Scegli il Contemporaneo. Tutte le immagini del mondo

Roma - 11/10/2020 : 15/11/2020

Un programma di visite guidate con artisti, storici dell’arte, curatori scientifici, educatori museali, visite animate, laboratori.

Informazioni

Comunicato stampa

“Senza titolo” – Progetti aperti alla Cultura, società che da oltre dieci anni si occupa di progettazione e gestione di servizi educativi e di mediazione culturale per musei e mostre sul territorio nazionale realizzando progetti educativi volti ad avvicinare il pubblico al patrimonio artistico, storico e cinematografico, presenta il progetto "Scegli il Contemporaneo

Tutte le immagini del mondo” che si svolgerà a Roma dall’11 ottobre al 15 novembre 2020; visite guidate con artisti, storici dell’arte, curatori scientifici, educatori museali, visite animate, laboratori, rivolti al pubblico adulto, famiglie, bambini, studenti delle scuole secondarie di I e II grado, studenti delle Università e delle Accademie, operatori culturali e insegnanti, si svolgeranno alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, il MIAC – Museo dell’Audiovisivo e del Cinema, il Museo Laboratorio della Mente, il Museo Leonardo da Vinci, la Fondazione Volume!, la Centrale Montemartini, Cinecittà si Mostra – Istituto Luce Cinecittà.

Il progetto è vincitore dell'Avviso Pubblico EUREKA! ROMA 2020-2021-2022, fa parte di ROMARAMA 2020 il palinsesto culturale promosso da Roma Capitale, ed è realizzato in collaborazione con SIAE.

“Scegli il Contemporaneo. Tutte le immagini del mondo” è un progetto triennale che ha l’obiettivo di divulgare e raccontare al pubblico gli esiti dell’incontro tra scienza e arte in una costante trasversalità e offrire così un nuovo modo di avvicinarsi all’arte, alla scienza, alla storia e alla relazione tra gli artisti e gli scienziati nella società. L’iniziativa concorre all’attivazione del dialogo tra il mondo della cultura scientifica e la cittadinanza a partire dalla consapevolezza che oggi i musei non sono solo luoghi di contemplazione ma spazi di incontro per il pubblico favorendone la coesione e la crescita culturale.
Proprio per questo ad aprire il progetto, domenica 11 ottobre alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, alle ore 16.00 sarà l’artista Maurizio Mochetti (Roma, 1940) che indaga, fin dagli anni sessanta, gli elementi e i fenomeni fisici dell’universo in una costante ricerca del rapporto tra l’essenza e l’evoluzione delle cose e la loro rappresentazione visiva.
L’iniziativa fa leva anche su alcuni degli elementi che contraddistinguono la mission di “Scegli il Contemporaneo”, una piattaforma culturale intermuseale a cura di Elena Lydia Scipioni, che dal 2017, attraverso incontri per il pubblico con artisti e divulgatori scientifici, attività didattiche per adulti, bambini, famiglie e pubblico sordo, tesse una rete di rimandi e collegamenti tra le proposte culturali della scena artistica contemporanea di Roma, tra opere, mostre e collezioni, musei. Un progetto interdisciplinare nato per Roma che vuole favorire un nuovo sguardo sulla città promuovendo una fruizione partecipata della cultura e pratiche di cittadinanza attiva.

IL PROGETTO
Il titolo “Scegli il Contemporaneo. Tutte le immagini del mondo” fa riferimento alle riflessioni dell’artista Luigi Ghirri quando nel 1969 vide sui giornali la fotografia della Terra scattata dalla Luna. Si trattava della prima fotografia del mondo che conteneva tutte le immagini del mondo: le sale di tutti i musei del mondo, con le opere d’arte e le copie, libri e manoscritti, oggetti e riproduzioni, fotografie, progetti e sogni, macchine per la sperimentazione e per la riproduzione, lenti e telescopi. E sebbene non possiamo vedere tutte queste cose contemporaneamente, tuttavia questa stupefacente e immensa varietà di elementi sono inclusi nella nostra mente nel momento in cui guardiamo quella foto della Terra.
Carattere distintivo del progetto è dunque la promozione, presso un pubblico sempre più ampio, dell'incontro tra scienziati, ricercatori e artisti per costruire una grande “narrazione” intorno a un luogo, a un museo, a un’opera che esalti il ruolo dell’immaginazione, della memoria e del sapere.
La conoscenza e la divulgazione scientifica avvengono nell’incontro con il patrimonio artistico culturale della città di Roma grazie alla messa in rete di divulgatori scientifici, educatori museali, ricercatori, artisti.
Temi centrali del progetto sono l’indagine sull’uomo e sulle modalità percettive; sullo statuto dell’immagine; sull’analisi dei processi, dei mutamenti, degli effetti del trascorrere del tempo, delle conseguenze del progresso sul patrimonio artistico e della responsabilità dell’essere umano in quanto scienziato, artista e cittadino.

