Rigorismo

Milano - 16/05/2013 : 16/06/2013

Le opere, monocrome ed estroflesse, ognuna con le specifiche peculiarità di ciascun artista, manifestano la ricerca da parte degli autori di uno spazio puro e rigoroso: una ricerca che nasce con Fontana, prosegue con Castellani e si declina qui nelle singole personalità.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA ANTONIO BATTAGLIA
  • Indirizzo: Via Ciovasso 5 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 16/05/2013 - al 16/06/2013
  • Vernissage: 16/05/2013 ore 19
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: da martedì a sabato 10,30 – 13,30 – 16 - 20

Comunicato stampa

Giovedì 16 maggio 2013, dalle ore 19, la Galleria Antonio Battaglia è lieta di inaugurare la mostra RIGORISMO, una collettiva degli artisti Giuseppe Amadio - Cesare Berlingeri - Agostino Bonalumi - Stefano Brunello – Dadamaino - Alberto Loro - Pino Manos - Armando Marrocco - Umberto Mariani - Vanna Nicolotti - Pino Pinelli - Paolo Scheggi - Turi Simeti



Le opere, monocrome ed estroflesse, ognuna con le specifiche peculiarità di ciascun artista, manifestano la ricerca da parte degli autori di uno spazio puro e rigoroso: una ricerca che nasce con Fontana, prosegue con Castellani e si declina qui nelle singole personalità.

La tela, prima semplice supporto, da Fontana in poi, per questi artisti, diventa essa stessa essenza dell’opera, anzi l’opera: il concetto si fonde con la materia, lo spazio diventa colore e viceversa.

Si tratta di una proposta decisamente “forte” che vuole farsi precisa indicazione di una linea inedita e radicale – ma soprattutto ‘rigorosa’ – ispirata alla poetica spazialista già teorizzata verso la metà del secolo scorso da Lucio Fontana.

“Il rigorismo qui proposto all’attenzione del fruitore accomuna dunque sensibilità sì diverse, ma volte tutte a dare vita ad una spazialità nuova, viva e dinamica, che non abbia più da temere il tempo quale principio corruttore delle proprie immote figurazioni, per averlo ormai definitivamente assunto e fatto proprio quale principio di una ritmica vivificante in grado di riconsegnare le altrimenti algide immagini della bellezza all’insensato ma esaltante gioco della vita”.(Cit. catalogo Massimo Donà)

Catalogo in galleria