Sabrina Tacci – Tarocchi e altre Presenze

Malgrate - 12/07/2014 : 10/08/2014

Nella magica atmosfera del Castello di Malgrate, tra le imponenti mura in pietra, trovano spazio gli ancestrali Tarocchi e i misteriosi ritratti della pittrice Sabrina Tacci.

Informazioni

  • Luogo: CASTELLO DI MALGRATE
  • Indirizzo: Villafranca in Lunigiana - Malgrate - Toscana
  • Quando: dal 12/07/2014 - al 10/08/2014
  • Vernissage: 12/07/2014 ore 19
  • Autori: Sabrina Tacci
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: tutti i giorni, mattino 10–13,00 _ pomeriggio 14 – 18
  • Biglietti: La mostra è a entrata libera, essendo ospitata in un castello è necessario pagare il biglietto di ingresso al castello di €. 2 dai 6 anni in su
  • Sito web: www.sabrinatacci.net
  • Telefono: +39 3385238983
  • Email: info@sabrinatacci.net

Comunicato stampa

Presentazione critica “ Tarocchi e altre Presenze. Sabrina Tacci”. Mostra personale di pittura al Castello di Malgrate.

La pittrice Sabrina Tacci, Lunigianese di origine, attiva sulla scena artistica olandese da circa 10 anni porta in Italia un ciclo di opere pittoriche, realizzate tra il 2009 e il 2014.
Il Castello del Piagnaro, sede del Museo delle Statue Stele Lunigianesi , ha rappresentato lo scenario ideale per il primo allestimento realizzato nell’estate 2012.
L’incanto dell’unione delle bellezze architettoniche e storiche della Lunigiana con le opere della pittrice prosegue



Il Castello di Malgrate sarà lo scenario del secondo allestimento Lunigianese della mostra.

Il percorso olandese ha visto l'evoluzione dal figurativo astratto all'astratto della figura, maggiormente definita nei lineamenti ma con caratteristiche fortemente spirituali e, come nei tarocchi, la ricerca ancestrale. Il colore si concentra a dar forza alle espressioni dei ritratti (dark portraits), che, dal nero sfondo emergono, vicini e lontani, carichi di una storia che forse neanche l'artista conosce in tutte le sue sfaccettature.
Sono le facce del mondo di ieri di oggi e di domani?
Arrivano dal subconscio della pittrice?
Lei, il tramite, che, con sensibile attenzione , attraverso le sue mani da loro la vita?

Questi e molti altri interrogativi nel percorso che, sospeso nel tempo, si divincola per le suggestive mura del Castello di Malgrate, dove, chiudendo gli occhi per un attimo, ci si cala in altri tempi, quando le strade di Lunigiana erano percorse e i borghi vissuti dai molti abitanti e pellegrini..... possiamo imbatterci nel viandante (il matto ), il pellegrino (l'eremita), il bagatto (il mercante) ….