Sandro Bracchitta – #Carte

Scicli - 10/08/2013 : 30/09/2013

Bracchitta si concentra adesso su una selezione di circa 20 lavori realizzati su carta. Disegni, pastelli, tecniche miste, incisioni, bozzetti di opere, accomunate dal supporto, dal mezzo che colorandosi del tratto dell'artista si fa anche espressione, comunicando la poetica dell'autore.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA KOINE' SCICLI
  • Indirizzo: Via Francesco Mormino Penna 40 - Scicli - Sicilia
  • Quando: dal 10/08/2013 - al 30/09/2013
  • Vernissage: 10/08/2013 ore 21
  • Autori: Sandro Bracchitta
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: da martedì a domenica 19,30 – 23
  • Email: koinescicli@email.it

Comunicato stampa

MODICA – Dopo due anni di assenza da Scicli, tornano nella città barocca le opere dell'artista Sandro Bracchitta, le sue forme distintive, le forti metafore. Verrà inaugurata sabato prossimo, 10 agosto alle ore 21, alla Koinè di Scicli la mostra "#Carte". Di ritorno da Praga (è tutt'ora in corso, a Palazzo Valdstein, sede del museo regionale a Jicin, un'importante mostra che raccoglie tele, incisioni ed istallazioni della collezione "Craved Miracles"), Bracchitta si concentra adesso su una selezione di circa 20 lavori realizzati su carta

Disegni, pastelli, tecniche miste, incisioni, bozzetti di opere, accomunate dal supporto, dal mezzo che colorandosi del tratto dell'artista si fa anche espressione, comunicando la poetica dell'autore. Un evento inserito nei festeggiamenti in occasione dei 10 anni della Galleria Koinè di Scicli. Per festeggiare l'importante traguardo, infatti, il direttore della galleria Bartolo Piccione ha organizzato una serie di eventi e mostre che proseguiranno fino al 31 dicembre con l'acronimo K10. Una collaborazione che dura da tempo quella tra Sandro Bracchitta e la galleria Koinè, che ancora una volta proporrà l'accurato lavoro di ricerca dell'artista siciliano nei suoi intimi e suggestivi locali nella barocca via Francesco Mormino Penna a Scicli.
"Le carte" di Sandro Bracchitta comprendono 20 opere realizzate in questi ultimi due anni. Piccoli formati, ma anche grandi dimensioni, come "carte" della misura di 2 metri per un metro. Un continuo percorso di ricerca che traspare ancora più forte in alcuni lavori che hanno ispirato, o da cui hanno preso successivamente vita alcune opere di "Craved Miracles". Un ramo sorregge una casa, la trafigge, la stessa casa capace di fluttuare, quel focolare domestico elemento ricorrente nell'opera dell'artista, che si sussegue alla ciotola, contenitore di emozioni e sensazioni. L'incredibile movimento delle forme dona leggerezza alla staticità di una montagna. E così le linee essenziali esprimono una primitiva e primordiale natura che diventa espressione complessa di uno stato d'animo. Dai colori accesi alle tenui sfumature, gli elementi talvolta manifesti risaltano nell'opera divenendone centro focale. Gli stessi elementi che in altri lavori rimangono celati, confondendosi tra i colori. Così un cuore "maldestro", che ha bisogno di essere guidato da mani attente ed amorevoli.