La peculiarità del progetto risiede nel creare collegamenti e associazioni inedite tra alcuni principi scientifici e le ricerche più attuali dell’arte contemporanea, cercando di individuare quei processi comuni che li sottendono. “Scegli il Contemporaneo. Tutte le immagini del mondo” è dedicato, in particolare, all’approfondimento di alcuni grandi temi che la scienza e la storia dell’arte condividono in quanto i loro campi di indagine si incontrano su una superficie comune, quella della comprensione dell’uomo, del mondo, della natura e dei principi che regolano l’intero sistema, cogliendo così lo “spirito dei tempi”. In questa comune indagine, artisti e scienziati condividono quel carattere intuitivo che precede l’esecuzione poetica, formale ed estetica dell’opera - per l’artista - e l’applicazione di una logica formale e di un metodo analitico - per lo scienziato -. Arte e scienza sono fonti reciproche di ispirazione, e permettono all’uomo di formulare un pensiero astratto ed elaborare una rappresentazione complessa del mondo che lo liberano dalle maglie dei preconcetti, dei vizi di lettura e contribuiscono al suo avanzamento sociale. L’arte è supporto alla scienza nella sensibilizzazione del pubblico chiamato ad assumere decisioni rilevanti su temi scientifici, soprattutto ambientali, in ambito politico e civico.
Il progetto si avvale della collaborazione, in qualità di partner scientifico del Dibaf – Dipartimento per la innovazione nei sistemi biologici, agroalimentari e forestali dell’Università degli Studi della Tuscia, al fine di promuovere la conoscenza delle discipline e del patrimonio scientifico nell’ambito di ricerca del restauro e conservazione delle opere d'arte; inoltre collabora per i percorsi interdisciplinari Tecnoscienza, società di divulgazione e comunicazione, specializzata nello storytelling della scienza, della tecnologia e della sostenibilità.

Il progetto è triennale: il primo anno, il 2020, è dedicato al tema “Percezioni e relatività dell’immagine” con visite guidate, animate, laboratori, workshop. Alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea l’artista Maurizio Mochetti accompagnerà il pubblico in un percorso personale attraverso le opere della collezione individuando tematiche affini alla sua ricerca; al MIAC - Museo Italiano dell’Audiovisivo e del Cinema l’astronomo Stefano Giovanardi condurrà il pubblico in una visita immersiva attraverso il racconto multimediale e interattivo del museo che illustra la storia dell’immagine nello sviluppo culturale e sociale del Paese; al Museo Laboratorio della Mente della ASL Roma 1l’artista Gea Casolaro condurrà il pubblico alla scoperta della storia dell’istituzione manicomiale che riflette sul paradigma salute/malattia, alterità, politica delle cure e delle culture; al Museo Leonardo da Vinci il pubblico verrà condotto in un viaggio interdisciplinare tra arte e scienza attraverso l’esperienza degli educatori museali di “Senza titolo” e di Tecnoscienza, società di divulgazione e comunicazione, specializzata nello storytelling della scienza, della tecnologia e della sostenibilità; alla Fondazione Volume! il Presidente Francesco Nucci, neurochirurgo e collezionista, e un ricercatore di neuroscienze dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” comunicheranno la nuova mission della Fondazione che, attraverso una particolare modalità espositiva, analizza le percezioni sensoriali dei fruitori rispetto al lavoro di un artista, come in un laboratorio di ricerca neuroscientifica e di analisi delle percezioni; alla Centrale Montemartini l’artista Loredana Antonelli coinvolgerà gli studenti in una visita partecipata per indagare i temi della percezione del colore e della luce, del concetto di tempo e memorie, del confronto tra macchine utili e macchine inutili, accomunate dal destino di raccontare storie della nostra civiltà; a Cinecittà si Mostra – Istituto Luce Cinecittà l’astronomo Stefano Giovanardi con uno storico dell’arte ed un educatore guideranno il pubblico delle famiglie in un percorso affascinante tra cinema e astronomia, arte e scienza.

