Scarpe senza Donne e i custodi in cammino

Firenze - 20/02/2014 : 04/03/2014

Il progetto Scarpe senza Donne e i custodi in cammino nasce nell’estate del 2012 a Castelfiorentino e si sviluppa successivamente in una serie di azioni performative che includono fotografia, teatro, musica, performance e video. Il progetto si muove sulla tematica della violenza di genere e il femminicidio.

Informazioni

  • Luogo: LA CORTE ARTE CONTEMPORANEA
  • Indirizzo: Via Dei Coverelli 27r - Firenze - Toscana
  • Quando: dal 20/02/2014 - al 04/03/2014
  • Vernissage: 20/02/2014 ore 18
  • Autori: Lucia Baldini, Anna Dimaggio
  • Generi: performance – happening, new media
  • Orari: martedì - sabato 16 - 19 e per appuntamento

Comunicato stampa

Il progetto Scarpe senza Donne e i custodi in cammino nasce nell’estate del 2012 a Castelfiorentino e si sviluppa successivamente in una serie di azioni performative che includono fotografia, teatro, musica, performance e video. Il progetto si muove sulla tematica della violenza di genere e il femminicidio. La video-installazione presentata a La Corte Arte Contemporanea di Firenze ha come elemento cardine l’installazione di 118 paia di scarpe rosse, 118 come il numero di pronta emergenza da chiamare quando si verifica, tristemente, uno degli ennesimi atti di violenza contro una donna


Il 20 febbraio alle ore 18.00, nella galleria, le due artiste daranno vita a una performance che diverrà parte integrante del lavoro presentato. Nella video-installazione le immagini e le voci, partendo dalla lettura di fiabe in cui sarà centrale l’archetipo dell’uomo cacciatore e della donna preda, porteranno a una necessaria riflessione sugli stereotipi imposti fin da piccoli sull’idea della differenza di genere. Le immagini che saranno proiettate derivano dalle azioni performative costruite dalle due autrici nel corso dei due anni in cui il progetto si è sviluppato e ha coinvolto moltissimi Custodi in Cammino divenendo un simbolo acquisito in tutto Italia.

Lucia Baldini è una fotografa/artista che si muove nell’ambito della "scena", costruisce progetti editoriali ed espositivi, video-installazioni e azioni performative utilizzando spesso mezzi fotografici non convenzionali. Collabora a regie teatrali.
Anna Dimaggio è regista, direttrice artistica di festival culturali e scientifici. Ideatrice della collana "I Diavoletti" per la casa editrice Titivillus, insegnante di teatro e di scrittura creativa presso i centri diurni di psichiatria dell'Asl 11 in Toscana.