Rossano Cortellazzi – Tracce di esistenza

Piacenza - 10/12/2011 : 22/12/2011

Una pittura emotiva che, attraverso la descrizione di luoghi immersi nel silenzio e nella solitudine, porta alla luce le problematiche piu' urgenti dell'attuale societa'.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA STUDIO C
  • Indirizzo: Via Giovanni Campesio 39 - Piacenza - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 10/12/2011 - al 22/12/2011
  • Vernissage: 10/12/2011 ore 18
  • Autori: Rossano Cortellazzi
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Feriali e festivi dalle 16,30 alle 19,30. Lunedi giorno di chiusura
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Alla galleria d'arte contemporanea “Studio C” di via Campesio 39 si inaugura oggi, alle ore 18, la mostra personale di Rossano Cortellazzi dal titolo “Tracce di esistenza”.

Nato a Campitello di Marcaria (Mantova) dove anche attualmente vive e lavora, Rossano Cortellazzi è un artista fortemente contemporaneo che vanta un interessante percorso espositivo in svariate città italiane e un bagaglio critico di rilevante importanza

Dopo corsi di approfondimento compiuti presso la “Scuola Internazionale di grafica” di Venezia e l'”Accademia Cignaroli” di Verona, l'artista mantovano ha intrapreso con decisione un personale percorso di studio e ricerca per individuare un proprio stile e un proprio linguaggio, un'espressione originale ed autentica. E' così approdato alle attuali “architetture urbane” dove, con prospettive ardite e “tagli” quasi fotografici di una modernità assoluta ci rende scatti e fotogrammi di aristocratici palazzi, chiese, vicoli e periferie percorsi dal silenzio surreale della penombra e azzerate da ogni presenza antropica. Nell'espressione di Rossano Cortellazzi si avverte con grande evidenza lo stridente contrasto tra queste immagini delicate e sospese, coperte dalla patina silenziosa ed ovattata del tempo e la vita convulsa e urbanizzata dei nostri giorni, della sua insignificante globalizzazione.

Pittura intensa ed emotiva che, attraverso la descrizione di luoghi e ambienti immersi nel silenzio e nella solitudine, porta alla luce le problematiche più urgenti dell'attuale società.
La rassegna, che sarà introdotta dal critico d'arte Luciano Carini, terminerà il 22 dicembre.