PROGRAMMA

Domenica 11 ottobre (due gruppi: 1 per adulti e 1 per bambini)
Luogo: Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea
Punto di ritrovo: Viale delle Belle Arti n.131
Artista narratore: Maurizio Mochetti con uno storico dell’arte; un educatore museale per il pubblico adulto e delle famiglie
Utenza: pubblico adulto, famiglie e bambini
Orario: 16.00 per adulti; 16.15 per bambini
L’artista Maurizio Mochetti accompagnerà il pubblico adulto con uno storico dell’arte in un percorso personale attraverso una selezione delle opere della collezione permanente della Galleria Nazionale. Se la tecnologia è uno strumento, la scienza e la storia contemporanea sono gli ambiti che l’artista indaga fin dalla metà degli anni sessanta, formulando un pensiero unico e poetico ed elaborando una rappresentazione complessa del mondo e dei principi che lo regolano. La visita animata per bambini con un educatore consentirà di scoprire le relazioni tra arte e scienza, di guardare le opere d’arte con gli occhi curiosi degli artisti e degli scienziati, di rielaborare in maniera personale le pratiche artistiche contemporanee attraverso brevi attività laboratoriali. La Galleria Nazionale, infatti, racchiude un inestimabile patrimonio di capolavori italiani e stranieri che va dal XIX secolo ad oggi e, d’altra parte, si possono qui trovare grandi nomi del panorama internazionale. Nato nel 1940 a Roma, dove vive e lavora, la presenza di Maurizio Mochetti ben si inquadra nell’intero progetto proprio per il filo conduttore che accompagna la sua intera indagine artistica. Sin dagli inizi la sua indagine è orientata sulla luce – intesa nella sua fisicità, come materia, come elemento che possa essere direzionato e veicolato – e sugli aerei, oltre a macchine e armi.
Domenica 18 ottobre (due gruppi: 1 per adulti e 1 per bambini)
Luogo: MIAC - Museo Italiano dell’Audiovisivo e del Cinema
Punto di ritrovo: Via Tuscolana n. 1055
Narratore: Stefano Giovanardi, astronomo e curatore scientifico del Planetario e Museo Astronomico di Roma con uno storico del cinema e un educatore museale per il pubblico delle famiglie.
Utenza: pubblico adulto, famiglie e bambini
Orario: 16.00
Al MIAC, il nuovo Museo Italiano dell’Audiovisivo e del Cinema aperto a Roma, l’astronomo Stefano Giovanardi, curatore scientifico presso il Planetario e il Museo Astronomico di Roma condurrà il pubblico, insieme ad un educatore museale, in una visita interdisciplinare tra cinema e astronomia, tra arte e scienza. Il percorso interattivo del museo, le installazioni multimediali delle sale, i giochi di suoni, luci e immagini in movimento coinvolgeranno il pubblico in un’esperienza di vista immersiva attraverso la storia italiana del cinema e dell’audiovisivo per approfondire l’importanza dell’immagine nello sviluppo culturale e sociale del nostro Paese.
La visita animata accompagnerà i bambini in un viaggio multimediale fatto di suggestioni sonore e visive per scoprire come nascono i suoni e le immagini in movimento, come si compongono e si frammentano per dar vita a magiche illusioni per i per nostri occhi.

