Scuola Quadri

Firenze - 07/12/2011 : 07/12/2011

Presentazione finale del workshop Scuola Quadri, condotto da Cesare Pietroiusti. La presentazione si terrà negli spazi della mostra Declining Democracy.

Informazioni

Comunicato stampa

In occasione della mostra Declining Democracy. Ripensare la democrazia tra utopia e partecipazione (fino al 22 gennaio 2012 al Centro di Cultura Contemporanea Strozzina, Palazzo Strozzi, Firenze), l’artista italiano Cesare Pietroiusti ha ideato il workshop Scuola quadri, un progetto partecipativo che ha visto la partecipazione di giovani militanti di partito o appassionanti di politica



Che cosa significa essere un politico oggi?
Che legami ci sono tra sfera pubblica e privata, politica e marketing, rappresentanza e partecipazione?
Nato da una rilettura critica dell’attività di formazione politica delle scuole di partito degli anni Cinquanta fino ai modelli più recenti, il workshop ha costituito un’esperienza innovativa per riflettere e parlare di politica tramite gli occhi, le competenze e le attitudini di un artista contemporaneo noto per la sua ricerca su paradossi e contraddizioni del mondo contemporaneo.

Mercoledì 7 dicembre alle ore 18.00, in un incontro presso il CCC Strozzina, Cesare Pietroiusti presenterà il workshop Scuola quadri, dando spazio alla documentazione di quanto fatto e ai nuovi sviluppi sul territorio di Firenze, aprendosi al confronto con il pubblico presente.
In questa occasione saranno presentati due progetti che si spingono negli spazi pubblici con il coinvolgimento diretto della cittadinanza, mettendo in pratica principi di politica attiva e partecipazione sociale.

Sabato 17 dicembre alle ore 16.00, presso il sottopassaggio tra viale Don Minzoni e piazza delle Cure, verrà presentato a tutto il pubblico il progetto “Le Cure”.
“Le Cure” nasce attorno all'attività di Salvatore Orlando, senzatetto che da anni si occupa spontaneamente della manutenzione del sottopassaggio, che è diventato uno spazio in cui giovani graffitisti hanno possibilità di elaborare proprie creazioni, pur rimanendo un’area di transito molto frequentata che Salvatore “cura” quotidianamente.
L’appuntamento di sabato 17 dicembre costituirà un’occasione per tutto il pubblico di confrontarsi con Salvatore e scoprire gli effetti del suo operato sulla vita quotidiana degli abitanti di questo quartiere.

Sabato 14 gennaio avrà il suo momento conclusivo il progetto “Ione”, una proposta di performance collettiva in città, a cui tutte le persone sono invitate a partecipare nella sua preparazione e svolgimento.
Durante questa giornata, i partecipanti sussurreranno alle orecchie dei passanti per le strade di Firenze parole evocative e giochi linguistici scelti dopo una lunga riflessione sui concetti di partecipazione, azione sociale, responsabilità dei singoli nei confronti della collettività.

Il progetto parte da una riflessione su come la politica si esprime e comunica se stessa, partendo provocatoriamente da una modalità opposta rispetto a quella utilizzata dai politici di professione: il sussurro.
A partire da mercoledì 7 dicembre, tramite i canali Facebook e Twitter del CCC Strozzina, tutto il pubblico è invitato a suggerire parole e frasi che andranno ad aggiungersi a un vero e proprio “vocabolario”, un sorta di kit che sarà scaricabile sul sito www.strozzina.org per permettere a chiunque di poter svolgere questa azione performativa insieme ai partecipanti del progetto o in autonomia nei propri quartieri e nelle proprie città.