Romy Rüegger – Are You An Underground? A Ship’s Deck Or A Terrace?

Bolzano - 09/11/2019 : 09/11/2019

Questa performance racconta la storia della costruzione del nuovo tunnel del San Gottardo, intrecciando testimonianze ed estratti di testi sul commercio del cotone, sulla sua introduzione in Italia meridionale da parte di imprenditori del nord, sulla fortuna della viscosa nell’industria tessile e la produzione di abbigliamento funzionale per gli sport invernali.

Informazioni

  • Luogo: AR/GE - KUNST GALLERIA MUSEO
  • Indirizzo: Via Museo 29 - Bolzano - Trentino-Alto Adige
  • Quando: dal 09/11/2019 - al 09/11/2019
  • Vernissage: 09/11/2019 ore 11
  • Autori: Romy Rüegger
  • Generi: performance – happening

Comunicato stampa

ARE YOU AN UNDERGROUND? A SHIP'S DECK OR A TERRACE?

Performance di ROMY RÜEGGER
Durata: 20 min
Lingua: Tedesco
Handout in inglese

Segue una conversazione tra l’artista Romy Rüegger, la curatrice del programma pubblico Simone Mair e il direttore artistico Emanuele Guidi.

Un canale che varcasse le Alpi sarebbe servito a garantire l’accesso alle rotte commerciali marittime. "Nessuno ha obiettato suggerendo quanto sia assurdo che una nave attraversi le Alpi." Invece hanno costruito una galleria ferroviaria

L’annuncio commerciale delle ferrovie recita: "Un viaggio dal grigiore del nord all’azzurro del sud è sempre stato il sogno di molte persone". Il treno è veloce, ma non è alla portata di tutti.

Questa performance racconta la storia della costruzione del nuovo tunnel del San Gottardo, intrecciando testimonianze ed estratti di testi sul commercio del cotone, sulla sua introduzione in Italia meridionale da parte di imprenditori del nord, sulla fortuna della viscosa nell’industria tessile e la produzione di abbigliamento funzionale per gli sport invernali.

La performance espande al contempo anche i termini “border crossing” e “underground movement”, introducendo storie che circoscrivono la scoperta, la denominazione e la ridenominazione della Bougainvillea. La storia degli scavi in corso della galleria tra la Svizzera e l’Italia e le pratiche di racial profiling adottate contro chi attraversa frontiere, si incrociano con la biografia, recentemente scoperta, di Jeanne / Jean Bàret, studiosa e pioniera nel campo della botanica che si imbatté nella Bougainvillea durante una spedizione alla quale riuscì a partecipare soltanto assumendo nome e sembianze da uomo. (2015/2019)