Sabato 24 ottobre
Luogo: Museo Laboratorio della Mente (ASL Roma 1)
Punto di ritrovo: Piazza di Santa Maria della Pietà n. 5
Artista narratore: Gea Casolaro con uno storico dell’arte
Utenza: Pubblico adulto
Orario: 11.00
Il VI padiglione dell’ex manicomio di Roma di Santa Maria della Pietà/ Museo Laboratorio della Mente della ASL Roma 1 ha l’obiettivo di documentare la storia dell’istituzione manicomiale e di elaborare una riflessione sul paradigma salute/malattia, sull’alterità, sull’inclusione sociale, sulla politica delle cure e delle culture, sul coinvolgimento della comunità. Aperto nel 2000 e inserito nell’Organizzazione Museale Regionale del Lazio, nel 2008 il museo ha costruito un nuovo percorso espositivo, immersivo e multimediale, tra elementi reali e virtuali che stimolano la partecipazione attiva, realizzato in collaborazione con Studio Azzurro la cui ricerca artistica indaga i percorsi percettivi in cui lo spettatore è inscritto. Dopo un’introduzione di un rappresentante del museo, la visita sarà svolta dall’artista Gea Casolaro alla quale il museo, nel 2018, ha commissionato un progetto (Nel corpo della città. Percorsi di inclusione sociale e trasformazioni urbane) a partire dalla ricerca su alcuni archivi e biblioteche di Roma: l’Archivio di Santa Maria della Pietà e la sua Biblioteca Cencelli, la Biblioteca Lancisiana dell’Ospedale Santo Spirito, la Biblioteca Sportiva Nazionale del Coni, l’Archivio Storico Capitolino. Gea Casolaro, la cui ricerca indaga la natura delle immagini in relazione alla storia e l’attualità, costruirà una narrazione insieme a uno storico dell’arte che consentirà al pubblico di conoscere e leggere da diversi punti un museo tra i più significativi della città per la storia dell’uomo.

Domenica 25 ottobre
Luogo: Museo Leonardo da Vinci
Punto di ritrovo: Piazza del Popolo n. 12
Divulgatore scientifico esperto in storytelling della scienza, della tecnologia e della sostenibilità con un educatore museale specializzato in storia dell’arte
Utenza: famiglie e bambini
Orario: 16.00
Un percorso interdisciplinare dedicato al genio leonardesco co-condotto da un divulgatore scientifico e uno storico dell’arte condurranno il pubblico in un viaggio tra arte e scienza, tra invenzioni, curiosità e sperimentazione. Le macchine esposte al Museo saranno il punto di partenza per conoscere il processo creativo del genio leonardesco e per elaborare un personale ritratto di Leonardo da Vinci, ingegnere autodidatta, studioso di idraulica, esperto di fisica ante litteram, oltre che artista e inventore; curioso e instancabile sperimentatore che ha superato i limiti imposti dal suo tempo e ha saputo sfidare i suoi contemporanei.

Domenica 8 novembre
Luogo: Fondazione Volume!
Punto di ritrovo: Via di San Francesco di Sales n. 86/88
Narratore: un ricercatore di neuroscienze dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” con uno storico dell’arte
Utenza: pubblico adulto e delle famiglie
Orario: 16.00
Dal 2019 la Fondazione Volume! si è trasformata in un laboratorio speciale di ricerca neuroscientifica e di analisi delle percezioni per studiare le reazioni e le impressioni del pubblico in relazione agli interventi artistici appositamente realizzati per gli spazi di Volume!
Dopo una presentazione del Presidente della Fondazione Volume! e neurochirurgo Francesco Nucci e di un ricercatore di neuroscienze dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, il pubblico verrà introdotto alla nuova mission della Fondazione Volume! e avrà la possibilità di vedere il nuovo intervento site specific di di Mimmo Paladino (Paduli, 1948).

