/2014 : 21/04/2014

Undicesima edizione di “Seravezza Fotografia”, una manifestazione di respiro nazionale e internazionale con la direzione artistica di Ivo Balderi, che ogni anno coniuga con successo i grandi nomi della fotografia con un vasto pubblico e il mondo amatoriale della fotografia.

Informazioni

Comunicato stampa

Si apre sabato 22 febbraio – ore 15 – e rimarrà aperta fino al 21 aprile a Seravezza in Versilia (Lu), l’undicesima edizione di “Seravezza Fotografia”, una manifestazione di respiro nazionale e internazionale con la direzione artistica di Ivo Balderi, che ogni anno coniuga con successo i grandi nomi della fotografia – nelle passate edizioni ha ospitato nomi come Rosemblum, Berengo Gardin, Witkin, Olaf, Nachtwey, e Cagnoni - con un vasto pubblico e il mondo amatoriale della fotografia

La rassegna è organizzata dalla Fondazione Terre Medicee, dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Seravezza con il patrocinio della FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche) e partner UNA Hotel Versilia. Anche l’edizione di quest’anno sarà nel segno di uno dei più grandi fotografi contemporanei, Frank Horvat che presenterà una retrospettiva che racconta 70 anni di attività fotografica. La mostra, dal titolo "House with Fifteen Keys", sarà esposta nelle sale del Palazzo Mediceo, viale L. Amadei 230, dal 22 febbraio per tutta la durata della manifestazione e comprende oltre 290 scatti che raccontano l’eccezionale lavoro realizzato dal grande maestro fino ad oggi. Nato nel 1928 ad Abbazia, Italia (oggi Opatija, Croazia), da genitori medici, Horvat ha iniziato giovanissimo a fotografare. Prima in Svizzera, poi a Milano e a Parigi dove ha incontrato Robert Capa e Henri Cartier-Bresson che influenzeranno per sempre il suo modo di lavorare. Diventa uno dei fotografi di moda più richiesti ma nello stesso tempo porta avanti una intensa attività di reportage in giro per il mondo documentando la vita è spesso la miseria nelle grandi metropoli. Tutte queste fotografie sono sapientemente raccolte e riconsiderate dall'autore nel percorso espositivo della mostra suddiviso in 15 chiavi di lettura come ad esempio “luce”, “condizione umana”, “voyeur”, “tempo sospeso”, “metafore”. “Credo di essere uno dei rari fotografi che hanno vissuto e fotografato nell'era della fotografia in bianco e nero – spiega Horvat - ma poi anche in quella della fotografia digitale e a colori. E forse, o almeno a mia conoscenza, l'unico ad avere, in un'era come nell'altra, realizzato progetti che sono stati pubblicati ed esposti. Con Fifteen Keys, la mia principale intenzione è di mostrare che questa diversità di tecniche, di periodi, di soggetti e di punti di vista non ha impedito una fondamentale unità di occhio e di spirito."Non mancano all'interno della raccolta anche estrapolazioni da progetti fotografici personali realizzati dagli anni Ottanta ad oggi e che vedono questo artista sempre alla ricerca di nuovi stimoli creativi sfruttando anche le nuove tecnologie come l’ipad. Tanti motivi che confermano Frank Horvat come uno dei più importanti fotografi del nostro tempo e che si può permettere tranquillamente di affermare che: “La fotografia è l'arte di non premere il pulsante”. Oltre a questo evento Seravezza Fotografia presenta per tre mesi anche workshop, portfolio, incontri di cultura fotografica e mostre di fotografi emergenti che hanno dato dimostrazione del loro talento e che saranno esposte nelle Scuderie Granducali. Le giovani proposte, quest’anno tutte al femminile sono: Marian Vanzetto con la mostra “Paesaggio rivelato” dal 28 febbraio al 9 marzo, Vincenza de Nigris con “Immagini lucide” dal 14 al 23 marzo e Alejandra Mendez ( vincitrice del premio migliore portfolio fotografico Seravezza Fotografia 2013), con la mostra “Linfa vitale” esposta dal 28 marzo al 6 aprile. A conferma dell’esperienza positiva dell’edizione precedente del Seravezza Fotografia verrà dedicata una mostra anche ai giovanissimi fotografi che hanno partecipato al corso di fotografia tenuto da Giacomo Donati all’interno dell’ Istituto Comprensivo di Seravezza. Il circolo fotografico “Altissimo” da anni attivo su tutto il territorio regionale, porterà invece in mostra un lavoro di gruppo a tema, come già accaduto in maniera egregia nell’edizione precedente con la mostra intitolata “Displacement“. In collaborazione con LABottega di Marina di Pietrasanta ed esposta nei suoi locali, ci sarà la mostra/evento dei fotografi Silvia Amodio e Ugo Panella dal titolo: “Ritratti di donna”. Un’altra mostra, con le fotografie di Bart Herreman della collezione permanente di Seravezza Fotografia, sarà esposta dal 27 febbraio alla fine della rassegna nei locali dell’UNA Hotel Versilia a Lido di Camaiore con il titolo “UNA certa idea di sogno e di viaggio”. Grazie alla Federazione Italiana Associazioni Fotografiche (Fiaf), a conclusione delle attività formative e seminariali, Seravezza Fotografia propone ai partecipanti dei vari corsi e workshop e anche ad un più vasto pubblico di fotografi, l’iscrizione alla lettura dei portfolio fotografici, che sarà effettuata da esperti del settore nominati dalla Fiaf (Marcello Ricci e Carlo Ciappi) e l’autore che avrà esibito il miglior portfolio fotografico avrà diritto ad esporre nell’edizione successiva di Seravezza Fotografia, il tutto regolamentato e pubblicato sul sito ufficiale della rassegna. La mostra “House with Fifteen Keys” di Frank Horvat e le altre mostre presso le Scuderie Granducali, saranno aperte dal 22 febbraio al 21 aprile 2014 con orario dal giovedì al sabato 15 alle 19 e la domenica e festivi 10 -19. Il biglietto d’ingresso è di 6 euro (intero) e 4 euro (ridotto). Media partner la rivista “Foto Cult. Tecnica e cultura della fotografia” e Deaphoto di Firenze.