Sara Bolzani – Trame

Pieve di Cento - 07/05/2017 : 11/06/2017

In occasione del Maggio dei Libri 2017 lo spazio OPEN BOX del Museo MAGI’900 ospita una personale di Sara Bolzani, scultrice che da tempo affronta l’oggetto libro come soggetto evocativo e poetico.

Informazioni

  • Luogo: MAGI 900
  • Indirizzo: Via Rusticana 1 - Pieve di Cento - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 07/05/2017 - al 11/06/2017
  • Vernissage: 07/05/2017 ore 16,30
  • Autori: Sara Bolzani
  • Curatori: Valeria Tassinari
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

In occasione del Maggio dei Libri 2017 lo spazio OPEN BOX del Museo MAGI’900 ospita una personale di Sara Bolzani, scultrice che da tempo affronta l’oggetto libro come soggetto evocativo e poetico. La mostra si incentra prevalentemente sui suoi libri in lamina di rame, volumi dal sapore antico e fiabesco dalle cui pagine escono come visualizzazioni pop up piccole figure umane e animali o allusioni di storie e di paesaggi, narrati con eleganza attraverso una sapiente tecnica di ritaglio e saldatura che caratterizza la ricerca dell’artista, e prende ispirazione dal fumetto e dall’arte orientale


Preziose e immaginifiche, queste sculture rendono omaggio alla lettura, ma soprattutto alla tattilità del libro e alla sua capacità di sollecitare la fantasia attraverso forme che sembrano volare fuori dalle pagine per assumere vita propria.

Accanto ai libri, che trasformano lo spazio espositivo in una misteriosa biblioteca senza parole, sono esposte alcune figure femminili di grande formato, presenze forti e carismatiche, nate dalle visioni e dagli incontri avvenuti durante i numerosi viaggi dell’artista, che nei loro flessuosi corpi di rame sembrano catalizzare una potente energia interiore.

La mostra è patrocinata dall’Istituto per i beni culturali della Regione Emilia-Romagna.


Sara Bolzani è nata a Monza nel 1976. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano. Ha realizzato numerose opere pubbliche, talvolta in collaborazione con Nicola Zamboni. Privilegia la lavorazione del rame e un linguaggio apertamente figurativo. Sue opere si trovano in importanti collezioni pubbliche e private in Italia, Inghilterra, Spagna, Francia e sull’isola di Creta. Vive e lavora in Emilia.