Una performance e un progetto didattico per l'addio alla libreria.

Informazioni

  • Luogo: LIBRERIA EDISON
  • Indirizzo: Piazza Della Repubblica 27/r - Firenze - Toscana
  • Quando: dal 21/11/2012 - al 28/11/2012
  • Vernissage: 21/11/2012 ore 17.15
  • Generi: arte contemporanea, performance – happening, serata – evento
  • Orari: l’installazione di Jonida Xherri sarà visibile tutti i giorni fino al 28 novembre dalle 9.00 alle 19.30
  • Uffici stampa: MONICA ZANFINI

Comunicato stampa

Una libreria che sta per chiudere in una delle piazze principali di Firenze, una città che si mobilita per salvare il vincolo d’uso sull’immobile. La sorte della Libreria Edison, purtroppo, è segnata ma si salverà la destinazione futura dei locali. In questa battaglia intervengono, solidali con i lavoratori, intellettuali, politici, attori, scrittori, musicisti e artisti. La libreria, ormai vuota dopo una svendita che va avanti dal 5 ottobre, si è trasformata in qualcos’altro: una piazza che ogni giorno, fino alla chiusura prevista alla fine di novembre, accoglierà, reading, performance e dibattiti



In questo fitto calendario di eventi non poteva mancare la solidarietà del mondo dell’arte, attraverso il lavoro di due giovani artiste dell’Accademia di Belle Arti di Firenze, Mona Mohagheghi e Jonhida Xherri.

Per questa occasione entrambe hanno scelto di intervenire sul mobilio che fino a poche settimane fa accoglieva i libri, usando modalità e linguaggi diversi (l’installazione e la performance).

Nella performance Wordless, Mona Mohagheghi, artista nata a Teheran, mette in scena la violenza della censura. Seduta al centro di una pedana, che fino a pochi giorni fa accoglieva libri, l’artista indosserà una gonna bianca sulla quale sono state applicate, con il filo nero, lettere e parole. Appesi al soffitto tanti apriasole (strumenti che in sartoria si usano per scucire). Inizialmente la performer comincerà a scucire spontaneamente le parole e in un secondo momento il pubblico, invitato a interagire, potrà aiutarla in questa operazione. Scucire è un atto forte e a volte violento: si distrugge, si elimina e si forma qualcosa nello stesso tempo. Si cancellano le lettere, si eliminano e si censurano le parole e si forma un bianco, un silenzio.

Libri e bambini custodi del futuro, l’installazione di Jonida Xherri pensata per la Edison, è il risultato di un laboratorio didattico di realizzazione di libri che l’artista svolgerà (sotto la supervisone del Prof. Edoardo Malagigi) nei locali della libreria con i bambini della Scuola per l’Infanzia Margherita Fasol di Firenze.
I bambini sono i custodi del futuro, quindi sono loro che prendono la parola chiedendo degli ambienti favorevoli per sviluppare la comunicazione, la cultura e la creatività. Loro riempiranno gli spazi ormai vuoti con i propri libri esprimendo il desiderio di non vedere mai più una libreria vuota. I lavori realizzati dai bambini resteranno esposti fino il giorno della chiusura della libreria Edison.

Mona Mohagheghi, nata a Teheran, Iran, nel 1981 è laureata in Arti Visive e Nuovi Linguaggi dall'Accademia di Belle Arti di Firenze. Vive e lavora a Firenze.
Jonida Xherri nata a Durres, Albania, il 19/05/1985 è iscritta al 1 anno della Laurea Specialistica presso il Dipartimento di Arti visive, Decorazione, dell’Accademia di Belle Arti di Firenze.

Si ringraziano il Prof. Edoardo Malagigi e il Dirigente, docenti, genitori e bambini della Scuola per l’Infanzia Margherita Fasol di Firenze.