Savana Underground

Milano - 15/12/2012 : 15/12/2012

S/V/N/ (Savana) è una rassegna musicale e artistica di ricerca e intrattenimento che conduce nei nuovi suoni e reinterpreta gli spazi urbani più suggestivi del territorio. Un viaggio misterioso e imprevedibile, itinerante e tematico, in cui gli artisti esplorano il passato in chiave contemporanea e lo trasformano con l’ispirazione e i linguaggi tecnologici che più gli appartengono.

Informazioni

  • Luogo: BUKA
  • Indirizzo: via Padova 272 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 15/12/2012 - al 15/12/2012
  • Vernissage: 15/12/2012 ore 21
  • Generi: performance – happening, serata – evento

Comunicato stampa

S/V/N/ #3 // SAVANA UNDERGROUND + BUKA // 2012 CLOSING ACT
Sabato 15 dicembre 2012 dalle ore 21:00
Milano // Ex Casa discografica CGD abbandonata // via Quintiliano 40

Andy Stott // Ninos du Brasil // Primitive Art //
Seth // Stefano Annibale // DNN //


S/V/N/ (Savana) è una rassegna musicale e artistica di ricerca e intrattenimento che conduce nei nuovi suoni e reinterpreta gli spazi urbani più suggestivi del territorio

Un viaggio misterioso e imprevedibile, itinerante e tematico, in cui gli artisti esplorano il passato in chiave contemporanea e lo trasformano con l’ispirazione e i linguaggi tecnologici che più gli appartengono.

BUKA è un doppio soundsystem: propone una ricerca eclettica tra le nuove sonorità da club da una parte e sonorità intime e deep dall’altra. Da febbraio 2012 ha trovato sede nell'ex casa discografica CGD, e una volta al mese riutilizza legalmente questo spazio dimenticato trasformandolo in un club fuoriluogo e temporaneo.

Dopo Savana Dream (19 maggio) e Savana Mutations (6 ottobre), il terzo appuntamento con S/V/N/ è Savana Underground e si svolge sabato 15 dicembre proprio nella Ex Casa discografica CGD di Milano in collaborazione con BUKA. Un luogo unico, regno abbandonato ed emblema dello sfacelo dell’industria del disco, le cui mura e vetrate sono ora il tempio sotterraneo di ritrovo dei nuovi talenti della scena italiana e internazionale. Nelle due sale, in bilico tra l’antico sfarzo dal velluto rosso della prima e la decadenza nei dettagli barocchi e nei vecchi LaserDisc sulle pareti della seconda, si alternano avvincenti performance sperimentali e gli ultimi suoni da club. Milano come Berlino. Una città che riserva ancora qualche sorpresa sotto la propria coltre plumbea, come questo spazio affascinante ma dismesso che BUKA ha riaperto e che, insieme a Savana Underground e grazie al servizio drink & food offerto da Erreci Studios, sarà rivitalizzato in modo creativo e sostanziale anche ampliando l’orario di apertura.

Ma la proposta di S/V/N/ e BUKA non è solo una location in tema. Le esibizioni dal vivo degli artisti vogliono dimostrare come anche i suoni più sommersi possano coinvolgere e talvolta stravolgere non solo la critica ma anche l’opinione pubblica. Basta pensare all’anteprima milanese del produttore inglese Andy Stott: lanciato dall’oscuro vivaio dell’etichetta Modern Love (Demdike Stare, Claro Intelecto), Stott ha scalato i vertici della musica elettronica mondiale con il suo impasto, profondo ed emotivo, di ritmi al rallentatore, fino a conquistare le colonne del New York Times e le colonne sonore delle campagne di Vogue. I Primitive Art, attraverso la loro musica, riflettono invece sui cambiamenti della vita partendo da una ricerca sulle sonorità tribali. I Ninos Du Brasil di Nico Vascellari, dal canto loro, sono dediti a un'ambiziosa commistione di musica brasiliana, noise ed elettronica che, sul palco, riesce sempre a trascinare gli spettatori in un vortice di danze scomposte e liberatorie. Seth, Stefano Annibale e DNN chiudono la rassegna rappresentando il soundsystem di BUKA con la qualità e il fermento della scena elettronica milanese.

