Ritratti d’artisti

Milano - 26/12/2019 : 04/01/2020

Una rassegna che esplora la vita e la carriera di grandi artisti a cavallo tra Ottocento e Novecento che hanno lasciato un segno indelebile nell’arte moderna e contemporanea e opere di inestimabile valore oggi patrimonio culturale dell’umanità.

Informazioni

  • Luogo: MIC - MUSEO INTERATTIVO DEL CINEMA
  • Indirizzo: v.le Fulvio Testi, 121 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 26/12/2019 - al 04/01/2020
  • Vernissage: 26/12/2019 ore 17
  • Generi: cinema

Comunicato stampa

Attraverso preziosi documentari e meravigliosi biopic, Fondazione Cineteca Italiana omaggia la bellezza dell’arte e la vita di grandi artisti: dagli impressionisti Vincent Van Gogh a Paul Cézanne passando per l’espressionismo di Klimt e per le costruzioni impossibili di Escher, fino alla scultura di Auguste Rodin e Camille Claudel, senza dimenticare la grande mecenate Peggy Guggenheim.

La rassegna si apre giovedì 26 dicembre alle ore 17 con il documentario Escher – Viaggio nell’infinito, un viaggio all’interno della vita e delle opere dell’incisore e grafico Maurits Cornelius Escher in relazione a una delle tematiche centrali della sua visione: l’infinito


Alle ore 19 verrà invece proposto Ruben Brandt, Collector, brillante film d’animazione che immerge lo spettatore in un mondo di arte, psicanalisi e cinema. È la storia di uno psicoterapista, Ruben Brandt, che soffre di tremendi e spaventosi incubi. L’unica soluzione per guarire sembra quella di rubare 25 tra i dipinti più famosi al mondo. Presentato nella sezione Piazza Grande al Locarno Film Festival nel 2018, è considerato uno dei migliori film di animazione realizzato in Europa negli ultimi dieci anni.
Venerdì 27 dicembre verranno proiettati due biopic su due delle personalità più interessanti del panorama artistico: alle ore 15 si esplorerà la vita del celebre pittore austriaco Gustav Klimt interpretato da John Malkovich in Klimt, mentre alle ore 17.30 andranno in scena l’opera e la vita del connazionale Egon Schiele, pittore che ha rivoluzionato l’espressionismo europeo in Egon Schiele.
Sabato 28 dicembre alle ore 15 proporremo, a quarant'anni dalla sua scomparsa, Peggy Guggenheim: Art Addict, documentario sulla vita selvaggia e iconoclasta dell’ereditiera delle fortune della famiglia Guggenheim, una delle personalità che più hanno potuto influenzare il mondo dell’arte del Novecento. A seguire, alle ore 17, un interessante ritratto dello scultore Auguste Rodin in Rodin.
Lunedì 30 dicembre alle ore 17 sarà la volta del film Camille Claudel, sulla storia della scultrice amante e musa di Auguste Rodin.
Per chiudere in bellezza l’anno, martedì 31 dicembre alle ore 17 verrà proiettato Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità, film presentato alla 75ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia nel 2018, con Willem Dafoe protagonista vincitore della Coppa Volpi alla miglior interpretazione maschile e dell’Oscar come miglior attore protagonista: un intenso ritratto umano nella tormentata vita interiore di uno dei più brillanti artisti del Novecento.
Giovedì 2 gennaio alle ore 15 verrà proposto il biopic Cézanne et moi in cui a emergere è l’intensa amicizia tra il pittore Paul Cézanne e lo scrittore Émile Zola.
Venerdì 3 gennaio alle ore 17 sarà la volta del film Renoir sugli ultimi e intensi anni di vita del pittore francese.
Chiude la rassegna sabato 4 gennaio alle ore 15 Final Portrait – L’arte di essere amici, film sull’amicizia tra lo scrittore americano James Lord e il pittore Alberto Giacometti.