Martedì 10 novembre
Luogo: Centrale Montemartini
Punto di ritrovo: Via Ostiense n. 106
Artista narratore: Loredana Antonelli con uno storico dell’arte e un educatore museale
Utenza: studenti
Orario: 16.00
Una visita partecipata per studenti delle accademie condotta dall’artista Loredana Antonelli con uno storico dell’arte verrà realizzata alla Centrale Montemartini, straordinario esempio di riconversione in museo di un edificio di archeologia industriale che ospita una selezione di sculture e reperti archeologici dei Musei Capitolini. L’artista e gli studenti si interrogheranno sui temi della percezione del colore e della luce con riferimenti a fenomeni percettivi-cognitivi del concetto di tempo e memorie, del concetto di utilità e forza lavoro, nell’antichità e nella modernità, del confronto tra macchine utili e macchine inutili accomunate dal destino di raccontare storie della nostra civiltà.

Domenica 15 novembre (due gruppi: 1 per adulti e 1 per bambini)
Luogo: Cinecittà si Mostra – Istituto Luce Cinecittà
Punto di ritrovo: Via Tuscolana n. 1055
Narratore: Stefano Giovanardi, astronomo e curatore scientifico del Planetario e Museo Astronomico di Roma con uno storico dell’arte e un educatore museale per il pubblico delle famiglie.
Utenza: pubblico adulto, famiglie e bambini
Orario: 16.00
Le stelle del cinema, i sogni e i disegni del regista Federico Fellini saranno le tematiche del percorso di visita a Cinecittà si Mostra – Istituto Luce Cinecittà: l’astronomo Stefano Giovanardi, curatore scientifico presso il Planetario e il Museo Astronomico di Roma condurrà il pubblico, insieme ad uno storico del cinema, in una visita interdisciplinare tra cinema e astronomia, tra arte e scienza per conoscere e approfondire le immagini sognanti del grande regista riminese. Le mostre “Felliniana – Ferretti sogna Fellini” e “Girando a Cinecittà” consentiranno di immergersi nella grande magia del cinema, di conoscere l’immaginario di Federico Fellini attraverso uno sguardo scientifico in dialogo con una visione cinematografica.
La visita animata accompagnerà i bambini nell’universo incantato della notte quando si scorgono le stelle e prendono forma i sogni, proprio come accade nel buio di una sala cinematografica. Attraverso un percorso narrativo e coinvolgente, i bambini scopriranno come nascono le immagini nella testa di un regista e ispirati da quelle dei sogni di Federico Fellini realizzeranno una personale “visione da sogno” tra cinema e scienza.

“SENZA TITOLO”
“Senza titolo” – Progetti aperti alla Cultura è una società di servizi educativi nata da un’esperienza di didattica museale maturata all’interno del Dipartimento educativo MAMbo, che opera su tutto il territorio nazionale. Realizza progetti educativi volti ad avvicinare il pubblico al patrimonio artistico, cinematografico, scientifico, storico, architettonico; cura progetti culturali e iniziative nell’ambito dell’editoria, museografia, formazione e comunicazione. Collabora con istituzioni culturali e scolastiche, enti, biblioteche, privati e aziende in diverse città italiane ideando e realizzando percorsi didattici su misura per una conoscenza attiva del patrimonio rivolti a pubblici differenti.

Ad oggi, “Scegli il Contemporaneo” ha portato il pubblico presso Chiostro del Bramante, Cinecittà si Mostra-Istituto Luce Cinecittà, Complesso del Vittoriano, Fondazione Alda Fendi Esperimenti, Fondazione Memmo, Fondazione Volume!, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, MAXXI, MACRO, Museo dell'Ara Pacis, Museo di Roma, Musja, Palazzo Barberini e Galleria Corsini, Palazzo delle Esposizioni, Palazzo della Civiltà Italiana-Fendi, Scuderie del Quirinale, Terme di Diocleziano, Villa Farnesina.
Sono state realizzate sette edizioni di “Scegli il Contemporaneo” e tre progetti specifici per le scuole “Scegli il Contemporaneo – Arte a scuola” con laboratori in classe e visite animate nei musei.


Tutti gli incontri saranno gratuiti per il pubblico e avverranno nel rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid in ottemperanza alla normativa vigente.
Gli eventi sono gratuiti e comprendono il biglietto d’ingresso al museo qualora previsto.
Prenotazione obbligatoria solo via mail: [email protected] fino ad esaurimento posti
Prenotazioni da lunedì a giovedì entro le ore 18.00