Secondo – Andrea Ferrari

Torino - 20/10/2015 : 20/10/2015

PEPE fotografia e VAN DER presentano il nuovo ciclo di appuntamenti di secondo che si apre con la presentazione di Andrea Ferrari e della sua particolare ricerca fotografica.

Informazioni

Comunicato stampa

THE PICTURE INCLUDED IN THIS ENVELOPE
Andrea Ferrari in dialogo con Davide Dal Sasso

20 ottobre 2015 ore 19-22
PEPE fotografia - Via Santa Giulia 10b -Torino
www.pepefotografia.it


secondo ospita progetti fotografici ed editoriali e li racconta attraverso la voce di loro autori.
secondo è un programma di incontri aperti che si terranno una volta al mese, il martedì.
PEPE fotografia e VAN DER presentano il nuovo ciclo di appuntamenti di secondo che si apre con la presentazione di Andrea Ferrari e della sua particolare ricerca fotografica

Un focus particolare sarà dedicato a The pictures included in this envelope, un'indagine visiva intorno a una serie di oggetti, fotografie e memorie, ritrovati nella casa di una sconosciuta farmacista milanese: la collezione e le note biografiche di Giulia C, l’enigmatica figura all’origine di questo lavoro, sono il materiale attraverso il quale Andrea Ferrari si confronta con il tema dell’alfabeto visivo. Come osserva Quentin Bajac nel testo critico che accompagna il libro: ”Sicuramente Andrea Ferrari, (…) vede la realtà come un geroglifico da decifrare, ma, al tempo stesso, crede nel potere del linguaggio fotografico di decifrarla. Per Andrea Ferrari, la fotografia è la pratica cosciente e riflessiva di un sistema di segni. Proprio come in Ghirri, la fotografia per Ferrari ha elementi in comune con la semiologia, ovvero l’analisi dei segni.”
Prima di venire pubblicato da Kehrer il progetto era stato selezionato per l'European Publisher Award e al Kassel Dummy Award.
"…nel conservare, gli oggetti assumono una sorta di mimetismo, manifestano le sembianze dell’enigma. Il significato nascosto prende il sopravvento sull’oggetto reale. La collezione dei segni si sostituisce alle cose (…) l’intera collezione del quotidiano, attraverso una sorta di acquisizione di invisibilità, diviene territorio per un archeologia della forma.”

Andrea Ferrari nasce al Milano nel 1970 e si laurea in filosofia. Si approccia alla fotografia in maniera autodidatta sviluppando un particolare interesse sul significatio semiotico dei segni e della loro relazione con il mondo dell'immagine, della scrittura e degli oggetti. Negli ultimo anni Andrea Ferrari ha portato avanti un corpus di lavori che hanno dato vita a serie fotografiche in costante aggiornamento ed evoluzione. Nel 2014 il New York Times ha definito il suo nuovo progetto Wild Window, presentato in anteprima a Reggio Emilia nel festival Fotografia Europea, come “uno dei lavori più efficaci dell'anno”.
Davide Dal Sasso, dottorando in Filosofia presso l'Università di Torino, membro di Labont, collaboratore del Castello di Rivoli e ideatore del ciclo di conferenze e seminari Dialoghi di Estetica e dell'omonima rubrica pubblicata su Artribune.