Dalle 21:00 presso Ex Casa discografica CGD abbandonata - via Quintiliano 40 - Milano http://www.buka.uk.net/. Prezzo di ingresso: 12 euro - Buka SMS list: 10 euro


Programma

sala 1:
21:00 warm up dj set
22:00 Primitive Art (IT) live show
22:30 Ninos du Brasil (IT) live show
23:30 Andy Stott (UK) audio-visual live show

01:00 Stefano Annibale (IT) dj set
02:00 DNN (IT) dj set
03:00 Seth (IT) dj set

sala 2:
00:00 Matteo Saltalamacchia dj set
01:30 Discontinuo dj set

Visual di Andy Stott e artwork evento dal lavoro di Jade Boyd http://jadeboyd.blogspot.de/

More info http://svnsvn.tumblr.com - [email protected]

Contatti
Ufficio stampa S/V/N/ - Gaetano Scippa - [email protected] - 335 6858609

In collaborazione con Neoma, Basemental, Opposticoncordi, Erreci Studios


Note sugli artisti

Andy Stott http://www.modern-love.co.uk/artists/andy-stott
Con un orecchio per lo spazio e un talento per la costruzione di tracce che sono allo stesso tempo morbide e roboanti, Stott posiziona ordinatamente l'asse tra techno intelligente, techno dub e dubstep. Fondendo l’ispirazione dalla Basic Channel con ideali minimalisti, melodie e trame sporche, le tracce di Stott offrono un'esperienza d’ascolto profonda, così come la forza necessaria per far tremare una pista da club. “E’ incredibile quanto spazio ed emozioni possano essere rappresentati da remoto o per via elettronica”, così lo descrive il New York Times. A fine ottobre Stott ha pubblicato “Luxury Problems”, terzo lavoro che chiude la triade dei già acclamati “Passed Me By” e “We Stay Together”.
Qui il video dell’ultima campagna di Vogue Italia con le musiche di Andy Stott:
http://www.youtube.com/watch?v=g8AT6L0UW1A&sns=fb

Ninos Du Brasil http://www.latempesta.org/international/lti_008.php
Presenze nere. Misteriose. Quasi losche. Con Nico Vascellari, Nicolò Fortuni e Riccardo Mazza ci si perde subito nella leggenda, tra coriandoli e ritmi frenetici, maracas, irrinunciabili inviti alla danza, richiami animaleschi e ricordi di atmosfere vorticose. Chi li ha visti narra di esperienze memorabili in grado di condensare in meno di mezz'ora le parate carnevalesche di Bahia, la fisicità dei concerti hardcore, la coralità delle tifoserie della curva e la techno primordiale. Il loro ultimo album “Muito N.D.B.” è appena uscito per La Tempesta International.

Primitive Art http://pprimitiveart.tumblr.com/
Il progetto nasce nel 2011 dall'unione del ravennate Matteo Pit e del bresciano di origini colombiane e guianensi Jim C. Nedd, entrambi classe 1991, innovatori e animatori della nightlife milanese. Il primitivismo in questione non allude alle avanguardie storiche, ma a un approccio istintivo, tribale e paradossalmente imparentato alle culture del digitale. Il suono, ipnotico e technoide, è indice di un immaginario di confine che flirta con il clubbing e le sue modalità, con le arti visive e con un'identità afrofuturista in divenire. A inizio 2013 è prevista la prima uscita discografica per Hundebiss Records.


Seth http://soundcloud.com/seth-3
Le sue produzioni deep'n'bass con groove freschi, puliti e innovativi per la Skint (etichetta dance che vanta artisti come Fatboy Slim e X-Press 2) hanno trovato apice nell’ultimo "Flying High Ep", entrato nella chart di DMC World magazine. Seth è stato nominato tra i 3 Migliori Artisti del 2012 nella sezione Beats and Beyond della radio inglese BBC 6.
I suoi dj set uniscono produzioni proprie con una miscela di dub, techno e house rivolta al dancefloor.

DNN http://soundcloud.com/dnnbeats
Dj e produttore milanese, membro del collettivo Well Founded, DNN ha condiviso il palco con artisti quali Kidkanevil, Teebs, Ad Bourke e Om Unit. Come dj è influenzato dai suoni di dancehall, dub, house e hip-hop. Nel 2007 ha iniziato a produrre "bass music" sperimentale e contaminata, un mix di atmosfere profonde e minimali caratterizzate da linee di basso e beat consistenti.

Stefano Annibale http://stefanoannibale.tumblr.com/
Disc jockey e selezionatore, con il suo alter ego Low Ste e il progetto Giant Bass ha spinto e promosso la diffusione della musica dubstep a Milano affiancando tutti i “big” del genere. Ora è anche la voce di Buka. Esplorando a fondo suoni vecchi e nuovi, Stefano Annibale coniuga in maniera ricercata e personale la tradizione 4/4 del dancefloor italiano con le ritmiche spezzate dell'underground londinese che ha frequentato.