Roma anni ’60 e la Scuola di Piazza del Popolo

Brindisi - 10/12/2016 : 21/01/2017

La mostra, curata da Luca Barsi, attraverso venti opere selezionate e non seriali, si propone di rievocare il clima della fervente scena artistica romana degli anni ΄60.

Informazioni

Comunicato stampa

“Roma anni 60 e la Scuola di Piazza del Popolo” è il titolo della mostra ospitata dalla Galleria d’Arte San Luca a Brindisi, dal 10 Dicembre 2016 al 21 Gennaio 2017. La mostra, curata da Luca Barsi, attraverso venti opere selezionate e non seriali, si propone di rievocare il clima della fervente scena artistica romana degli anni ΄60.

Tra il 1960 e il 1963 personalità come Mario Schifano, Tano Festa, Franco Angeli, Giosetta Fioroni, e ancora poeti e menti aperte all'innovazione cominciano a riunirsi in Piazza del Popolo

È qui che le esperienze degli artisti romani si fondono con quelle dei personaggi ben descritti da Fellini nella Dolce Vita. Un clima in ebollizione dove convergevano teatro, performance, cinema, fotografia, letteratura e poesia, in favore di una innovazione dei linguaggi di comunicazione e di una contaminazione fra discipline diverse. Dalle celebri Finestre di Tano Festa alla geniale intuizione dei paesaggi anemici di Mario Schifano. Dai celeberrimi argenti di Giosetta Fioroni alle tele, cariche di simboli, segno di avversione alle ideologie e al capitalismo di Franco Angeli.

Il tratto distintivo della pittura di questi artisti è proprio la scelta di rappresentare motivi presi dall’immaginario comune, e la creazione di un nuovo codice espressivo che non ha nulla a che fare con l’ordinaria rappresentazione del reale a fini estetici o provocatori. Gli oggetti presi in prestito dalla strada, dai cartelloni pubblicitari, dai mezzi di comunicazione di massa, dalla politica, dalla moda, dalla civiltà dei consumi, entrano nelle tele di Schifano, Angeli, Tacchi, Festa.