Salvatore Ligios – L’erba di Neoneli

Alghero - 28/09/2012 : 28/10/2012

Il viaggio fotografico sul paesaggio e sulla reale identità della Sardegna contemporanea continua. Grazie alla passione e alla costanza di Salvatore Ligios, fotografo e animatore culturale che da oltre un decennio ha messo al centro del proprio operare la sfida di riscrivere, dall'interno, la storia e la pratica della fotografia in Sardegna.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO DEL CORALLO
  • Indirizzo: Via XX Settembre 8 - Alghero - Sardegna
  • Quando: dal 28/09/2012 - al 28/10/2012
  • Vernissage: 28/09/2012 ore 18
  • Autori: Salvatore Ligios
  • Curatori: Sonia Borsato
  • Generi: fotografia, personale
  • Orari: tutti i giorni, dalle ore 10.30 alle 13.00 e dalle 17.30 alle 20.00 (lunedì chiuso).
  • Email: supalatu@gmail.com

Comunicato stampa

Venerdì 28 settembre alle ore 18.00 nelle sale del primo piano del Museo del Corallo ad Alghero (SS) si inaugura “L'erba di Neoneli”, mostra fotografica di Salvatore Ligios.

Il viaggio fotografico sul paesaggio e sulla reale identità della Sardegna contemporanea continua. Grazie alla passione e alla costanza di Salvatore Ligios, fotografo e animatore culturale che da oltre un decennio ha messo al centro del proprio operare la sfida di riscrivere, dall'interno, la storia e la pratica della fotografia in Sardegna


Come sottolinea nel testo di accompagnamento il curatore Sonia Borsato: «All’interno della produzione di Salvatore Ligios, L’erba di Neoneli occupa una posizione scomoda e spiazzante. Dopo il pathos mitico di The Villasor factory o l’esaltazione letteraria degli Studi di artista si ha la sensazione di compiere un balzo indietro, una riconsiderazione delle sue origini fotografiche. Il lavoro è astratto. Crudo, quasi; la crudezza delle mattine rigide d’inverno, della solitudine che si prova mentre aspetti l’autobus al freddo. È un diario calligrafico, intimo e fragile, condotto in levare, pulendo ogni scatto da tutti gli orpelli assoggettabili alla categoria del piacevole e del riconoscibile. La sua personalità fotografica si conferma con un esercizio estetico all’apparenza sereno, fermo, pacato ma in realtà insinuante e lievemente polemico, punitivo. Un tratto di matrice incisoria, quasi, che costringe a riconsiderare la fotografia nell’accezione originaria, una scrittura di luce che non viene meno nemmeno nell’era del digitale…».

L’inaugurazione sarà preceduta dai saluti di Stefano Lubrano, sindaco di Alghero; di Romina Caula, assessore alle Culture; di Alma Cardi, assessore al Turismo; di Andrea Delogu presidente della Fondazione Meta di Alghero e dall'intervento di Sonia Borsato curatore e critico d'arte. Sarà presente il fotografo Salvatore Ligios.
La mostra rimarrà aperta sino al 28 ottobre 2012 e potrà essere visitata tutti i giorni, dalle ore 10.30 alle 13.00 e dalle 17.30 alle 20.00 (lunedì chiuso). Catalogo in mostra.
L’esposizione è organizzata dall'Associazione culturale Su Palatu_Fotografia in collaborazione con il Comune di Alghero, la Fondazione Meta di Alghero, l'industria grafica TAS, Alldigital, Poxart - Portale dell'arte contemporanea in Sardegna e la Soter editrice.

Salvatore Ligios è nato nel 1949 a Villanova Monteleone dove risiede. Dal 2000 al 2008 ha diretto il museo Su Palatu, centro espositivo specializzato nella fotografia. Diverse le esposizioni in Italia e in vari paesi europei: Roma, Milano, Torino, Francoforte, Berlino, Londra, Atene, Bastia. Nell’isola ha esposto in numerosi piccoli centri tra i quali Martis, Gavoi, Torralba, Lodine, Oliena, Mamoiada, Pirri, Olzai, Teulada, Villasor, Olmedo, Teti, Bitti, Asuni, Arzachena. Ha pubblicato oltre quaranta libri fotografici. Dal 2008 insegna Fotografia all’Accademia di Belle Arti di Sassari.