Salento art Summer

Lecce - 02/08/2018 : 31/08/2018

Le gallerie Aica – Andrea Ingenito Contemporary art sono liete di annunciare una nuova interessante collettiva che si terrà nel suggestivo contesto del centro storico di Lecce, nell’antica Chiesa di San Sebastiano, ad oggi sede della Fondazione Palmieri Onlus.

Informazioni

  • Luogo: FONDAZIONE PALMIERI
  • Indirizzo: Vico dei Sotterranei - Lecce 73100 - Lecce - Puglia
  • Quando: dal 02/08/2018 - al 31/08/2018
  • Vernissage: 02/08/2018 ore 19
  • Generi: arte contemporanea
  • Orari: La mostra si può visitare dal lunedì alla domenica dalle 18.30 –23.30
  • Sito web: www.ai-ca.com
  • Email: info@ai-ca.com

Comunicato stampa

Le gallerie Aica – Andrea Ingenito Contemporary art sono liete di annunciare una nuova interessante collettiva che si terrà nel suggestivo contesto del centro storico di Lecce, nell’antica Chiesa di San Sebastiano, ad oggi sede della Fondazione Palmieri Onlus. Dopo la parentesi caprese, durata ben tre anni, Andrea Ingenito decide di cambiare strategia e di realizzare le sue attività espositive estive attraverso mostre itineranti. Quest’anno la scelta è caduta su due location diversissime tra loro seppur unite dal forte richiamo turistico e dalla ricchezza paesaggistica

La prima è l’elegantissima penisola sorrentina famosa in tutto il mondo e dalla bellezza senza tempo, qui AICA collaborerà con l’Associazione culturale Syart di Sorrento attiva nella promozione dell’arte contemporanea nelle sue molteplici sfaccettature; la seconda sede invece è la frizzante e dinamica Lecce, per la quale la Fondazione Palmieri da anni è impegnata nelle attività di tutela e valorizzazione. La mostra volutamente gioca sul contrasto tra antico e moderno: la possibilità di poter accostare le iconiche immagini pop di Warhol alle cinquecentesche mura della Chiesa non ha scoraggiato il curatore, bensì ne ha scatenato la creatività creando un allestimento dove il confronto stilistico tra generi e scuole non termina mai, dando vita ad un dialogo aperto tra grandi nomi dell’arte contemporanea, artisti meno noti al grande pubblico e giovani emergenti. Saranno inoltre presentate sia opere uniche che multiple così da abbracciare una variegata rosa di collezionisti. Oltre al già citato Warhol, saranno presenti gli americani Robert Indiana, Keith Haring e Yale Epstein, l’egiziano Fathi Hassan e le esclusive sculture di Renato Barisani e Giosetta Fioroni; inoltre ci sarà spazio per la fotografia di Vittorio Campana e Barbara Nati, gli sperimentalismi tecnici di Marco Abbamondi e Salvatore Manzi, e molti altri artisti che con tempi e modalità differenti partecipano alle varie iniziative promosse dalle Gallerie.

INFO
Salento art Summer
Vicolo dei Sotterranei, 73100 Lecce (LE)
Dal 03 al 31 Agosto 2018
Inaugurazione: Thursday 02 August h. 19.00
La mostra si può visitare dal lunedì alla domenica dalle 18.30 –23.30
Contact: 348 6003820 – 333 93444774 // [email protected] – www.ai-ca.com

Ingresso gratuito


SALENTO ART SUMMER Fondazione Palmieri – Vicolo Sotterranei, Lecce From 3 August – to 31 August 2018 Vernissage 2 August, h 7.00 p.m.

The Aica galleries – Andrea Ingenito Contemporary Art are placed to announce a new one interesting collective that will be held in the suggestive context of the historical centre of Lecce, in the ancient Church of San Sebastiano, now the headquarters of the Palmieri Onlus Foundation. After the caprese experience, lasted three years, Andrea Ingenito decided to change strategy and carry out its summer exhibition activities through itinerant exhibitions. This year the choice fell on two different locations from each ever if united by the fort tourist attraction and landscape richness. The first is the elegant peninsula sorrentina famous in all the world and witch timeless beauty, here AICA will collaborate with the Syart Cultural Association of Sorrento, active in the promotion of contemporary art in its many facets; instead the second seat it the sparkling and dynamic Lecce, for which the Palmieri Foundation has been engaged in protection and enhancement activities for years. The exhibition deliberately plays on the contrast between ancient and modern: the possibility of being able to juxtapose the Warhol’s iconic images of pop to the sixteenth-century walls of the Church didn’t discourage the curator but unleashed his creativity by creating an exhibition where the stylistic comparison between genres and schools never ends, producing an open dialogue between great names of contemporary art, artists less known to the general public and emergent young talents. Furthermore, both unique and multiple works will be presented in order to satisfied a varied kind of collectors. In addition to the aforementioned Warhol, will be present the Americans Robert Indiana, Kate Haring and Yale Epstein, the Egyptian Fathi Hassan and the exclusive sculptures by Roberto Barisani and Giosetta Fioroni, moreover there will be space for the photography of Vittorio Campana and Barbara Nati, the technical experiments by Marco Abbamondi and Salvatore Manzi, and many other artists who, with different times and methods participate in the various initiatives promoted by the Galleries.